Guida al Castello Sforzesco di Milano

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Il castello Sforzesco di Milano è uno degli edifici storici più caratteristici della città, assieme al Duomo. La costruzione risale al medioevo, quando la famiglia dei Visconti ebbero l’esigenza di costruire una fortificazione per difendere la città. Le successive generazioni dei Visconti continuarono i lavori di ampliamento del castello, finché nel 1395 Gian Galeazzo Visconti divenne il primo duca di Milano e si traferì in pianta stabile al castello con tutta la corte. La dinastia Viscontea poi si estinse a causa della mancanza di eredi e il castello venne distrutto nel 1447 dalla repubblica ambrosiana. Tre anni dopo gli Sforza avviarono i lavori di ricostruzione e nel 1494, con la salita al potere di Ludovico il moro, Il Castello ebbe il suo apice di sfarzosità e lustro. Nei secoli a venire il castello fu oggetto di numerosi attacchi e ricostruzioni da parte dei germanici, spagnoli e i francesi di Napoleone. Il fossato fu aggiunto nel 1660 dagli spagnoli, che fortificarono ulteriormente le mura, mentre i francesi abbatterono parte delle fortificazioni. Nel 1800 ci fu un dibattito per il totale abbattimento, ma fortunatamente prevalse lo spirito di conservazione e il castello fu salvo. Entriamo ora nel dettaglio della Guida al Castello Sforzesco di Milano.

25

L’ingresso gratuito al castello consente di visitare i cortili esterni ed il parco che circonda la costruzione. Alcune sale possono essere adibite a mostre estemporanee che a volte sono gratuite. Nel parco sono presenti oltre alle zone verdi l’acquario civico, l’arena, la torre Branca e il palazzo d’arte..
L’acquario civico è visitabile gratuitamente, non è molto grande e contiene degli esemplari che vivono nei nostri mari. La torre Branca fu costruita durante gli anni del Fascismo, ed era nota come “Torre Littoria”. Fu ribattezzata col nome attuale preso dai fratelli Branca che la restaurarono. Poi l’arena, che è un anfiteatro costruito all’inizio del diciannovesimo secolo dall’architetto Luigi canonica. Il palazzo dell’arte, costruito anch’esso negli anni del Ventennio fascista, ospita mostre ed eventi culturali di spessore internazionale.

35

Vediamo ora cosa ci riserva l’interno del castello. Da non perdere è la sala dell’asse, che ci testimonia la presenza di Leonardo da Vinci tramite le sue preziose decorazioni. Un’altra preziosa testimonianza presente è quella di Michelangelo, che con la sua pietà Rondanini da il nome anche all’omonimo museo presente nel vecchio ospedale spagnolo, all’interno del castello. Come se non bastasse è presente nel castello una pinacoteca, dove possiamo ammirare tra gli altri, un prezioso dipinto di Andrea Mantegna. Infine nella sala della Balla, possiamo ammirare i preziosi arazzi del Bramantino.

Continua la lettura
45

Da segnalare inoltre le visite guidate per piccoli gruppi che vengono periodicamente organizzate e che ci portano a visitre le merlate, permettendo di percorrerle in tutta la loro lunghezzaed ammirare il panorama cittadino. Altrettando suggestiva è la visita ai sotterranei e ad ai percorsi normalmente chiusi al pubblico.

55

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Visitare parco e musei

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Mostre e Musei

Guida alla Triennale Di Milano

Se vi trovate a Milano è opportuno e consigliabile andare alla triennale di Milano. La Triennale di Milano ha la sua principale sede nel Palazzo dell'Arte di Parco Sempione, in Viale Alemagna. Nel museo si trovano numerose opere di design ed esposizioni...
Mostre e Musei

Guida la museo di storia naturale di Milano

Il Museo di Storia Naturale di Milano è situato in Corso Venezia numero 55, a Milano, nei pressi dei Giardini Indro Montanelli. Questo importante museo è tra i più ricchi d'Italia e rilevanti d'Europa. Le sue numerose sale custodiscono delle affascinanti...
Mostre e Musei

I musei gratis di Milano

Da qualche anno, in Italia, coloro che non possono permettersi di spendere soldi per apprezzare i monumenti artistici, possono visitare gratis i musei di varie città italiane. Per sapere i nomi dei comuni che aderiscono all'iniziativa, basta informarsi...
Mostre e Musei

Guida alle mostre permanenti di Milano

Milano è una città ricca di proposte per quanti amano l'arte e la cultura: il ricco e variegato complesso urbano si propone come un vero manuale di architettura a cielo aperto, che spazia dal paleocristiano di S. Ambrogio al gotico del Duomo, giungendo...
Mostre e Musei

Come visitare il Museo di storia naturale a Milano

Se amate l'arte e la cultura allora sicuramente amate anche i tanti musei che le città, e in particolare le grandi città vi possono offrire. In questa guida parleremo di una città d'arte, ci stiamo riferendo a Milano e più precisamente al Museo di...
Mostre e Musei

I musei imperdibili di Milano

Sia che la si scelga per passare il week end o per un periodo di tempo maggiore, chi sceglie Milano come meta per trascorrere il proprio tempo libero, ha sicuramente voglia di scoprire il meglio di questa città; ogni giorno sempre più affascinante e...
Mostre e Musei

Cinque pinacoteche da non perdere a Milano

Negli ultimi anni, Milano si è imposta nel panorama internazionale come una delle città più vive e interessanti: da Expo alla moda, dalla rinnovata skyline in continua evoluzione ai quartieri della vita notturna, le ragioni per andare alla scoperta...
Mostre e Musei

Musei a Milano: quali visitare con i bambini

Milano, la città della moda, accoglie i turisti nella sua instancabile frenesia visibile in tutti i luoghi del centro storico. Non c'è niente di meglio allora specialmente per le famiglie che staccare dalla frenetica metropoli e andare a visitare uno...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.