Giunta Pisano: biografia e dipinti

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Ci sono artisti che hanno fatto storia lasciandoci opere di altissimo valore. Ma, la biografia e i dipinti di alcuni rimane comunque un mistero. Questo è successo anche per il pittore Giunta Pisano. Nonostante tutto, il pittore viene riconosciuto come il maggiore innovatore della pittura italiana nel secondo quarto del XIII secolo. Le sue figure di Cristo in croce appaiono più realistiche, con accenti dedicati al dolore, alla sofferenza. Ciò anche in linea con un’iconografia fortemente voluta e promossa dall'ordine francescano, che voleva avvicinare i fedeli alle sofferenze umane di Cristo. Il Pisano ha dato inoltre equilibrio alle proporzioni delle figure giocando con le ombre che sfumate fanno apparire meno duri i tratti del corpo di Gesù. Nella seguente guida indico la biografie e dipinti di Giunta Pisano.

27

Occorrente

  • Curiosità per i cambiamenti della pittura nel tempo
37

Biografia

Di Giunta Pisano con precisione non si conoscono né la data né il luogo di nascita. Ricerche di studiosi effettuate sui pochi documenti in possesso e per di più frammentari, riferirebbero che il pictor fosse, come sottolinea lo stesso letterato Rosini, "pistojese per nascita e pisano di adozione". Si dice che fosse figlio di Capitino, da qui il suo soprannome Giunta il Capitino, e che avesse un figlio di nome Leonardo. Inoltre, Giunta Pisano ha lasciato alcune traccie della sua vita tra Pisa, Assisi e Roma. Tanto che, in questi luoghi si possono rilevare alcune opere di carattere religioso. Ovviamente, avendo a disposizione pochissime fonti, non è possibile riportare notizie certe su Giunta Pisano.

47

Crocifisso di Assisi

Gli studiosi, su alcuni dipinti non apportano la firma, come accade invece per i crocifissi, li attribuiscono comunque al Giunta Pisano. L'opera più importante del Pisano, andata purtroppo distrutta, è un Crocifisso di Assisi, che gli venne commissionato intorno al 1236 dai francescani della Basilica di San Francesco. Giunta Pisano nel compiere quest’opera su tavola lignea si era ispirò al Christus patiens (Cristo morente sulla croce). Tanto che, Gesù appariva in croce con la testa dolcemente reclinata e una visibile espressione di dolore.

Continua la lettura
57

Crocifisso di Santa Maria degli Angeli

Nel Museo di Assisi si può ammirare, ad esempio, quello di Santa Maria degli Angeli, dipinto a tempera e oro su tavola. Si dice che questa sia la prima delle croci del Giunta Pisano pervenuteci. Si legge la sua firma: "Iunta Pisanus Capitini me fecit". Influenzato dallo stile asciutto del pictor e dal suo Christus patiens, fu sicuramente in seguito Cimabue, che andò arcuando maggiormente il corpo di Gesù in croce.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Attenzione costante alle figure ed ai giochi di ombre.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Arti Visive

Giovanni Baronzio: biografia e dipinti

Le origini ed anche la produzione artistica di Giovanni Baronzio, pittore italiano del XIV secolo, non sono ancora oggi del tutto chiare. Sicuramente appartenne alla scuola pittorica riminese e romagnola che aveva raccolto l'esempio pittorico giottesco,...
Arti Visive

Maestro della Maddalena: biografia e dipinti

Il Maestro della Maddalena è un anonimo pittore fiorentino della seconda metà del '200. Nasce nel 1265 e si spegne intorno al 1290. La biografia dell'artista è quasi del tutto assente. Le poche notizie sono incerte. Quelle che ricostruiscono la sua...
Arti Visive

Margaritone d'Arezzo: biografia e dipinti

Margaritone d'Arezzo, nasce nel 1240 e muore nel 1290 all'età di cinquanta anni. Fu un personaggio illustre e attivo della pittura italiana divenendo uno dei maggiori esponenti del periodo. Le sue opere, furono ritrovate per la maggior parte ad Arezzo...
Arti Visive

Cimabue: biografia e dipinti

Cenni di Pepo, sicuramente più conosciuto con lo pseudonimo Giovanni Cimabue, è nato a Firenze attorno al 1240 ed è morto a Pisa nel 1302. Il pittore si è collocato in una scia artistica legata ancora al classicismo bizantino, pur elaborando un proprio...
Arti Visive

Maestro d'Isacco: biografia e dipinti

Il Maestro d'Isacco è un pittore sconosciuto, identificato con questo nome per aver realizzato delle decorazioni nella Basilica di S. Francesco, ad Assisi. Raffigurano alcune scene della vita di Isacco. Pittore importantissimo del periodo di fine Duecento...
Arti Visive

Montano d'Arezzo: biografia e dipinti

Se siamo degli amanti dell'arte, ci sarà sicuramente capitato di voler ottenere maggiori informazioni sulla vita e le opere di alcuni particolari artisti che più preferiamo. Grazie ad internet potremo facilmente reperire tutte le informazioni di cui...
Arti Visive

Andrea di Bartolo: biografia e dipinti

Andrea Di Bartolo nato verso circa il periodo del 1360/70 e deceduto a Siena nel 1428, era figlio del pittore Bartolo di Fredi e di Bartolommea di Cecco. Egli era un pittore della scuola senese. Fra i dipinti maggiormente importanti dell'artista senese...
Arti Visive

Bittino da Faenza: biografia e dipinti

Bittino da Faenza, soprannominato anche Bitino, è stato un pittore italiano nato nel 1357 e morto nel 1427. Fu un'artista minore ed esistono poche fonti bibliografiche che fanno riferimento alla sua biografia. Egli, fu attivo in Romagna, dove lascia,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.