Guida alla danzaterapia: i benefici

tramite: O2O
Difficoltà: facile
14

Introduzione

La danzaterapia è nata in Inghilterra e successivamente si è sviluppata negli Stati Uniti. Nei nostri giorni molte scuole e istituti organizzano corsi e promuovono dei corsi che fanno specializzare in discipline che riguardano la musicoterapia. Si è scoperto, infatti, che attraverso la musica possono essere curati molti problemi emotivi, oltre a migliorare la propria natura emozionale. La danzaterapia nello specifico è una piscoterapia in cui il terapista utilizza determinati movimenti del corpo per ottenere dei benefici a scopo terapeutico. Per questo, è una tecnica di riabilitazione che utilizza il corpo per migliorare le emozioni e l'aspetto psicofisico della persona. Questa guida si propone di evidenziare i benefici della danzaterapia: basta davvero poco per arrivare alla propria condizione ottimale attraverso la danza.

24

Tre tipi di danzaterapia

In particolare esistono tre tipi di danzaterapia: quello analitico di ispirazione junghiana, il metodo di Maria Fux e la scuola francese dell'Expression Primitive. Il metodo Fux, nello specifico, è basato sullo sviluppo dell'armonia tra il proprio corpo e la musica che si ascolta. Il primo effetto positivo risiede negli incredibili e netti miglioramenti dei blocchi psicologici e delle paure dovute alla timidezza, alla chiusura verso gli altri, e allo stesso tempo permette di conoscere meglio se stessi e le ragioni per cui spesso ci si comporta diversamente da come si è realmente o da come si vorrebbe essere.

34

Efficace per le persone affette da disabilità

Inoltre i movimenti guidati e precisi della danzaterapia sono davvero di grande stimolo per tutte le persone affette da disabilità. A questo proposito la danzaterapia è frequentemente legata ad attività di fisioterapia. La creatività motoria della danza, nella sua totale gestualità, permette a molte persone di acquisire o proprio riconquistare la fiducia in se stessi, specie dopo cambiamenti alquanto traumatici dopo incidenti o malattie.

Continua la lettura
44

La maggiore conoscenza del proprio corpo

L'aspetto della danzaterapia che risulta davvero efficace è la maggiore conoscenza del proprio corpo e dei legami comunicativi che si vengono a creare. La danza, un movimento ben congeniato del corpo a ritmo di musica, è infatti una vera e propria forma di comunicazione, basti pensare ad esempio alle danze tradizionali di molti popoli. Ovviamente la danzaterapia non è limitata solo a questa profonda forma di conoscenza e consapevolezza di se stessi, ma è anche comprovato che aiuta a superare situazioni parecchio complicate: disturbi e traumi vari, problemi e ritardi nell'apprendimento e nel comportamento dei bambini e shock dovuto a incidenti.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Danza

Danza del ventre: benefici

La danza e lo sport servono a vincere lo stress dovuto alla vita quotidiana e cittadina, aiutano il fisico a mantenersi in forma e costituiscono un ottimo strumento di socializzazione. La danza del ventre, praticata in preponderanza dalla donne ma insegnata...
Danza

I benefici della tecnica Horton

Lester Horton, danzatore, coreografo ed insegnante di danza, nacque ad Indianapolis 1906 e morì ad Hollywood nel 1953. Nel 1920 si dedicò allo sviluppo della creazione di una sua tecnica formativa, che potesse adeguare al suo stile i propri danzatori....
Danza

Danza classica: guida al riscaldamento

La guida che vi proporremo nei prossimi passi avrà come tematica fondamentale la danza classica. Come ogni attività fisica, tuttavia, la danza classica dev'essere accompagnata da un adeguato riscaldamento che vada a preparare il fisico all'attività,...
Danza

Guida al balletto Lo schiaccianoci

È passato più di un secolo da quando Lo Schiaccianoci fu rappresentato per la prima volta nel 1892 e da allora il balletto russo ha conosciuto una fama senza tempo. Anche se all'epoca non ebbe il giusto riconoscimento, con il passare degli anni la sua...
Danza

Guida al balletto Onegin

Il balletto è una particolare forma teatrale, in cui si fondono recitazione e danza, nata nel primo Rinascimento, grazie all'opera dei maestri compositori che si trovavano presso le corti signorili dell'Italia o della Francia dell'epoca. È una rappresentazione...
Danza

Guida al balletto "Notre-Dame de Paris"

Ogni ballerino e ballerina di danza classica sogna di poter diventare un giorno famoso per la sua bravura ed espressività d'arte attraverso le movenze del suo corpo e partecipare così alla realizzazione di un'opera famosa e rinomata. Una di queste opere...
Danza

Come eseguire il riscaldamento nella danza moderna

Molti ballerini purtroppo a volte trascurano una delle cose più importanti: il riscaldamento.Non effettuando l'adeguato riscaldamento, si rischia con il tempo di aumentare la possibilità di contrarre infortuni e mettere a repentaglio la vostra stessa...
Danza

Come preparare una coreografia di danze orientali

Preparare una coreografia, di qualsiasi stile di danza, richiede sempre del tempo e molta creatività. Infatti va curato ogni dettaglio della coreografia: anche l'entrata e l'uscita. Non sempre l'ascolto della musica precede la creazione di alcune parti...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.