Guida alla Galleria Internazionale d'arte Moderna di Venezia

tramite: O2O
Difficoltà: facile
110

Introduzione

La penisola italiana è un Paese ricco di grandi monumenti architettonici e musei nazionali dove i turisti amanti della cultura e della storia possono ammirare le collezioni più importanti a livello internazionale. Una città ricca di cultura è senza dubbio la mitica e romantica Venezia che, oltre alle sue splendide gondole, vanta La Galleria Internazionale d’Arte Moderna che offre opere di incommensurabile valore artistico. Pertanto, oggi, vi illustreremo la guida alla galleria internazionale d'arte moderna di Venezia.

210

Galleria internazionale di arte moderna: ubicazione

Questa struttura è sita a Cà Pesaro, che sarebbe il palazzo barocco di tre piani che si affaccia sul Canal Grande e realizzato da Baldassarre Longhena. All'interno del palazzo sono esposte le più importanti collezioni (sculture e dipinti) dell’Ottocento e del Novecento ed esso è dotata di una biblioteca, un archivio fotografico, il museo offre delle visite guidate, una libreria, caffetteria, pubblicazioni del museo e tanti altri servizi.

310

Galleria internazionale di arte moderna: le collezioni

Le collezioni oggi presenti, appartengono agli Anni Ottocento e Novecento, e si tratta sia di sculture sia di dipinti di artisti stranieri (Chagall, Klimt, Moore, Klee) e italiani. Al primo piano, l'importante gabinetto di grafica dà vita a un percorso di dieci sale e gli apparati informativi creano una chiave di lettura di quella che è l’evoluzione del periodo storico preso in esame. Nel secondo piano, in contrasto con il primo, si trovano delle mostre contemporanee. Infine il terzo piano ospita il museo d’ arte orientale.

Continua la lettura
410

Galleria internazionale di arte moderna: il primo piano

Entrando nel primo piano della Galleria Internazionale d’Arte Moderna di Venezia, si viene accolti dalla pittura veneziana del secondo Ottocento, dove spiccano artisti come Ippolito Caffi, Luigi Nono, Pietro Fragiacomo (“Piazza San Marco”), Mosè Bianchi e tantissimi altri importanti pittori. Nella seconda sala sono esposte alcune opere dell’Ottocento italiano; si trovano i dipinti di Fattori (Lo scoppio del cassone), Balla (Letizia Pesaro Maurogonato) e alcune sculture di Medardo Rosso (Madame x, Yvette Guilbert, Ecce puer e La Signora con la veletta) con le quali lo scultore si pone come obbiettivo quello di riprodurre le figure avvolte dalla notturna luce della città, risentendo dell’influenza post-impressionista.

510

Galleria internazionale di arte moderna: la sede

La sede che ospita la Galleria Internazionale d’Arte Moderna di Venezia, è stata realizzata nella seconda metà del Diciassettesimo secolo, per opera della Famiglia Pesaro; progettata da Baldassarre Longhena e completata da Gian Antonio Gaspari nel 1710. Longhena la creò seguendo lo stile tipico della classicità sansoviniana, visibile osservando in particolar modo il primo piano caratterizzato da profondi archi e colonne messe in evidenza.

610

Galleria internazionale di arte moderna: il secondo piano

Il secondo piano invece è opera di Gaspari, il quale arricchisce la facciata di elementi ornamentali. Il passaggio che porta dal portone al cortile, è molto vasto e rigoroso, e si contrappone alla luminosità del cortile. Quest’ultimo è circondato da una terrazza e da un porticato e caratterizzato da ornamenti. Il palazzo Cà Pesaro è costituito da alcuni decori a olio realizzati da Bambini, Brusaferro, Crosato, Pittoni e Trevisani; altri sono stati spostati in altri musei (Cà Rezzonico) e alcune opere si sono andate a perdere dopo la morte dell’ultimo membro della Famiglia Pesaro.

710

Galleria internazionale di arte moderna: le stanze

Poi a seguire, le altre stanze ospitano: le donazioni di Adolf Wildt (sala tre); il lascito De Lisi, opere donate nel 1961 (sala quattro); le sale cinque e sei sono dedicate a quelli che sono gli anni di Cà Pesaro; nella sala sette e otto si trovano rispettivamente opere che fanno riferimento alle attitudini dell’arte italiana dagli Anni Trenta agli Anni Cinquanta e dell’arte del Secondo Dopoguerra; nella nona sala si trovano opere che fanno riferimento a quella che era la situazione veneziana dopo la fine della Seconda Guerra Mondiale; infine, nell'ultima sala del primo piano della Galleria Internazionale d'Arte Moderna di Venezia, si possono osservare quelle che sono le sperimentazioni di artisti emergenti, saggi di video arte, collezioni inedite e opere videografiche.

810

Galleria internazionale di arte moderna: la terza sala

Nella terza sala si trovano quelle opere delle Biennali di Venezia fino agli Anni Cinquanta. Inizia con un omaggio ai fondatori della Biennale per poi proseguire con alcune opere di pittori dell’Europa settentrionale e artisti internazionali (come per esempio Giuditta II di Klimt) e anche opere di carattere sperimentale (Zig Zag bianchi e Kandinsky).

910

Galleria internazionale di arte moderna: il quadro storico

Ricordate che le collezioni custodite nella Galleria Internazionale raccontano un periodo storico cruciale che fu quello tra Ottocento e Novecento. Periodo in cui l'uomo di quel tempo cominciò a trovarsi in un nuovo scenario politico, economico e culturale fatto di lotte per l'unità nazionale, nuove scoperte scientifiche e rivoluzione industriale che portò alla nascita del capitalismo. Un periodo che ha segnato il XX secolo!

1010

Consigli

Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Mostre e Musei

Guida alla galleria Tret'jakov

La Galleria statale di Tret'jakov è situata a Mosca e custodisce uno dei più grandi patrimoni artistico-culturali della Russia. La denominazione di questa galleria deve il suo nome ad un mercante russo dell'Ottocento, Pavel Michajlovič Tret'jakov,...
Mostre e Musei

Come visitare la Galleria austriaca Belvedere di Vienna

L'Austria è una nazione piena di bellezze naturali e artistiche, con palazzi reali dal valore inestimabile e di grande fascino. Chi di noi non ha mai sentito parlare dell'Imperatrice Sissi? Credo nessuno e come ben saprete l'Austria è stata la sua seconda...
Arti Visive

Canaletto: vita e opere

Molti pittori hanno il diritto di essere ricordati per ciò che hanno fatto durante la loro vita e, soprattutto, per le loro opere. Esse, infatti, rappresentano tutto ciò che di buono hanno compiuto e che, tuttora, abbiamo la fortuna di poter ammirare...
Mostre e Musei

Guida al Museo di Capodimonte

Il Museo (o Galleria Nazionale) di Capodimonte è situato nella città di Napoli (sulla collina in cui c'è la Reggia di Capodimonte, in mezzo al bosco) ed ospita la collezione d'arte dei Farnese (una delle famiglie maggiormente famose nell'epoca rinascimentale),...
Mostre e Musei

I musei più belli d'Italia

Nonostante tutte le sue contraddizioni e i suoi difetti, non esiste un paese al mondo più bello dell'Italia. E questo non sono solo gli Italiani a pensarlo, ma tutto il mondo a riconoscerlo: il patrimonio artistico-culturale dell'Italia è unico nell'intero...
Arti Visive

Come riconoscere lo stile Barocco

Lo stile Barocco nasce intorno al 1600 dopo il Rinascimento ed ha le sue origini a Roma. Il Barocco è la rappresentazione, in tutti le sue sfaccettature, della sfarzosità e festosità che caratterizza quell'epoca. Tutti i settori della cultura sono...
Arti Visive

Tiziano: vita e opere principali

Tiziano Vecellio è il nome completo dell'artista. Membro di stirpe agiata, a dieci anni Tiziano iniziò a manifestare il proprio talento, primo nella sua famiglia a dimostrare un'inclinazione artistica. Per la sua formazione, poteva vantare tutori come...
Mostre e Musei

Come visitare la Galleria Palatina a Firenze

Chi è amante dell'arte e capita nel capoluogo della Toscana, non può perdersi importanti luoghi da ammirare. Uno dei siti più interessanti ed importanti da visitare a Firenze è sicuramente la Galleria Palatina. La Galleria in questione è ubicata...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.