Fotografia: tempo di posa e apertura diaframma

tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

Se abbiamo appena comprato una fotocamera semiprofessionale (reflex o mirrorless) perché vogliamo entrare nel coloratissimo mondo della fotografia, ma siamo alla prime armi, non dobbiamo preoccuparci! Seguendo i pratici consigli riportati nei pochi passi di questa guida, impareremo alcuni concetti basilari e ci stupiremo dei risultati che potremo ottenere. Nello specifico, in questa sede, tratteremo il tempo di posa e l'apertura del diaframma. Si tratta, infatti, di due funzionalità tecnicamente abbastanza delicate per il buon esito della nostra foto e, quindi, meritano una particolare attenzione.

24

Il tempo in cui l'otturatore della nostra macchina fotografica rimane aperto, consentendo alla luce di raggiungere il sensore, viene definito "tempo di posa". Possiamo anche regolare la quantità di luce in ingresso modificando l'apertura del diaframma. Come possiamo vedere nelle immagini riportate a fianco, la giusta combinazione di questi due parametri ci consentirà di realizzare una foto perfetta che non sia, quindi, troppo chiara né troppo scura, con la conseguente perdita di dettagli cromatici importanti.

34

I tempi di esposizione più comuni vanno da 1 secondo ad un millesimo di secondo. A parità di apertura del diaframma ovviamente giungerà al sensore tanta più luce quanto più lungo è il tempo di apertura. Se il soggetto è immobile (ed usiamo un treppiedi ben saldo) potremo optare per tempi lunghi. Invece, nel caso di soggetti in movimento, al fine di evitare foto mosse o con scie, dovremo aprire il diaframma per un lasso di tempo notevolmente inferiore.
A livello indicativo sarà sufficiente un tempo di 1/250 sec per fotografare persone mentre useremo tempi molto inferiori per soggetti in movimento come auto, bici, onde, uccelli in volo e così via.
Non ci resta che iniziare a fotografare!

Continua la lettura
44

Dobbiamo sapere che esistono due modi per raggiungere la corretta esposizione, combinando il tempo di posa (detto anche tempo di esposizione) e l'apertura del diaframma. Infatti, ad un tempo d'esposizione breve assoceremo grandi aperture, mentre saranno necessari tempi maggiori nel caso di ridotte aperture, ottenendo in entrambi i casi esiti corretti ma diversi. La differenza nella scelta della combinazione è legata sia al movimento che all'oggetto che vogliamo mettere a fuoco. Con l'esperienza e varie prove saremo in grado di capire, in base a ciò che dovremo immortalare, quali parametri scegliere.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Musica

La respirazione nel canto

Chi ha una voce bella deve poterla sfruttare al meglio e per far questo, è necessario studiare canto ed imparare ad utilizzarla a dovere. Anche se esiste chi in natura è molto dotato e sa cantare bene, spesso è necessario prendere lezioni per migliorare...
Musica

Esercizi per il diaframma nel canto

Il canto è un'arte tanto affascinante quanto difficile. Imparare a cantare richiede tempo e tanta disciplina. Nello studio del canto particolare attenzione deve essere posta alla respirazione diaframmatica. Il diaframma è un muscolo molto importante...
Musica

Come imparare a controllare i muscoli obliqui nel canto

Per cantare in maniera corretta, e soprattutto per poter sostenere le note per quanto richieda lo spartito musicale, occorre imparare a controllare i muscoli obliqui. Questi muscoli, che sono anche conosciuti come diaframma, si trovano tra il cuore e...
Arti Visive

10 consigli per imparare a scattare fotografie sott'acqua

L'estate è alle porte e tutti gli amanti del mare non vedono l'ora di fare ritorno in spiaggia! Un modo divertente e originale per rendere indimenticabile la vacanza è scattare delle suggestive foto sott'acqua. La fotografia subacquea ci permette di...
Musica

Come cantare le note di testa

Le note di testa, conosciute anche come note alte, sono quelle note più difficili da raggiungere con la propria voce: anche i cantanti possono impiegarci mesi se non addirittura anni, con il rischio di non riuscirci mai. Il raggiungimento delle note...
Recitazione

Come allenare la voce e migliorare l'estensione vocale

Per riuscire ad allenare la voce e migliorare l'estensione vocale, è necessario praticamente perfezionare ed esercitare il ritmo con cui si fa uscire l'aria dai polmoni: tale allenamento di espirazione ed inspirazione che dovrete eseguire giornalmente...
Musica

La respirazione nel canto lirico

Il canto è una delle forme espressive più belle ed istintive dell’uomo, utilizzato sin dagli albori della storia umana come strumento universale di comunicazione e di manifestazione artistica. Attraverso l’utilizzo melodico della propria voce si...
Musica

Come respirare nel canto

Il canto è una passione che più o meno tutti abbiamo sperimentato nella vita. C'è chi canta sotto la doccia, quando si è in casa, mentre si fanno le pulizie ecc... Ma cantare è una forma d'arte e per essere considerati dei cantanti, bisogna fare...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.