Guida al Castel S. Angelo di Roma

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

All'interno della presente guida, andremo a occuparci di turismo e, nello specifico, rimarremo nei confini italiani. Come avrete notato attraverso la lettura del titolo stesso che accompagna la nostra guida, ora andremo a offrirvi una guida al Castel S. Angelo di Roma. Cominciamo immediatamente.
Il Castello Sant'Angelo viene anche denominato come "il Cagliostro", ed è senza ombra di dubbio uno dei monumenti più conosciuti della città eterna.
Le sue origini sono molto antiche, infatti fu dapprima edificato come mausoleo funebre dell’imperatore Adriano ed in un secondo tempo trasformato in castello dagli stessi romani fino al 1367 quando passò sotto il controllo dello Stato Pontificio. Da qui la sua storia sarà lunga e colorita e Castel San'Angelo assunse varie "forme" passando da dimora, a prigione, a tesoreria.

27

Occorrente

  • Passione per la storia
37

La sala delle Urne

Essa rappresenta la parte delle fondamenta del mausoleo fino al secondo piano e copre un dislivello di 12 metri, collegando il piano terra alla Sala delle Urne ossia quello che era il cuore del mausoleo con la tomba di Adriano. La sua architettura è splendida, con volte altissime e rappresenta perfettamente la potenza e conoscenza ingegneristica degli antichi Romani.
Per quanto riguarda la conosciutissima sala delle Urne, essa è un po' scarsa, proprio perché rimane molto poco rispetto a quello che fu lo splendore di un tempo. Infatti, in passato, quest'area era custode delle spoglie della famiglia imperiale. Fu rivestita di marmi molto preziosi, ed è attraversata da una passerella dalla quale potrete notare le nicchie, piuttosto grandi, che avrebbero contenuto le varie urne.

47

Le armerie

Le armerie del quarto piano sono particolarmente interessanti in quanto conservano una mostra permanente di armi e armature dal 1500 al 1700 con pezzi rari e magnificamente restaurati molto difficili ad apprezzare in altri contesti. Segue la Sala Paolina, famosa per i suoi splendidi affreschi e l'atmosfera "sfarzosa", era la sala che veniva usata per accogliere i visitatori i quali rimanevano immediatamente impressionati dall'opulenza e dalla ricchezza dei papi. Gli affreschi di Pierino del Vaga ivi presenti inneggiano direttamente alla figura di Paolo III e sono opere di rara bellezza ed ottimamente conservate.

Continua la lettura
57

Le prigioni del Castello

Sotto uno dei tanti cortili del secondo piano, il Cortile della Balestra, si snodano le prigioni del castello, appena scesi, dopo una grande sala, si apre un corridoio circolare dal quale si noteranno immediatamente le antiche celle. Alle prigioni segue il cortile dell'Angelo, di pianta quadrata, il quale in antichità faceva da cornice all’entrata degli appartamenti papali; è noto come dell’Angelo perché conserva la statua dell’ arcangelo Michele, che prima del 1747 ornava la cima del castello.

67

La sala del Tesoro

Proseguendo nella visita si può infine incontrare la Sala del Tesoro che si trova nel corpo più alto del castello, in una zona centrale ed in parte di origine romana; contiene contiene armadi di noce e bauli di metallo che custodivano il tesoro pontificio.
In sostanza, andare a visitare il Castel Sant'Angelo di Roma, è come compiere una sorta di viaggio nel tempo e nella storia, che vi offrirà un valore culturale davvero importante. Vi consiglio questa visita anche con i vostri figli, specie se in età scolastica.
Eccovi un link d'approfondimento su questa tematica che abbiamo sviluppato in questi quattro passi: http://www.castelsantangelo.com/.

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Pianificare almeno una mezza giornata per godersi appieno la visita
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Mostre e Musei

Roma: i migliori musei

Roma, capitale d'Italia rappresenta ed ha da sempre rappresentato nei secoli uno dei centri culturali più ricchi ed importanti del mondo.La città vanta infatti una lunghissima serie di musei all'interno dei quali sono gelosamente custodite le più...
Arti Visive

Come fare un angelo con gli origami

La tecnica degli Origami è molto antica, e arriva dall'Oriente. È una tecnica per piegare la carta, e anche se richiede molta manualità, è un piacevole passatempo creativo adatto a tutti. La tecnica degli origami è utile per creare vari oggetti,...
Mostre e Musei

Artigianato etnico a Milano

Per artigianato etnico s'intende la produzione di mobili ed oggetti vari da parte degli artigiani, che esprimono il gusto e lo stile della propria terra tramite le loro opere. Nella città di Milano, come in quasi tutte le cittadine della Penisola italiana,...
Letteratura

Opere letterarie di Massimo Gramellini

Massimo Gramellini è un celebre giornalista e scrittore italiano. Di origine torinese, ha collaborato per molti anni con il celebre giornale La Stampa e, dal gennaio del 2017 è vicedirettore ed editorialista del Corriere della Sera. In questa guida,...
Musica

Breve storia del Festival di Sanremo

Il Festival di Sanremo nasce nel 1951 e prende il nome dalla città in cui viene svolta la manifestazione, Sanremo appunto, nel Ponente Ligure. Il conosciutissimo "Teatro Ariston" è stato, dal 1977, il palcoscenico fiorito di questo grande spettacolo,...
Letteratura

Appunti sul Dolce stil novo

Il Dolce stil novo è un movimento nato nella seconda metà del III secolo a Firenze. Il nome "dolce stil novo" è stato dato da Dante Alighieri, che nel canto XXIV del purgatorio definisce questa sua poetica come chiara e purificata da varie regole....
Letteratura

I 10 libri da leggere durante le vacanze di Natale

Ci sono periodi dell'anno in cui si cerca di recuperare il tempo perduto. I troppi impegni, il lavoro e la famiglia a volte non permettono di dedicarsi a stessi. Ma per fortuna ci sono dei periodi dell'anno dove nei ritagli di tempo si riesce a fare...
Arti Visive

L'arte di Corrado Giaquinto

Corrado Giaquinto fu un importante pittore che visse nel 1700. Figlio di Francesco, sarto di origine napoletana e di Angela Fontana, barese, realizzò numerose opere di grande livello. Nacque nel 1703 a Molfetta e morì nel 1765 a Napoli. Visse anche...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.