Guida ai Fori Imperiali

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Di tutto il patrimonio archeologico di Roma, i Fori Imperiali sono il monumento più frequentato dai turisti. Comprende tutta una serie di edifici e resti appartenenti al periodo che va dal 46 a. C. Al 116 d. C. Il Foro Romano invece resta fuori dai confini dei Fori Imperiali. Si tratta della vecchia piazza repubblicana, centro della vita politica e religiosa. Per visitare i Fori Imperiali è meglio che vi prendiate almeno una giornata intera poiché è un luogo denso di storia e arte. In questa guida vedrete una panoramica cronologica dei Fori Imperiali. Potrete così decidere cosa visitare, nel caso in cui aveste poco tempo a disposizione.

27

Occorrente

  • Guida turistica
37

Tra i Fori Imperiali, il più antico è il Foro di Cesare. Inaugurato nel 46 a. C., fu terminato da Augusto più tardi. Comprendeva una piazza con dei portici sui lati lunghi e al centro il tempo di Venere Genitrice. Infatti Giulio Cesare sosteneva di discendere da Enea, figlio di questa dea. Ricostruì anche la Curia, sede del Senato, che era stata distrutta da un incendio. Lo scopo era quello di realizzare un complesso magnifico per fare propaganda di sé stesso, alla ricerca del consenso dei romani che visitavano i Fori Imperiali.

47

Il secondo dei Fori Imperiali di cui parliamo in questa guida è quello di Augusto. Questo aveva fatto un voto a Marte, secondo il quale gli avrebbe dedicato un tempio all'interno dei Fori, se avesse vinto la battaglia di Filippi del 42 a. C. In questa occasione lui e Marco Antonio sconfissero chi aveva ucciso Cesare. Il Foro di Augusto era perpendicolare al Foro precedente. Sui lati lunghi c'erano dei portici con ampie esedre per le attività dei tribunali. Tutti gli spazi erano arredati da statue che ripercorrevano la storia di Roma e di tutti gli appartenenti della gens Iulia. Anche qui lo scopo della costruzione era quello di fare propaganda del potere, celebrandone tutte le sue imprese al di fuori dei Fori stessi.

Continua la lettura
57

L'imperatore Vespasiano costruì un'altra piazza staccata dai due Fori Imperiali precedenti dall'Argileto. Il Foro di Vespasiano è conosciuto anche con il nome di Foro della Pace o Tempio della Pace. Ha una forma molto diversa dai precedenti Fori Imperiali poiché si tratta di uno spazio con portici sui quattro lati e un tempio sul fondo. Al centro vi era un giardino con vasche d'acqua e statue.

67

L'ultimo dei Fori Imperiali in ordine cronologico è quello di Traiano, risalente al 112 d. C. Per trovare il posto a questo nuovo complesso, Traiano fece distruggere e ricostruire il tempio di Venere Genitrice. Inserì anche la Basilica Argentaria all'interno del Foro di Cesare e poi i Mercati di Traiano. La piazza principale del Foro aveva sul fondo la Basilica Ulpia e la Colonna di Traiano.

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Se potete, è preferibile visitare i Fori insieme a una guida turistica.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Arti Visive

I 10 monumenti più belli al mondo

Quando si sceglie di visitare una città, che sia per motivi di studio o semplicemente per trascorrervi le vacanze, la prima cosa su cui ci si informa è l'itinerario da percorrere per visitarne i principali monumenti. Ogni città racchiude in sé testimonianze...
Mostre e Musei

Come visitare il Palazzo Reale a Vienna

Il Palazzo Reale di Hofburg si trova nella capitale austriaca, Vienna, e rappresenta una maestosa struttura Medievale che ricopre una vasta area del centro di questa metropoli. Questa si tratta di una grandiosa opera d'arte, che è stata la residenza...
Danza

Breve storia della danza moderna

Oggi grazie agli spettacoli televisi possiamo ammirare degli show incentrati sulla danza, sia moderna che classica. Naturalmente la danza classica rappresenta la base di tutto, avendo una storia millenaria; ma anche la danza più moderna sembra avere...
Mostre e Musei

Guida al Museo Sissi

Il Palazzo Imperiale di Hofburg vanta diverse e prestigiose collezioni e ospita il Museo Sissi. La leggenda di questa duchessa bavarese è radicata nell'inconscio collettivo. Sissi sposò l'imperatore Franz Joseph e divenne l'imperatrice d'Austria tra...
Letteratura

Le divinità dell'Antica Roma

Roma è considerata oggi tra città eterna, anche se tuttavia sono in pochi a conoscere la sua vera storia. Oggi sì, infatti, conosciamo la storia di Roma grazie a strutture come il Colosseo, Fori Imperiali e tantissimi altri monumenti sparsi per la...
Mostre e Musei

5 posti segreti da visitare a Roma

Roma è sempre una meta molto scelta dai turisti di tutto il mondo, attratti dalla sua bellezza eterna e i suggestivi scorci su un passato glorioso. Il Colosseo, i Fori Imperiali o i Musei Vaticani sono imperdibili meraviglie da visitare. Eppure esiste...
Letteratura

Appunti di letteratura italiana: Cesare Beccaria

Uno degli autori più significativi della letteratura italiana è senza dubbio Cesare Beccaria. Questo insigne pensatore e giurista ha sviluppato in pieno clima illuminista una rete di teorie straordinariamente attuali e moderne, poiché volte alla difesa...
Letteratura

Breve guida all'opera di Cesare Pavese

"La letteratura è una difesa contro le offese della vita. Le dice: Tu non mi fai fesso: so come ti comporti, ti seguo e ti prevedo, godo anzi a vederti fare e ti rubo il segreto componendoti in scaltrite costruzioni che arrestano il tuo flusso"Da questa...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.