Guida alle basi per scrivere un libro

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

La scrittura è la condizione per l'esistenza del testo e del libro. La scrittura, un sistema di segni durevoli che permette di trasmettere e conservare le informazioni, ha cominciato a svilupparsi tra il VII e il IV millennio a. C. In forma di simboli mnemonici diventati poi un sistema di ideogrammi o pittogrammi attraverso la semplificazione. Le più antiche forme di scrittura conosciute erano quindi principalmente logografiche. In seguito è emersa la scrittura sillabica e alfabetica (o segmentale). Nei passi della guida a seguire saranno illustrate le basi per scrivere un libro.

27

Sempre più persone si avvicinano alla scrittura, dare vita ad un flusso dei pensieri però non è facile come potrebbe sembrare. Una cosa è scrivere pensieri o aforismi, altro è scrivere un vero e proprio romanzo. In questo caso la sola ispirazione non basta. Non si riempiono pagine bianche con un solo lampo di genio.

37

Il punto cardine da cui partire è la conoscenza della lingua. Senza il buon uso della grammatica, della sintassi e di un nutrito vocabolario non si va da nessuna parte. Per questo e non solo, prima di cominciare a scrivere bisogna leggere tantissimo.

Continua la lettura
47

Lo scrittore ha bisogno di tranquillità, la prima stesura di un libro non è una brutta copia ma la materializzazione di un'idea. Bisogna per prima cosa scegliere il genere da trattare (infatti ogni genere ha le sue regole precise) e creare una sorta di scaletta che permetta di stabilire dei punti fermi. Vanno scelti da subito il periodo storico, gli ambienti, la trama e lo stile. I temi trattati vanno studiati per bene, non si deve mai incorrere in errori grossolani o incongruenze.

57

Un ruolo importante in ogni libro è quello dei personaggi che devono essere descritti per fisico, carattere, azioni e pensieri. La caratterizzazione è fondamentale per il successo di un libro, i protagonisti devono necessariamente avere aspetti ben riconoscibili che li distinguano gli uni dagli altri.

67

Esistono narratori assenti, nascosti o palesi; nel primo caso ci troviamo di fronte ad una narrazione scarna, apparentemente senza punti di vista precisi, la storia viene presentata direttamente al pubblico senza mediazione. Nel secondo caso la narrazione è mediata, c'è qualcuno che ci racconta la storia ma resta ben nascosto, inoltre non dà opinioni personali né indirizza gli ideali del lettore.

77

Le storie possono essere narrate in prima persona o in terza, questa è una scelta molto importante da fare perché non dovrà essere contraddetta nel corso della storia. Infine, un libro di successo deve avere un buon titolo che in seguito poi andrà concordato con l'editore.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Letteratura

Come inventare una favola

Con i bambini piccoli capita sovente di inventare una favola. Sia per intrattenerli che per accompagnarli nel sonno. A volte sono i bambini stessi che richiedono una favola nuova o inventata. I bimbi hanno sempre bisogno di curiosità e notizie. Inventare...
Letteratura

Primi passi per scrivere un libro

Sei ambizioso, vorresti scrivere un libro e magari lasciare un'impronta del mondo della scrittura? All’inizio sicuramente sarà molto difficile e richiederà molta pazienza ma con la motivazione giusta riuscirai di certo a raggiungere i tuoi obiettivi...
Recitazione

Le caratteristiche del teatro di narrazione

A partire dalla metà degli anni ottanta del ventesimo secolo inizia a farsi strada, in Italia, una nuova modalità teatrale ispirata ad innovazioni già presenti nell'ambiente teatrale europeo e ai monologhi teatrali di Dario Fo del decennio precedente...
Letteratura

Come si scrive un testo narrativo

Esistono vari generi di testi narrativi, da quei testi che nascono esclusivamente dall'immaginazione dell'autore, a quelli che sono frutto di rielaborazioni di fatti reali. Altri, invece, raccontano ciò che realmente è accaduto, proprio come le cronache....
Letteratura

Letteratura: "Le Mille e Una Notte"

Le mille e una notte è il titolo della raccolta più celebre di novelle della tradizione della letteratura del mondo orientale. Alì Babà e i suoi quaranta ladroni, Aladino, sono solo alcuni dei personaggi che da secoli popolano la fantasia dei bambini....
Letteratura

10 trucchi per scrivere un racconto

Secondo alcuni autori, il racconto è una via di mezzo fra la novella breve e il romanzo. Un ibrido, insomma, che non avrebbe ragione di esistere. In realtà il racconto, breve o lungo che sia, è un ottimo mezzo di comunicazione e di espressione, in...
Recitazione

Come fare l'analisi di un film

I film ma sono delle opere cinematografiche che possono far divertire, terrorizzare, incuriosire o allibire il pubblico di spettatori che li guarda. La maggior parte di coloro che guarda un film, non fa tanto caso a quello che è il vero e proprio significato,...
Recitazione

Come raccontare una storia horror

Saper raccontare una storia non è una cosa cosi semplice come può sembrare; bisogna avere una cadenza scorrevole, saper scandire bene le parole e, soprattutto, saper sfruttare i toni della voce. Specialmente se stiamo parlando di un racconto di paura,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.