Guida al cinema di Scorsese

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Martin Scorsese cresce nel clima di rinnovamento cinematografico degli anni sessanta e diventa, nel decennio successivo, uno degli esponenti di spicco della New Hollywood. La Nouvelle Vague francese, il Neorealismo italiano, il cinema indipendente della “Scuola di New York”, sono alcune delle immani influenze che hanno formato il giovane Scorsese, che con il passare degli anni non smetterà di perfezionare il suo stile e di mostrare le sue straordinarie doti di sperimentatore instancabile. È difficile riassumere una filmografia che racchiude più di quarant'anni di cinema, in questa guida cercherò di descriverne gli elementi principali, delineando le tematiche affrontate, lo stile e il suo poliedrico approccio ai generi.

25

Le tematiche dei film di Scorsese

Le tematiche: i film di Scorsese sono spesso “parabole cristologiche”. Descrivono l'ascesa e il declino di antieroi emarginati, a volte mediocri nel loro cinismo, nei loro gesti più violenti (per il film Quei bravi ragazzi si è parlato di “banalità del male”). Il regista, profondamente cattolico, vive un conflitto fra la sua fede religiosa ed un mondo dominato dalla criminalità organizzata, è questo contrasto il nucleo principale sulla quale si basano molti dei suoi capolavori. La naturale conseguenza è la scelta dei gangster-movie o di film più spirituali, come L'ultima tentazione di Cristo o Kundun, in cui si concentra sull'uomo più che sui valori religiosi. Non possiamo poi dimenticare New York, una città-protagonista della sua tematica. Film come Mean Street, Alice non abita più qui, Taxi driver, il musical New York, New York, sono tappe fondamentali di una rilettura, di una città che Scorsese conosce bene e con la quale vive un rapporto conflittuale.

35

Lo stile nei film di Scorsese

Lo stile: influenzato soprattutto dal realismo francese e italiano e dal cinema di John Cassavetes, gira i primi film con un taglio documentaristico (come in Chi sta bussando alla mia porta?) ma in pochi anni modifica il suo stile: l'iperrealismo diventa il suo marchio di fabbrica. A tale scopo, Scorsese utilizza virtuosi e precisi movimenti di macchina (Toro scatenato, Casinò) e collabora con straordinari direttori di fotografia (Michael Chapman, Robert Richardson, Michael Ballhaus). Di film in film, emerge uno stile sempre più raffinato.

Continua la lettura
45

I generi dei film di Scorsese

I generi: il regista riesce a conciliare i due aspetti del neorealismo italiano, il cinema sontuoso di Visconti e la sobrietà di De Sica o di Rossellini. Durante la sua carriera si è confrontato con ogni tipo di genere, con la commedia (Re per una notte, Fuori Orario), con il musical (New York, New York) Ha realizzato un dramma intimista e al tempo stesso immaginifico come L'età dell'innocenza. Ha girato kolossal come Gangs of New York e The Aviator. Vince finalmente l'Oscar nel 2006 con The departed – Il bene e il male, un thriller d'autore.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Recitazione

10 buoni motivi per andare al cinema

Nonostante film di qualità pregevole sia italiani che esteri, sembra che il cinema non sia in buonissima salute: le sale spesso restano vuote e molte di esse hanno addirittura chiuso anche nelle grandi città. Sono state fatte diverse iniziative importanti...
Recitazione

5 motivi per preferire il cinema al teatro

Stasera cinema o teatro? Se c'è chi risolve il problema non perdendosi nemmeno uno spettacolo né sullo schermo né sul palcoscenico, sono in molti ad avere una predilizione spiccata per uno di questi due luoghi di intrattenimento sempre un po' in competizione....
Recitazione

Bollywood e il cinema indiano

Bollywood è una parola formata da Bombay ed Hollywood, e sta a significare il cinema popolare indiano che ad oggi è diventato un vero e proprio impero. Ricordate il film vincitore di ben 8 premi Oscar "The Millionaire"?. È solo uno degli ultimi capolavori...
Recitazione

5 motivi per preferire il teatro al cinema

Chi ama le arti sceniche, spesso di trova a dover fare una scelta stra seguire uno spettacolo a teatro o tra le poltrone di un cinema. Per aiutarvi nella scelta, abbiamo deciso di sviluppare una semplicissima e pratica guida (di parte) che vi propone...
Recitazione

Il cinema di Vittorio De Sica

Vittorio Domenico Stanislao Gaetano Sorano De Sica, più conosciuto semplicemente come Vittorio De Sica, è stato uno degli esponenti più importanti del cinema neorealista italiano. Indimenticabile per le sue qualità attoriali, De Sica è stato il regista...
Recitazione

Le 10 auto più famose del cinema

Le automobili rappresentano una delle passioni maggiormente diffuse a livello mondiale, insieme allo sport in generale. Per questo motivo, le autovetture sono più o meno interpreti fondamentali di numerose pellicole cinematografiche. Di conseguenza alcune...
Recitazione

Il cinema dei fratelli Lumière

I fratelli Louis-Jean e August-Marius Lumière, nacquero a Besançon rispettivamente nel 1864 e 1862, da padre fabbricante di lastre fotografiche, grazie al loro "Cinematrographe", sono i precursori del sistema cinematografico. Dopo aver prodotto e proiettato...
Recitazione

Il cinema di Ingmar Bergman

Ingmar Bergman, regista, sceneggiatore e drammaturgo di origini svedesi, è stato una delle figure più importanti nella storia del cinema. La morale che permea i suoi film è spesso pessimista, quasi nichilista, derivata da una famiglia con a capo un...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.