Guida all' Hermitage di San Pietroburgo

tramite: O2O
Difficoltà: facile
16

Introduzione

Fra i numerosi templi dell'arte esistenti nel mondo, il Museo Statale dell'Hermitage rappresenta un'icona importante. Esso occupa in tutto ben quattro palazzi. Oltre ad essere uno dei più bei musei al mondo, possiede anche l'architettura più elegante. Questo permette una visita estremamente coinvolgente ed interessante, capace di soddisfare i più svariati gusti artistici.
Seguiamo questa semplice guida all'Hermitage di San Pietroburgo per comprendere com'è strutturato e poterlo così visitare nel migliore dei modi.

26

Occorrente

  • Tempo necessario alla lunga visita
36

L'Hermitage nella storia

La zarina Caterina II raccolse le proprie collezioni artistiche nel suo sontuoso palazzo che poi divenne il famoso Museo Statale dell’Hermitage. Costruito a San Pietroburgo nel 1764, poteva vantare già allora di una copiosa mole di opere d’arte, non meno prestigiosa delle gallerie di palazzo delle altre monarchie europee. Quest'attività aveva l’intento di sottrarre gli oggetti, le statue e le tele più preziose del tempo, al fine di ostentare la ricchezza e l’alto grado di raffinatezza culturale raggiunta dalla Russia.

46

Com'è strutturato l'Hermitage

Entrando in questo maestoso edificio, ideato dall’architetto Francesco Rastrelli nel 1754, si percepisce subito un ambiente di indubbia raffinatezza ed eleganza, le decorazioni degli interni lo testimoniano. Si arriva a tre fornaci sormontate da una lunga balconata circondata da finestre ampie e riccamente decorate. Si accede così alla “Grande Infilata”, costituita dalle sale che conducono verso l’interno del Palazzo. Il Salone dei Marescialli, dove si trovano i ritratti delle più importanti figure militari russe, si giunge alla Sala di Pietro I (o Piccola sala del Trono), dedicata alla memoria del primo imperatore di Russia. Continuando il percorso si arriva alla Galleria della Guerra del 1812, progettata dall’architetto Carlo Rossi nel 1826. Sulle pareti sono riportati i nomi delle quattro grandi battaglie contro Napoleone e i numerosi ritratti dei generali e dello zar Alessandro I. La visita di questa area del Palazzo si conclude con la monumentale Grande Sala del Trono, decorata con colonne in marmo di Carrara. Tutto ciò, a testimonianza del grande splendore della Russia.

Continua la lettura
56

L'Hermitage: un ponte fra passato e presente

Dall’ingresso è possibile anche raggiungere le sale prospicienti le rive della Neva. Scendendo dallo scalone del Giordano si giunge alla Sala Grande detta anche di Nicola I, adibita in origine per i balli di corte, mentre oggi è utilizzata per mostre temporanee di arte contemporanea. Tutti gli appassionati di arte antica e moderna non possono rinunciare a questa magnifica esperienza ed immergersi così in un viaggio che conduce dall'arte del passato fino ad arrivare a quella dei giorni nostri.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Se possibile suddividere la visita in due giorni

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Mostre e Musei

I 10 musei più grandi del mondo

In questa guida verranno indicati i 10 musei più importanti e più grandi al mondo. Se amate viaggiare e volete osservare diversi luoghi con storia, cultura e tradizioni diverse, è necessario fare riferimento ai musei. In essi riuscirete a trovare oggetti,...
Mostre e Musei

Guida al Museo Regionale di Scienze Naturali di Torino

L'Italia è sicuramente il paese con il più vasto contenuto culturale da poter offrire. Tutto ciò viene espresso attraverso siti antichi, quadri, libri antichi statue, arazzi, e mosaici. Questo grande patrimonio viene solitamente conservato nei Musei....
Mostre e Musei

Guida alle Cappelle Medicee

Le Cappelle Medicee si trovano a Firenze e sono il luogo dove la famiglia Medici, la signoria che dominò Firenze e gran parte della Toscana, scelse di venire sepolta. Per chi predilige la cultura e la religione, non può non visitare le cappelle che...
Mostre e Musei

Guida alla Galleria Nazionale dell'Umbria

La Galleria Nazionale dell'Umbria è uno dei più importanti musei dell'Italia centrale: fu fondata nel 1863 e oggi è situata al terzo piano del Palazzo Comunale o dei Priori di Perugia, edificio gotico tra i più superbi e possenti palazzi pubblici...
Mostre e Musei

Come visitare Il Kunstkamera In Russia

Se avete pensato di viaggiare verso la Russia, andate verso San Pietroburgo, in particolar modo dedicate del tempo al più grande museo etnografico del mondo "Kunstkamera" o "Peter, il Grande Museo di Antropologia ed Etnografia" lungo il fiume Neva. Interessantissimo...
Mostre e Musei

Guida al Vittoriano di Roma

Chiunque si ritrovi in giro per la capitale italiana non può non seguire un itinerario per passare in visita davanti a tutti i monumenti e fontane che ne sono il simbolo di riconoscimento. Questa dunque vuole essere una guida al Vittoriano di Roma, meglio...
Mostre e Musei

Guida alle gallerie dell'Accademia di Venezia

L'Italia è ricca di paesaggi mozzafiato e città bellissime che vale la pena di visitare almeno una volta nella propria vita. Una delle più meritevoli città italiane è senza dubbio Venezia, luogo piena di arte e cultura. Nella seguente guida pertanto...
Mostre e Musei

Guida la Museo Nazionale del Bargello

Il Museo Nazionale del Bargello si trova a Firenze ed è parte integrante del Polo Museale del capoluogo fiorentino. È ubicato in un edificio risalente al 1200 che, appena costruito, fu la sede del Capitano del Popolo, poi del Podestà e infine del...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.