Guida alla Pinacoteca di Brera

Di:
tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Situata nell'omonima zona milanese in via Brera 28, risulta essere esattamente una rinomata ed antica galleria d'arte che accoglie opere d'arte antica e moderna. Inoltre, potrete anche prendere visione del monumento a Napoleone primo. Continuate, quindi, a leggere questa interessante ed estremamente utile guida per apprendere in modo piuttosto semplice e veloce una particolare guida alla Pinacoteca di Brera.

25

Partire dalla Galleria degli Affreschi

La visita alla Pinacoteca di Brera si apre con la Galleria degli Affreschi dedicata a due cicli di Bramante e Luini. Nonostante si tratti di una galleria esclusivamente pittorica, sono presenti alcune statue ed opere in gesso tra cui Napoleone in Veste di Marte di Antonio Canova. La Pinacoteca di Brera è sempre aperta dalle 8 e 15 alle 19 e 15 tranne il lunedì ed alcuni giorni festivi. Verso la fine del'700 il palazzo di Brera divenne di proprietà dello stato e fu Maria Teresa d'Austria a volerlo trasformare in uno dei più grandi centri culturali della città. La Pinacoteca di Brera finì poi nelle mani di Napoleone che lo utilizzò per esporvi i capolavori e le opere pittoriche provenienti dai territori conquistati durante le guerre.

35

Visitare l'orto botanico

Si tratta di una delle collezioni artistiche più famose d'Italia in cui risulta essere possibile trovare sopratutto i capolavori della pittura locale, ovvero della scuola veneta e lombarda. Non mancano opere del periodo moderno e anche oggetti appartenenti al mondo sacro. All'interno del bellissimo palazzo che ospita la pinacoteca, avrete anche la possibilità di visitare il famoso e meraviglioso orto botanico, la biblioteca nazionale Braindese, la splendida Accademia di belle arti ed altri importanti istituti. Giunti all'entrata del palazzo potrete ammirare un magnifico cortile, nel quale potrete visitare un affascinante ed elegante porticato.

Continua la lettura
45

Ammirare le opere di Raffaello

Qui è possibile ammirare le opere di Raffaello, come lo sposalizio della Vergine, la Madonna con il Bambino di Bellini ed anche i dipinti dei principali espositori della scuola fiamminga come Rubens, Rembrandt e Van Dyck, prima appartenenti al Louvre. Con l'arrivo del '900 anche la collezione d'arte respira un'aria nuova e vengono acquisite alcune opere di autori del calibro di Boccioni, Modigliani, Marini e De Pisis. Oltre alla collezione permanente che include anche disegni non visibili al pubblico, ma riservati a studiosi ed esperti, come la Testa di Cristo, bozzetto preparatorio all'Ultima Cena di Leonardo Da Vinci, la Pinacoteca di Brera ospita a cadenza regolare alcune esposizioni temporanee. Tra le opere in restauro di maggiori rilievo vi sono invece La Pietà di Bellini e l'Adorazione dei Magi di Lorenzo il Vecchio.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Mostre e Musei

Guida alle mostre permanenti di Milano

Milano è una città ricca di proposte per quanti amano l'arte e la cultura: il ricco e variegato complesso urbano si propone come un vero manuale di architettura a cielo aperto, che spazia dal paleocristiano di S. Ambrogio al gotico del Duomo, giungendo...
Mostre e Musei

Cinque pinacoteche da non perdere a Milano

Negli ultimi anni, Milano si è imposta nel panorama internazionale come una delle città più vive e interessanti: da Expo alla moda, dalla rinnovata skyline in continua evoluzione ai quartieri della vita notturna, le ragioni per andare alla scoperta...
Mostre e Musei

5 musei in Lombardia da visitare assolutamente

Siete dei cultori del bello e dei fervidi amanti dell'arte? Ogni qualvolta partiate per una nuova entusiasmante vacanza, il vostro primo pensiero è quello di scegliere i musei da visitare? Se state partendo in viaggio per la Lombardia, questa è la guida...
Mostre e Musei

I musei imperdibili di Milano

Sia che la si scelga per passare il week end o per un periodo di tempo maggiore, chi sceglie Milano come meta per trascorrere il proprio tempo libero, ha sicuramente voglia di scoprire il meglio di questa città; ogni giorno sempre più affascinante e...
Mostre e Musei

Guida al Museo Regionale di Scienze Naturali di Torino

L'Italia è sicuramente il paese con il più vasto contenuto culturale da poter offrire. Tutto ciò viene espresso attraverso siti antichi, quadri, libri antichi statue, arazzi, e mosaici. Questo grande patrimonio viene solitamente conservato nei Musei....
Mostre e Musei

Guida al Palazzo Abatellis di Palermo

Palazzo Abatellis è uno splendido esempio di architettura gotico-catalana, costruito a Palermo nel 1495 dall’architetto Matteo Carnelivari, su richiesta di Francesco Abatellis, detto Patella (l’edificio viene infatti anche denominato come Palazzo...
Mostre e Musei

Guida al Museo del Sannio di Benevento

Le collezioni del Museo del Sanniosono sono annesse alla splendida Chiesa omonima e al chiostro fondati dal duca longobardo Arechi II intorno al 760 d. C. La sezione storica è oggi situata presso la Rocca dei Rettori, mentre le altre sono presso il...
Mostre e Musei

Guida al Castello Sforzesco di Milano

Il castello Sforzesco di Milano è uno degli edifici storici più caratteristici della città, assieme al Duomo. La costruzione risale al medioevo, quando la famiglia dei Visconti ebbero l’esigenza di costruire una fortificazione per difendere la città....
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.