Guida alle opere di Canaletto

tramite: O2O
Difficoltà: facile
15

Introduzione

In questo articolo vorrei darvi una guida alle opere di Canaletto.Giovanni Antonio Canal è conosciuto in tutto il mondo con il nome di Canaletto. Canaletto era nato a Venezia il 18 ottobre del 1697 ed era morto sempre a Venezia il 19 aprile del 1768. Canaletto è stato pittore e incisore, ma soprattutto uno dei massimi esponenti del Vedutismo veneziano del Settecento. Il Vedutismo è la rappresentazione di un luogo in maniera fedele e precisa. I pittori si servivano di strumenti di misurazione e di ripresa come la camera ottica per rappresentare un luogo in maniera fedele e precisa. In questo articolo vi illustrerò quindi delle informazioni di guida alle opere di Canaletto. Canaletto era conosciuto in Italia ma era conosciuto anche in tutto il mondo, soprattutto in Europa in stati come l'Inghilterra.

25

Opera "Il bacino di San Marco il giorno dell' Ascensione"

La prima informazione è che una delle principali opere di Canaletto è "Il bacino di San Marco il giorno dell' Ascensione"."Il bacino di San Marco il giorno dell' Ascensione" è un olio su tela del 1735 - 1741 circa. In questa tela possiamo cogliere come l'artista fosse interessato e preciso nel definire la luce naturale e suoi effetti, rendendola nitida e vibrante. La scena ritratta nell'opera "Il bacino di San Marco il giorno dell' Ascensione" è appunto una importante cerimonia veneziana: ogni anno il Doge saliva sul Bucintoro, una grande nave a remi, per celebrare il rito dello "sposalizio del mare ".

35

Inserimento nel Vedutismo

La seconda informazione è che l'opera del Canaletto si inserisce nella raffigurazione pittorica oggettiva e prospettica di monumenti, complessi architettonici della città o di scorci di paesaggio particolarmente interessanti. Fu proprio con il Canaletto, però, che si arrivò a una svolta: esercitatosi prima a Roma nella pittura di ruderi dal vivo, tornò nella città natale dove elaborò due tipi di vedute: quelle ideate e i capricci.

Continua la lettura
45

Trasferimento a Londra

La terza e ultima informazione è che le vedute ideate ritraevano paesaggi fantastici, in cui erano inserite rovine tratte dal vero. Nei capricci, invece, venivano combinati paesaggi diversi insieme ad altri elementi, ma sempre estrapolati dalla realtà. La produzione del pittore ebbe successo non solo in Italia, ma anche all'estero, soprattutto in Inghilterra. Canaletto si trasferì a Londra nel 1746 ed ebbe successo sia a Londra e sia in tutta l'Inghilterra. A Londra ebbe modo di dipingere vedute e scorci della città e dei dintorni. Dopo qualche anno però, ritornò a Venezia, dove morì il 19 aprile del 1768.

55

Consigli

Non dimenticare mai:
  • E' interessante approfondire l'argomento dando uno sguardo anche alle opere di Guardi e Bellotto.
  • Per comprendere al meglio l'opera del Canaletto sarebbe utile fare qualche ricerca sul periodo storico e sulla vita veneziana dell'epoca.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Mostre e Musei

Come visitare la National Gallery di Londra

La National Gallery è una delle gallerie più importanti conosciute nel mondo: contiene numerose opere famose, risalenti ai secoli passati, dal XII secolo ad oggi e di diverse nazionalità. Venne fondata nel 1824 e si trova a Trafalgar Square e i mezzi...
Mostre e Musei

I musei più belli d'Italia

Nonostante tutte le sue contraddizioni e i suoi difetti, non esiste un paese al mondo più bello dell'Italia. E questo non sono solo gli Italiani a pensarlo, ma tutto il mondo a riconoscerlo: il patrimonio artistico-culturale dell'Italia è unico nell'intero...
Mostre e Musei

Cinque pinacoteche da non perdere a Milano

Negli ultimi anni, Milano si è imposta nel panorama internazionale come una delle città più vive e interessanti: da Expo alla moda, dalla rinnovata skyline in continua evoluzione ai quartieri della vita notturna, le ragioni per andare alla scoperta...
Mostre e Musei

5 meraviglie poco conosciute di Venezia

Non appena il turista mette piede a Venezia, che sia la prima volta o meno, prova un senso immediato di stupore. La bellezza di questa città di merletto che galleggia sull'acqua affascina chiunque. L'assenza dei rumori tipici delle grandi città e i...
Letteratura

Foscolo: vita e opere

Ugo Foscolo a differenza dei suoi predecessori abbandona da un certo punto di vista la corrente illuminista per affacciarsi al mondo neoclassico tipico dell'inizio del 1800. Uno dei più grandi poeti e scrittori italiani di quell'epoca, Foscolo caratterizza...
Musica

Mozart: vita e opere

Wolfgang Amadeus Mozart nacque a Salisburgo il 27 gennaio 1756. Fin dalla prima infanzia mostrò un talento innato e fuori dal comune per la musica: a cinque anni compose la sua prima opera, un andante per clavicembalo. Il padre, insegnante di musica...
Letteratura

Storia: biografia di Elisabetta I

Elisabetta I ha rappresentato un simbolo di forza, coraggio e passione ed occupa, a pieno titolo, un posto di primo piano tra i personaggi che hanno fatto la storia dell’Inghilterra.Ha regnato per quasi mezzo secolo, precisamente dal 1959 al 1603, in...
Arti Visive

Tintoretto: le migliori opere

Talentuoso allievo di Tiziano, Jacopo Robusti o Tintoretto era così scorbutico che fu cacciato dalla bottega del maestro dopo pochi giorni, sempre che non si debba dar credito alla versione secondo cui la rottura fu determinata dalla rivalità. Vero...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.