Guida alle opere di Gauguin

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Paul Gauguin fu un grande pittore, nato a Parigi nel 1848 e vissuto fino al 1903. All'età di un anno la madre lo portò con lei in Perù dal nonno, dove visse la sua infanzia tra agi e ricchezze. Nel 1855, si trasferì con la mamma ad Orléans, ma il Perù rimase ben impresso nei sui ricordi e fu grato per aver avuto modo di conoscere un tipo di civiltà tanto differente da quella occidentale. Quando la madre morì, visse da uno zio amante dell'arte e durante gli anni a seguire, nel 1874 decide di iscriversi all'Accademia Colarossi ed iniziò a frequentare uno dei fondatori dell'Impressionismo, Camille Pissarro, che poi diventò il suo maestro. In questa guida ci occuperemo di fornirvi alcune informazioni utili sulle opere più famose di questo grande importantissimo artista.

25

La Senna con il ponte di Jena

Gauguin inizialmente si mostrò lontano dalle linee impressionisti, in quanto utilizzava in modo particolare delle tinte fredde e pastore che esprimevano profondità e immobilità. Prendiamo ad esempio una delle sue prime opere, "La Senna con il ponte di Jena" nella quale il soggetto si avvicina a quelle che erano le linee della corrente impressionista.

35

Nudo di donna che cuce

Un'opera molto famosa di questo pittore è sicuramente "nudo di donna che cuce": si tratta per la prima volta di un dipinto che si rivolgeva proprio al corpo femminile e i critici d'arte affermarono che nessuno fino a quel momento era riuscito ad esprime il nudo in maniera così realistica e dettagliata. Un'altra opera che segue una visione naturalista e realista è sicuramente "sala in casa dell'artista a Parigi", dove si possono trovare delle espressioni del dipinto date dai pennelli colmi di colore e le varie sfumature che danno quel senso di profondità. Nel dipinto "mucche in un puntano" possiamo finalmente rintracciare quella che fu la linea personale dell'artista: questo si nota molto bene dalle pennellate piatte a ampie, dove il chiaroscuro viene lasciato in secondo piano e invece viene curata la profondità.

Continua la lettura
45

Arearea

Da1891 fino al 1893, Gauguin si trasferì a Tahiti, dove sviluppò una pittura fondata in modo particolare sulle abitudini quotidiane della popolazione e dedicata alla storia mitologica della Polinesia. Quando, in seguito a questo soggiorno, ritornò a Parigi, le sue opere destarono enorme interesse per il cambiamento che subirono: in particolare, risaltava l'utilizzo di tinte forti e la presenza di aspetti decorativi. Possiamo quindi dire che è proprio qui che si nota particolarmente la maturità dell'artista. L'opera sicuramente più famosa risalente a questa fase di maturità è Arearea, nella quale i colori che vengono utilizzati sono molto luminosi e il dipinto, a sua volta, suscita in chi lo guarda un senso di tranquillità, dovuta anche dalla bellezza del paesaggio sottostante. Queste sono senza dubbio le opere più importanti e conosciute di questo grande artista: ognuna di esse mostra una fase e uno sviluppo artistico dell'autore.

55

Consigli

Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Arti Visive

La pazzia nei quadri di Vincent van Gogh

Un artista dallo spirito tormentato e dall'animo fragile, questo è Vincent Van Gogh. Un post impressionista che ha segnato, con le sue vicende personali ed il suo talento artistico, una lunga pagina della storia dell'arte. Vissuto quasi in povertà,...
Arti Visive

Guida agli autoritratti di Van Gogh

Vincent Van Gogh, nato nel 1853 a Zundert e morto nel 1890 ad Auvers-sur-Oise, è considerato uno dei più grandi pittori della storia. Nonostante la sua morte precoce, fu autore di più di 800 tele. È considerato un genio, che influenzò l’arte del...
Arti Visive

Breve guida sull'arte espressionista

L'espressionismo è il movimento che diede origine a quel tumulto di stravolgimenti artistici e culturali - le cosiddette Avanguardie - che caratterizzarono l'Europa all'inizio del '900. Il movimento espressionista nacque in contrapposizione all'arte...
Mostre e Musei

Come visitare il museo di Van Gogh

Il museo dedicato dal 1973 a Vincent Van Gogh merita un'attenzione particolare. Il pittore ha contribuito a creare la storia dell'arte stessa, per questo motivo visitare una struttura in suo onore è molto importante. Si trova ad Amsterdam e ogni anno...
Mostre e Musei

Guida al Museo d'Orsay

La Francia rappresenta senza dubbio uno dei luoghi più belli e ricchi di cultura e storia che ci sono al mondo. Essa infatti è costituita da numerose città che ne manifestano l'indubbia bellezza. Tra queste quella più conosciuta è senz'altro la capitale...
Arti Visive

L'arte di Corrado Giaquinto

Corrado Giaquinto fu un importante pittore che visse nel 1700. Figlio di Francesco, sarto di origine napoletana e di Angela Fontana, barese, realizzò numerose opere di grande livello. Nacque nel 1703 a Molfetta e morì nel 1765 a Napoli. Visse anche...
Mostre e Musei

I migliori musei da visitare a Madrid

Madrid è una delle città più belle del mondo. La capitale della Spagna pullula di attrazioni per i turisti, da Plaza Mayor al Parco del Buen Retiro, passando per la movida madrilena, molto famosa nei giovani di tutta Europa. Tuttavia, a Madrid ci sono...
Mostre e Musei

Museo d'Orsay: storia

Nel centro della capitale francese, il Museo d'Orsay si affaccia sul lato occidentale della Senna. Emblema artistico cardine della Francia, dista a nemmeno un chilometro dal Louvre, altro grande simbolo internazionale. Insieme costituiscono un binomio...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.