Guida ai Fori Imperiali

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Di tutto il patrimonio archeologico di Roma, i Fori Imperiali sono il monumento più frequentato dai turisti. Comprende tutta una serie di edifici e resti appartenenti al periodo che va dal 46 a. C. Al 116 d. C. Il Foro Romano invece resta fuori dai confini dei Fori Imperiali. Si tratta della vecchia piazza repubblicana, centro della vita politica e religiosa. Per visitare i Fori Imperiali è meglio che vi prendiate almeno una giornata intera poiché è un luogo denso di storia e arte. In questa guida vedrete una panoramica cronologica dei Fori Imperiali. Potrete così decidere cosa visitare, nel caso in cui aveste poco tempo a disposizione.

27

Occorrente

  • Guida turistica
37

Tra i Fori Imperiali, il più antico è il Foro di Cesare. Inaugurato nel 46 a. C., fu terminato da Augusto più tardi. Comprendeva una piazza con dei portici sui lati lunghi e al centro il tempo di Venere Genitrice. Infatti Giulio Cesare sosteneva di discendere da Enea, figlio di questa dea. Ricostruì anche la Curia, sede del Senato, che era stata distrutta da un incendio. Lo scopo era quello di realizzare un complesso magnifico per fare propaganda di sé stesso, alla ricerca del consenso dei romani che visitavano i Fori Imperiali.

47

Il secondo dei Fori Imperiali di cui parliamo in questa guida è quello di Augusto. Questo aveva fatto un voto a Marte, secondo il quale gli avrebbe dedicato un tempio all'interno dei Fori, se avesse vinto la battaglia di Filippi del 42 a. C. In questa occasione lui e Marco Antonio sconfissero chi aveva ucciso Cesare. Il Foro di Augusto era perpendicolare al Foro precedente. Sui lati lunghi c'erano dei portici con ampie esedre per le attività dei tribunali. Tutti gli spazi erano arredati da statue che ripercorrevano la storia di Roma e di tutti gli appartenenti della gens Iulia. Anche qui lo scopo della costruzione era quello di fare propaganda del potere, celebrandone tutte le sue imprese al di fuori dei Fori stessi.

Continua la lettura
57

L'imperatore Vespasiano costruì un'altra piazza staccata dai due Fori Imperiali precedenti dall'Argileto. Il Foro di Vespasiano è conosciuto anche con il nome di Foro della Pace o Tempio della Pace. Ha una forma molto diversa dai precedenti Fori Imperiali poiché si tratta di uno spazio con portici sui quattro lati e un tempio sul fondo. Al centro vi era un giardino con vasche d'acqua e statue.

67

L'ultimo dei Fori Imperiali in ordine cronologico è quello di Traiano, risalente al 112 d. C. Per trovare il posto a questo nuovo complesso, Traiano fece distruggere e ricostruire il tempio di Venere Genitrice. Inserì anche la Basilica Argentaria all'interno del Foro di Cesare e poi i Mercati di Traiano. La piazza principale del Foro aveva sul fondo la Basilica Ulpia e la Colonna di Traiano.

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Se potete, è preferibile visitare i Fori insieme a una guida turistica.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Mostre e Musei

Guida al Museo Sissi

Il Palazzo Imperiale di Hofburg vanta diverse e prestigiose collezioni e ospita il Museo Sissi. La leggenda di questa duchessa bavarese è radicata nell'inconscio collettivo. Sissi sposò l'imperatore Franz Joseph e divenne l'imperatrice d'Austria tra...
Mostre e Musei

Guida al Museo Di Belle Arti

Budapest è una città ricca di storia ed è molto affascinante. Parecchi sono i motivi di questa sua caratteristica positiva. Tra i tanti ci sono i luoghi da visitare, questi sono imperdibili, poiché hanno un trascorso storico, che va assolutamente...
Mostre e Musei

Guida al Smithsonian American Art Museum

Lo Smithsonian American Art Museum consiste in uno dei più importanti musei di Washington D. C., anche se in realtà lo possiamo comunemente definire come un complesso di musei. Infatti sono presenti ben 19 musei negli stati di New York, del Virginia,...
Mostre e Musei

Guida al Cremlino di Mosca

Il Cremlino, termine russo che in italiano significa letteralmente "fortezza", è situato nel centro storico di Mosca ed ospita le istituzioni governative nazionali. A dire il vero, si tratta di un complesso architettonico circondato da imponenti mura,...
Mostre e Musei

Guida al Museo del Cinema di Torino

Torino è una città davvero splendida che ci offre diversi scenari a livello storico, artistico e culturale. Passeggiando lungo le vie di una delle prime capitali d'Italia, ci ritroviamo immediatamente proiettati nel passato. Gli edifici tipicamente...
Mostre e Musei

Guida al Partenone di Atene

Quando si pensa all'arte in generale, si tende ad immaginare anche gli antichi e gli storici monumenti, tra i quali non può non essere dimenticato il rinomato Partenone di Atene. Questo imponente colosso dell'architettura greca, rappresenta il tempio...
Mostre e Musei

Guida alle Cappelle Medicee

Le Cappelle Medicee si trovano a Firenze e sono il luogo dove la famiglia Medici, la signoria che dominò Firenze e gran parte della Toscana, scelse di venire sepolta. Per chi predilige la cultura e la religione, non può non visitare le cappelle che...
Mostre e Musei

Guida alla Galleria Nazionale dell'Umbria

La Galleria Nazionale dell'Umbria è uno dei più importanti musei dell'Italia centrale: fu fondata nel 1863 e oggi è situata al terzo piano del Palazzo Comunale o dei Priori di Perugia, edificio gotico tra i più superbi e possenti palazzi pubblici...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.