Guida alla Galleria Nazionale dell'Umbria

tramite: O2O
Difficoltà: facile
17

Introduzione

La Galleria Nazionale dell'Umbria è uno dei più importanti musei dell'Italia centrale: fu fondata nel 1863 e oggi è situata al terzo piano del Palazzo Comunale o dei Priori di Perugia, edificio gotico tra i più superbi e possenti palazzi pubblici italiani.
La collezione raccoglie tra le più importanti e significative opere umbre e dell'Italia centrale tra il XIII e il XIX secolo.
Vediamo, in questa guida, le principali opere che possiamo ammirare alla Galleria Nazionale dell'Umbria.

27

Occorrente

  • Biglietti
  • Guida
37

Alcune opere presenti all'ingresso

All'ingresso del palazzo, nel grande e decorato salone, è subito possibile ammirare uno splendido crocifisso ligneo databile prima metà del 1200, proveniente dalla chiesa di Santa Maria di Roncione presso Deruta.
Superato il salone di ingresso, all'interno della Galleria Nazionale dell'Umbria è possibile ammirare la maggiore raccolta di opere di artisti legati per nascita o per tradizione di lavoro alla regione Umbria. Si va, per quanto riguarda le epoche, da pittori del XIII secolo al Perugino e al Pinturicchio, ultimi maestri umbri del Rinascimento. Artisti di altre regioni, come L'Angelico, Benozzo Gozzoli, Piero della Francesca, sono presenti con poche ma importanti opere.

47

Raccolta di sculture e altri dipinti

Inoltre, potremmo anche ammirare una vasta raccolta di sculture e, nella sala detta Corridoio del Tesoro, possiamo anche trovare delle oreficerie, smalti ed avori.
Tra i dipinti più famosi, spicca la Nicchia di San Bernardino, opera del Perugino, dei suoi allievi e del Pinturicchio. La bellezza dell'opera risiede nel fatto che le figure sembrano vivere di una vita propria. Anche la bellissima Madonna e bambino di Agostino di Duccio svetta nella sua solennità, mentre del Perugino c'è Adorazione dei Magi, olio su tavola databile fine del 1400 ed anche il Polittico della Misericordia realizzato nel 1464 da Piero della Francesca.

Continua la lettura
57

Le opere più importanti

Tra i pezzi più famosi, si distingue il Reliquiario di San Giuliana, costellato di rame dorato, un gioiello dell'oreficeria umbro-senese del quattordicesimo secolo, capolavoro di equilibrio e di imponenza. Destinato in origine a contenere il teschio della Santa, invece che un semplice oggetto potrebbe sembrare, nello slancio delle colonnine tortili, una vera e propria architettura vista col cannocchiale alla rovescia. Tra le sculture, la più famosa risulta essere una meravigliosa formella di bronzo, denominata Flagellazione di Francesco di Giorgio Martini del 1480. Ma possiamo ammirare anche delle bellissime opere dei Pisano, di Arnolfo di Cambio e Agostino di Duccio.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • L'Umbria presenta un patrimonio artistico molto ampio e variegato
  • Se siamo appassionati del Rinascimento, non possiamo non visitare questo museo.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Mostre e Musei

Guida alla galleria Vittorio Emanuele II

Una delle attrattive principali di Milano è sicuramente la Galleria Vittorio Emanuele II, gioiello artistico della città, ma anche centro dello shopping e della moda. Da sempre considerato il salotto pubblico di Milano la Galleria può raccontare una...
Mostre e Musei

Guida alla galleria Tret'jakov

La Galleria statale di Tret'jakov è situata a Mosca e custodisce uno dei più grandi patrimoni artistico-culturali della Russia. La denominazione di questa galleria deve il suo nome ad un mercante russo dell'Ottocento, Pavel Michajlovič Tret'jakov,...
Mostre e Musei

Guida la Museo Nazionale del Bargello

Il Museo Nazionale del Bargello si trova a Firenze ed è parte integrante del Polo Museale del capoluogo fiorentino. È ubicato in un edificio risalente al 1200 che, appena costruito, fu la sede del Capitano del Popolo, poi del Podestà e infine del...
Mostre e Musei

Come visitare la Galleria Palatina a Firenze

Chi è amante dell'arte e capita nel capoluogo della Toscana, non può perdersi importanti luoghi da ammirare. Uno dei siti più interessanti ed importanti da visitare a Firenze è sicuramente la Galleria Palatina. La Galleria in questione è ubicata...
Mostre e Musei

Come visitare la galleria degli Uffizi a Firenze

L'Italia intera è un Paese estremamente ricco di storia e cultura, capace di attirare l'attenzione dei turisti di tutto il mondo. Una delle città d'arte più frequentate in assoluto è senza dubbio la grande culla del Rinascimento: Firenze. L'imperdibile...
Mostre e Musei

Come visitare la Galleria austriaca Belvedere di Vienna

L'Austria è una nazione piena di bellezze naturali e artistiche, con palazzi reali dal valore inestimabile e di grande fascino. Chi di noi non ha mai sentito parlare dell'Imperatrice Sissi? Credo nessuno e come ben saprete l'Austria è stata la sua seconda...
Mostre e Musei

Come visitare Galleria Borghese a Roma

Tappa obbligata per chi decide di visitare Roma è sicuramente la Galleria Borghese. Il Museo, ospitato nelle sale della Villa Borgese Pinciana fin dal 1902, conserva alcuni tra i maggiori capolavori dell’arte italiana a cavallo tra il Seicento e il...
Mostre e Musei

Come visitare il Museo Nazionale di Napoli

Il Museo Archeologico Nazionale di Napoli, allestito in un magnifico palazzo settecentesco, è uno dei primi d'Europa per costituzione. Situato in una zona molto centrale della città, è raggiungibile sia in autobus che con due linee di metropolitana....
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.