Guida all'arte paleocristiana

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

L’arte paleocristiana nasce attorno al VI secolo dopo Cristo nei territori dell'Impero Romano interessati dalla nuova dottrina (Medio Oriente, Italia, Penisola Balcanica meridionale). Il cristianesimo si era diffuso già a partire dalla metà del I secolo, ma agli inizi si trattava di una religione quasi misterica i cui adepti si riunivano in luoghi privati o comunque nascosti, perciò le prime testimonianze di arte si manifestano clandestinamente. Solo dopo l'editto di Costantino del 313 (Editto di Tolleranza), con il quale legalizzava la professione del culto cristiano, si hanno vere e proprie manifestazioni pubbliche di arte paleocristiana in architettura, pittura e scultura. Questa guida, seppure breve, nasce con lo scopo di portare alla scoperta dell'arte paleocristiana con l'augurio di suscitare interesse in giovani e meno giovani.

26

L'arte nelle catacombe

La prime testimonianze dell'arte paleocristiana si possono rintracciare nelle catacombe, cimiteri sotterranei scavati nel tufo dove le salme venivano inumate e dove i parenti provvedevano a decorare le pareti con i simboli del cristianesimo. Le catacombe si sviluppavano in una serie di cunicoli fiancheggiati da loculi chiusi da lastre di pietra o di cotto e a volte si aprivano in camere dove probabilmente venivano celebrate le funzioni funebri. Incisioni nel tufo e e dipinti di piccole dimensioni vedono raffigurati i simboli primitivi del cristianesimo, pesci, agnelli, pavoni e il Buon Pastore.

36

L'architettura paleocristiana

Le prime basiliche paleocristiane vennero edificate nel IV secolo con l'imperatore Costantino che provvide a anche a costruire la prima basilica sul colle Vaticano, sul luogo dove era stato sepolto l'apostolo. Venivano edificate secondo i canoni architettonici delle basiliche romane (edifici a uso civile dove si tenevano i processi. L'entrata si trovava sulla parete laterale mentre all'ingresso si poteva trovare un quadriportico. Tra le basiliche paleocristiane che possiamo ammirare ancora oggi, figura quella si Sant'Ambrogio a Milano.

Continua la lettura
46

La scultura paleocristiana

La scultura nell'arte paleocristiana assume una notevole importanza. Le principali raffigurazioni si possono trovare sulle pareti dei sarcofagi. Lo stile è quello romano per quel che riguarda i sepolcri dei primi secoli, mentre le figure si fanno meno delineate nei reperti posteriori. Tra i sepolcri interamente scolpiti che possiamo vedere ancora oggi figurano veri e propri capolavori come il sarcofago di Giunio Basso conservato ai Musei Vaticani.

56

La pittura e i mosaici paleocristiani

La pittura nell'arte Paleocristiana si esprime soprattutto nelle catacombe dove compaiono dipinti di modeste dimensioni realizzati con un numero modesto di colori. Solo a partire dal IV secolo nelle catacombe iniziano ad apparire figure di Gesù, ma sono piuttosto rare. Le chiese e i battisteri paleocristiani portano invece anche decorazioni a mosaico in cui a campeggiare è sempre la figura di Gesù, un Gesù che prima compariva imberbe e, solo in seguito, con la barba.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Visitare i siti descritti
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Arti Visive

Breve guida sull'arte realista

L'arte realista è una corrente artistica di origine francese. Conosciuta maggiormente con il nome di Realismo, fece la sua prima comparsa a metà del XIX secolo, riscontrando fin da subito un dite vole interesse tanto che si diffuse rapidamente in tutta...
Arti Visive

Breve guida sull'arte moderna

Vi intendete di arte? Vi piace o vorreste approfondirla? Allora vi proponiamo questa breve guida sull'arte moderna, così da potervi cimentare poi in qualche approfondimento che più vi piace.L'arte moderna inizia nella seconda metà XIX secolo e, più...
Arti Visive

Guida sull'Arte Fiamminga

L'Arte Fiamminga è un fenomeno che si sviluppa nel trecento, nelle Fiandre, sostenuta dalla prosperità economica del periodo. Jan Van Eyck e Robert Campin sono i due maestri che favoriscono la nascita di un nuovo stile pittorico, con delle caratteristiche...
Arti Visive

Guida all'arte di Antonello da Messina

Il Rinascimento italiano è un periodo storico ricco di arte e di letteratura. Uno dei maggiori esponenti dell'arte rinascimentale è sicuramente Antonello Da Messina. Il suo vero nome è Antonio di Giovanni de Antonio ed è stato un pittore siciliano...
Arti Visive

Guida all'arte di Leonardo da Vinci

Leonardo da Vinci è stato il genio assoluto dell'arte e della cultura del Rinascimento italiano. Pittore, disegnatore e ingegnere dal talento indiscusso è l'autore di opere intramontabili come la celebre Gioconda, l'Ultima Cena, La vergine delle Rocce...
Arti Visive

Breve guida sull'arte cubista

l'arte cubista è nata e si è sviluppata a Parigi tra il 1908 e il 1914, in seguito alla ricerca di un nuovo linguaggio pittorico da parte di Picasso e Braque, i quali tagliarono in modo netto ogni rapporto con la precedente art nouveau. Possiamo distinguere...
Arti Visive

Guida all'arte egizia

L'arte egizia ha origini antichissime, difatti le testimonianze pervenute risalgono al 2850 a. C., età definita dagli studiosi come "Periodo del Regno Antico". A differenza di altre civiltà anche contemporanee, gli egizi usavano l'arte per scopi celebrativi...
Arti Visive

Guida all'arte del Vasari

Giorgio Vasari è stato uno dei più importanti pittori e architetti del tardo manierismo toscano. Conosciuto anche come storico dell'arte, la sua carriera subì sicuramente l'influsso di Raffaello, Michelangelo e della tradizione veneta. Fu sicuramente...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.