Guida all'arte del Bramante

tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

Donato Bramante è una delle figure di primo piano dell'arte italiana del Rinascimento. Le prime opere di questo valente architetto furono create a Milano e comprendevano il complesso di Sant'Ambrogio e la chiesa di Santa Maria delle Grazie. A Roma, il Bramante servì invece Papa Giulio II per la ricostruzione della città. La Basilica di San Pietro, di cui fu architetto principale, fu iniziata nel 1506. Altre importanti opere romane furono il Tempietto a San Pietro in Montorio (1502) e il corte Belvedere in Vaticano (iniziato nel 1505). In riferimento a ciò, ecco una guida all'arte del Bramante.

24

La Cappella del Perdono

Donato Bramante nacque nel 1444 a Monte Asdruvaldo, vicino Urbino. Passò gran parte della giovinezza nell'ambiente culturale dei Montefeltro. A lui è attribuita la chiesa di San Bernardino e la Cappella del Perdono nel Palazzo Ducale. Dopo il 1476 il Bramante lasciò Urbino e viaggiò per l'Italia settentrionale, e successivamente si spostò a Milano, presso la corte di Ludovico il Moro, fino alla caduta di quest'ultimo nel 1499. In questo periodo la sua arte entrò in contatto con Leonardo, anch'egli a Milano in quegli anni.

34

La chiesa di Santa Maria delle Grazie

La prima opera milanese è Santa Maria presso San Satiro, chiesa in cui è evidente il segno delle sue idee: l'edificio ha una misura grandiosa, data dal rapporto tra larghezza e altezza, dalla copertura a botte e dall'organica disposizione ad angolo retto degli archi, sormontati da una cupola. Un'altra opera milanese fu invece la Canonica di Sant'Ambrogio, costruita tra il 1492 e il 1498, ma al Bramante vengono attribuite anche costruzioni come il Duomo di Pavia e la chiesa di Santa Maria delle Grazie. Nel 1499 il re di Francia sconfisse gli Sforza e Bramante decise di lasciare Milano per trasferirsi a Roma, dove gli furono subito commissionati una serie di lavori molto importanti per conto dei papi Alessandro VI e Giulio II.

Continua la lettura
44

il Cortile del Belvedere e il Palazzo Caprini

Le due ultime opere importanti realizzate dal Bramante furono il Cortile del Belvedere nel 1505 e Palazzo Caprini, progettato nel 1510. Bramante morì poi a Roma nel 1514 e fu enorme l'influsso che esercitò su tutta l'architettura del Cinquecento, nonostante gran parte dei suoi progetti siano poi stati profondamente modificati nel corso dei secoli successivi. Influenzò infatti, importanti artisti del suo tempo, come il grande Leonardo, ma anche tutta una generazione successiva di architetti e pittori del tardo Rinascimento, che ancora oggi ci consentono di ammirare le loro maestose opere.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Arti Visive

Breve guida sull'arte islamica

Quando si parla di arte naturalmente si intende ogni forma proveniente dall'estro di una persona definita artista. Non necessariamente deve avere a che fare con la pittura o la scultura, ma arte può essere anche quella di strada per esempio apprezzabile...
Arti Visive

Breve guida sull'arte realista

L'arte realista è una corrente artistica di origine francese. Conosciuta maggiormente con il nome di Realismo, fece la sua prima comparsa a metà del XIX secolo, riscontrando fin da subito un dite vole interesse tanto che si diffuse rapidamente in tutta...
Arti Visive

Breve guida sull'arte moderna

Vi intendete di arte? Vi piace o vorreste approfondirla? Allora vi proponiamo questa breve guida sull'arte moderna, così da potervi cimentare poi in qualche approfondimento che più vi piace.L'arte moderna inizia nella seconda metà XIX secolo e, più...
Arti Visive

Guida sull'Arte Fiamminga

L'Arte Fiamminga è un fenomeno che si sviluppa nel trecento, nelle Fiandre, sostenuta dalla prosperità economica del periodo. Jan Van Eyck e Robert Campin sono i due maestri che favoriscono la nascita di un nuovo stile pittorico, con delle caratteristiche...
Arti Visive

Guida all'arte di Antonello da Messina

Il Rinascimento italiano è un periodo storico ricco di arte e di letteratura. Uno dei maggiori esponenti dell'arte rinascimentale è sicuramente Antonello Da Messina. Il suo vero nome è Antonio di Giovanni de Antonio ed è stato un pittore siciliano...
Arti Visive

Guida all'arte di Leonardo da Vinci

Leonardo da Vinci è stato il genio assoluto dell'arte e della cultura del Rinascimento italiano. Pittore, disegnatore e ingegnere dal talento indiscusso è l'autore di opere intramontabili come la celebre Gioconda, l'Ultima Cena, La vergine delle Rocce...
Arti Visive

Breve guida sull'arte cubista

l'arte cubista è nata e si è sviluppata a Parigi tra il 1908 e il 1914, in seguito alla ricerca di un nuovo linguaggio pittorico da parte di Picasso e Braque, i quali tagliarono in modo netto ogni rapporto con la precedente art nouveau. Possiamo distinguere...
Arti Visive

Guida all'arte egizia

L'arte egizia ha origini antichissime, difatti le testimonianze pervenute risalgono al 2850 a. C., età definita dagli studiosi come "Periodo del Regno Antico". A differenza di altre civiltà anche contemporanee, gli egizi usavano l'arte per scopi celebrativi...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.