Giuseppe De Nittis: biografia e opere

Tramite: O2O 07/06/2017
Difficoltà: media
16

Introduzione

All'interno di questa guida ci soffermeremo sulla spiegazione della biografia e delle opere di Giuseppe de Nittis, un pittore di origini italiane appartenente alla corrente compresa tra i periodi del Verismo e dell'Impressionismo italiano; periodi storici in cui l'intento principale era quello di riflettere ogni dettaglio del particolare periodo storico che si stava vivendo, e questo lo si esprimeva con qualsiasi forma d'arte, dalla musica ala letteratura e dunque anche con la pittura.

26

La prima attività del pittore Giuseppe De Nittis

L' "Avanzarsi della tempesta" del 1864, "Casale nei dintorni di Napoli" destinato al Museo Nazionale di Capodimonte del 1866, e la nota "Traversata degli Appennini" dell'anno seguente, testimoniano in maniera eccellente la prima attività del pittore. Nel 1867 un viaggio a Firenze lo mise a stretto contatto con i pittori Macchiaioli, in particolar modo con Adriano Cecioni; sempre nello stesso anno si trasferì a Parigi e qui si stabilì fino alla morte con una interruzione di soli due anni, fra il 1870 e il 1872. Più avanti altre raffigurazioni del pittore.

36

Esposizione della prima mostra degli impressionisti

Perse una certa ingenuità provinciale, che costituiva il sapore della sua arte, e divenne un abile, stupefacente cronista della vita parigina. Espose alla prima mostra degli Impressionisti allestita nello studio del fotografo Nadar (1874), ma non partecipò alla loro ricerca di estremo rigore formale. Apprezzato infatti come ritrattista mondano ed elegante, indulse quasi sempre ad un virtuosismo fine a se stesso, analogo a quello di altri pittori italiani a lui contemporanei, come per esempio il Boldini.

Continua la lettura
46

Opere di Giuseppe De Nittis

La sua casa parigina divenne sede di incontri tra intellettuali di spicco della società francese come: Zola, Dumas, Matilde Bonaparte, Goncourt, i pittori Manet e Degas. Negli anni Settanta dell'Ottocento, a causa della guerra franco-tedesca, rientrò in Italia. Qui dipinse una serie di paesaggi dedicati al Vesuvio. Ripartì poi alla volta di Parigi, frequentando con regolarità le esposizioni del Salon. Tra il 1874 ed il 1882, compì un viaggio a Londra. Nel 1878, all'Esposizione Universale di Parigi, presentò dodici dipinti ed ebbe onorificenze dalla Legion d'Onore.

56

Ricreare la storia mediante le immaggini dipinti e raffigurazioni

Come Giuseppe de Nittis, anche altri pittori sono stati in gradi di ricreare praticamente la storia mediante immagini, dipinti, raffigurazioni, e così hanno dato la possibilità alle generazioni di oggi di rivivere praticamente ogni particolare di quel periodo mediante le opere che ci hanno lasciato in eredità.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Arti Visive

De Chirico: le migliori opere

Il padre della metafisica è Giorgio De Chirico, artista che ha vissuto tra il 1888 e il 1978. Il termine metafisica, di origine greca è inerente alla filosofia, letteralmente significa "al di là della realtà materiale". Il concetto di metafisica espresso...
Arti Visive

Botero: le migliori opere

Botero è un pittore colombiano considerato da tante persone uno dei migliori artisti sudamericani viventi. I più grandi esperti mondiali ritengono le sue opere come dei veri simboli dell'arte moderna. Il loro originale ed inconfondibile stile (denominato...
Arti Visive

Edvard Munch: le principali opere

Edvard Munch 1863-1944) è stato un artista norvegese, tra i primi a concepire l'espressionismo, un modo dell'artista di dipingere un quadro facendone prevalere l'emotività interiore. La sua vita è stata segnata da eventi tristi, come la morte della...
Arti Visive

Guida alle opere di Edward Hopper

Edward Hopper fu un pittore, incisore e illustratore statunitense. Nacque nel 1882 a Nyack, una piccola cittadina situata sull'Hudson River. Morì nel 1967 a New York. Già nell'infanzia dimostrò grandi doti per il disegno. Più avanti, con il suo realismo,...
Arti Visive

Guida alle opere di Chagall

Marc Chagall nacque a Vitebsk nel 1887 e morì nel 1985 a St. Paul de Vence. Fu un famoso pittore russo, frequentò l'Accademia di Belle Arti Russa sotto l'egida del maestro Nikolaj Konstantinovic Roerich. Nel 1908 esordì con opere che inizialmente si...
Arti Visive

Kitagawa Utamaro: vita e opere

La guida di oggi verte sulla vita e sulle opere di Kitagawa Utamaro. Si tratta di un artista giapponese nato a Tokyo nel 1753 e quivi morto nel 1806. La sua arte si fonda essenzialmente sul disegno e sulla pittura. La sua maestria esplode nella rappresentazione...
Arti Visive

Le più importanti opere d'arte italiane all'estero

L'arte italiana, come ben sappiamo, ha una storia millenaria da raccontare. Sin dall'età antica, gli artisti del "Bel Paese" ci hanno lasciato in eredità dei capolavori di diverso tipo, dalle sculture agli edifici religiosi e non, senza dimenticare...
Arti Visive

Leonardo da Vinci: le opere più importanti

Leonardo da Vinci (1452-1519) fu una delle figure più importanti nella storia dell'arte, ed è considerato ancora oggi uno dei più grandi inventori. Egli si autodefiniva "homo senza lettere", perché non conosceva né il greco né il latino, e ciò...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.