Guida sull'Arte Fiamminga

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

L'Arte Fiamminga è un fenomeno che si sviluppa nel trecento, nelle Fiandre, sostenuta dalla prosperità economica del periodo. Jan Van Eyck e Robert Campin sono i due maestri che favoriscono la nascita di un nuovo stile pittorico, con delle caratteristiche che influenzeranno profondamente il resto dell'arte europea. Quest'arte giunse in italia solo nella prima metà del quattrocento, quando pittori fiamminghi alloggiarono in Umbria e nelle Marche. Eccovi, di seguito presentata, una guida all'Arte Fiamminga.

25

I quadri fiamminghi sono ritratti privati o rappresentazione della natura morta

I quadri fiamminghi sono per la maggior parte ritratti privati o rappresentazioni della natura morta, in essi si nota uno spazio simbolico, ed una resa così naturalistica e dettagliata anche dei difetti, da sembrar quasi fotografie. I pittori di questa corrente sono i primi ad utilizzare la tecnica dei colori ad olio sulla tavola. I colori erano ottenuti dall'olio di lino e di noce mescolati alla trementina, che venivano applicati a velature, ossia con questo nuovo composto è possibile sfumare un colore nell'altro, procedendo per strati di colore più o meno trasparenti che si lasciano essiccare, prima di passare alla sovrapposizione successiva. La pittura è realizzata da graduali passaggi di tono e di sfumature cromatiche e conferisce al dipinto brillantezza e lucidità. In questo modo si aveva la possibilità di correggere i quadri direttamente in corso d'opera.

35

I pittori fiamminghi studiano una nuova resa della luce creando immagini illuminando gi oggetti

I pittori fiamminghi studiano una nuova resa della luce, che non si trova ovunque, ma ha delle qualità, può creare immagini illuminando gli oggetti, può analizzare direttamente la forma. Per questo decidono di rappresentare spazi chiusi, delimitati, luoghi in cui la luce deve per forza provenire da una o più finestre, da un punto preciso.
Il modo di colpire ed illuminare gli oggetti, è più intenso del normale chiaroscuro e produce un effetto fotografico. In gemme, stoffe e pellicce è particolarmente evidente la bravura di questi artisti, ma anche nella resa di elementi metallici e brillanti, come ad esempio l'acqua.

Continua la lettura
45

La descrizione dello spazio nei pittori fiamminghi

La descrizione dello spazio: i pittori fiamminghi definiscono le superfici nei più minimi particolari, anche grazie alla tecnica della velatura che permette una notevole precisione. Lo stile è molto analitico e denota un gusto per il miniaturismo. Non seguono una prospettiva rinascimentale, ma una tardo-gotica, con svariati punti di fuga. Utilizzano proporzioni gerarchiche, ossia le dimensioni degli individui sono rappresentate in base alla loro identità.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Arti Visive

Breve guida sull'arte moderna

Vi intendete di arte? Vi piace o vorreste approfondirla? Allora vi proponiamo questa breve guida sull'arte moderna, così da potervi cimentare poi in qualche approfondimento che più vi piace.L'arte moderna inizia nella seconda metà XIX secolo e, più...
Arti Visive

Breve guida sull'arte realista

L'arte realista è una corrente artistica di origine francese. Conosciuta maggiormente con il nome di Realismo, fece la sua prima comparsa a metà del XIX secolo, riscontrando fin da subito un dite vole interesse tanto che si diffuse rapidamente in tutta...
Arti Visive

Breve guida sull'arte islamica

Quando si parla di arte naturalmente si intende ogni forma proveniente dall'estro di una persona definita artista. Non necessariamente deve avere a che fare con la pittura o la scultura, ma arte può essere anche quella di strada per esempio apprezzabile...
Arti Visive

Breve guida sull'arte cubista

l'arte cubista è nata e si è sviluppata a Parigi tra il 1908 e il 1914, in seguito alla ricerca di un nuovo linguaggio pittorico da parte di Picasso e Braque, i quali tagliarono in modo netto ogni rapporto con la precedente art nouveau. Possiamo distinguere...
Arti Visive

Breve guida sull'arte espressionista

L'espressionismo è il movimento che diede origine a quel tumulto di stravolgimenti artistici e culturali - le cosiddette Avanguardie - che caratterizzarono l'Europa all'inizio del '900. Il movimento espressionista nacque in contrapposizione all'arte...
Arti Visive

Guida all'arte di Antonello da Messina

Il Rinascimento italiano è un periodo storico ricco di arte e di letteratura. Uno dei maggiori esponenti dell'arte rinascimentale è sicuramente Antonello Da Messina. Il suo vero nome è Antonio di Giovanni de Antonio ed è stato un pittore siciliano...
Arti Visive

Guida all'arte paleocristiana

L’arte paleocristiana nasce attorno al VI secolo dopo Cristo nei territori dell'Impero Romano interessati dalla nuova dottrina (Medio Oriente, Italia, Penisola Balcanica meridionale). Il cristianesimo si era diffuso già a partire dalla metà del I...
Arti Visive

Guida all'arte del Vasari

Giorgio Vasari è stato uno dei più importanti pittori e architetti del tardo manierismo toscano. Conosciuto anche come storico dell'arte, la sua carriera subì sicuramente l'influsso di Raffaello, Michelangelo e della tradizione veneta. Fu sicuramente...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.