Guida al balletto "Notre-Dame de Paris"

tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

Ogni ballerino e ballerina di danza classica sogna di poter diventare un giorno famoso per la sua bravura ed espressività d'arte attraverso le movenze del suo corpo e partecipare così alla realizzazione di un'opera famosa e rinomata. Una di queste opere è il balletto classico ispirato alla famosa opera di Victor Hugo, "Notre-Dame de Paris". In questa guida parleremo proprio del balletto ispirato all'omonimo romanzo di Victor Hugo, Notre-Dame de Paris, uno dei balletti più celebri del coreografo Roland Petit.

24

La trama: atto I

Atto I. La vicenda si svolge a Parigi, nel 1482: Quasimodo, gobbo e zoppo, compare in piazza mentre si sta eleggendo il “Papa dei folli”, cioè colui che è più bravo e originale nel fare smorfie e buffonerie. Notando il gobbo, la folla non ha dubbi e lo elegge vincitore, trascinandolo in corteo per le strade. Nel frattempo arriva anche l’arcidiacono di Notre-Dame, Claude Frollo, che, anni prima, aveva salvato Quasimodo, abbandonato alla nascita. Frollo è in segreto innamorato di una bella zingara, dal nome Esmeralda, che danza davanti alla cattedrale e ordina al fedele campanaro di rapirla. Esmeralda inizia a scappare, aiutata dal capitano Phoebus e dai suoi arcieri che catturano Quasimodo. La zingara si commuove, però, vedendo il povero gobbo malmenato dagli arcieri, si avvicina a lui e gli offre da bere. Quasimodo, commosso da questo gesto, s’innamora della donna.

34

Atto II

Quasimodo rimane con Esmeralda per controllare che non le succeda nulla: la donna mostra riconoscenza e il campanaro la conduce nel suo rifugio. Esmeralda, tranquillizzatasi, si addormenta e Quasimodo si allontana. Approfittando della situazione, Frollo si avvicina alla donna, ma lei lo rifiuta. Un'editto promulgato dal Parlamento revoca, nel frattempo, il diritto di asilo in Notre-Dame e i soldati irrompono nella cattedrale. Quasimodo, tornato sul posto, tenta in tutti i modi di difendere Esmeralda che, però, viene presa, portata sul patibolo e uccisa: preso dalla rabbia, il gobbo strozza Frollo considerandolo l’origine e la causa di tutti i mali e prende il corpo di Esmeralda.

Continua la lettura
44

Le caratteristiche principali del balletto

Le caratteristiche principali del balletto sono i 4 personaggi principali, intorno ai quali ruota la vicenda di Esmeralda, Quasimodo, Frollo e Phoebus, ai quali è richiesta grande perizia tecnica e interpretativa; in particolare, il ruolo di Quasimodo, che lo stesso Roland Petit interpretò durante la prima rappresentazione, è di grandissima difficoltà anche per le deformazioni fisiche richieste dal personaggio e che il ballerino è chiamato ad interpretare e fare proprie. Un ruolo fondamentale è, però, dato anche al Corpo di Ballo che interpreta la folla e sottolinea la storia, che dalla tenerezza di un amore quasi impossibile, passa ai toni della tragedia e della morte. Una storia commovente che appassiona e conquista il pubblico di ogni età.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Letteratura

Breve storia della letteratura italiana

In questa guida troverete un breve excursus sulla storia della letteratura italiana che parte dal Duecento e procede fino ai nostri giorni in un intreccio di generi e influenze difficili da delineare. Il secolo XIII, dunque, vede la nascita della letteratura...
Danza

Come inventare un balletto

Molte sono le persone appasionate di danza e spettacoli, che ogni giorno si riversano nei teatri per ammirare le scenografie e le evoluzioni artistiche messe in scena da ballerini professionisti. I balletti sono sempre belli da vedere, ed affascinano...
Danza

Breve storia del balletto

La danza è una forma d'arte che ha sempre fatto parte della storia umana. Dai rituali dedicati alle divinità fino alla valenza che ha oggi, il ballo ha assunto diverse valenze nel corso dei secoli. Inizialmente si trattava di un rituale prettamente...
Danza

Balletto: tecnica e passi

Con il termine balletto si indica solitamente la danza classica. Il balletto è una delle forme più conosciute e diffuse della danza, dalla notevole eleganza e dalla tanta disciplina che permea questo stile. Il balletto è un insieme di tantissimi fattori...
Danza

Come raggiungere un Extension nel Balletto

Il balletto è una disciplina molto antica, che ancora oggi attira interesse. È uno spettacolo di danza, dove vengono impartite varie coreografie. Ovviamente, per poterlo eseguire bisogna studiare e allenarsi. Inoltre, per raggiungere certi livelli...
Danza

Idee simpatiche per insegnare il balletto ai bambini

Insegnare è una delle attività più difficili che esistano, ma insegnare ai bambini è ancora più difficile, poiché è complicato fargli amare le materie, trasmetter passione e farli rimanere attenti alle lezioni. Spesso le bambine vengono avvicinate...
Danza

Guida al balletto Lo schiaccianoci

È passato più di un secolo da quando Lo Schiaccianoci fu rappresentato per la prima volta nel 1892 e da allora il balletto russo ha conosciuto una fama senza tempo. Anche se all'epoca non ebbe il giusto riconoscimento, con il passare degli anni la sua...
Danza

Come vestirsi per un balletto

Una bravissima ballerina di qualunque genere se non a suo agio durante un'esibizione può compromettere il risultato della sua performance. Per evitare che questo accada e avere sempre il meglio in ogni prestazione ha bisogno di vestirsi in modo adeguato...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.