Guida sulla vera tragedia dell'affondamento del Titanic

tramite: O2O
Difficoltà: difficile
15

Introduzione

Il Titanic, l'inaffondabile nave, naufragata per via di un iceberg, ormai più di cento anni fa, è ancora oggi protagonista di film e documentari sulle verità che si celano dietro a questa vera tragedia. Era il secondo di un trio di transatlantici della classe Olympic, che fungevano da collegamento ogni settimana per l'America, così da assicurare il dominio delle acque oceaniche alla Whitestar Line. Questa grande compagnia navale, di dominio inglese, inizialmente, si interessava soltanto del trasporto merci tra l’Europa e l’America, poi, verso la fine dell’800’, iniziò i lavori di progettazione per assicurare lusso e sicurezza ai futuri passeggeri. In questa guida, ripercorreremo il giorno dell'affondamento in cui, dal porto inglese di Southampton, il Titanic si apprestò a fare il suo primo ed ultimo viaggio.

25

L'impatto

Erano circa le 23 e 30, quando le due vedette avvistarono l’iceberg di fronte alla nave. L’avvistamento, purtroppo avvenne ad occhio nudo, a causa della mancanza dei binocoli, ma ormai era troppo tardi, l'iceberg era già troppo vicino alla nave. Infatti, la distanza era pochissima e la velocità della nave era troppo elevata, di conseguenza, il primo ufficiale Murdoch, responsabile del ponte quella notte, provò la manovra di indietro tutta, ma senza alcun risultato e virò verso sinistra, così da provocare l’enorme squarcio che determinò la fine del transatlantico.

35

Le statistiche

Si salvarono circa 700 persone, grazie all'aiuto della nave Carpathia, che sopraggiunse sul luogo del misfatto, soltanto la mattina dopo. La tragedia del Titanic, è considerata la più grande di tutta la storia navale, infatti, in questa drammatica vicenda persero la vita circa 1518 passeggeri, compreso l’equipaggio.

Continua la lettura
45

Equipaggio

Infine, è da ricordare, che il transatlantico ospitava innumerevoli persone di alto rango sociale, milionari dell’epoca e grandi imprenditori, oltre al progettista e ideatore dello stesso transatlantico, Thomas Andrews e all'amministratore delegato della Whitestar Line. Il comandante della nave, il grande Edward John Smith, affrontava questo viaggio come l’ultimo della sua carriera, infatti, dopo 40 anni di brillante servizio, si avvicinava alla pensione, dirigendo la "Nave dei sogni", così era stata soprannominata la nave, dato il suo enorme sfarzo. In molte interviste, il capitano, aveva dichiarato che la nave era sicurissima, siccome fosse stata costruita facendo attenzione agli innumerevoli pericoli dell’epoca. Ed è proprio per questa sicurezza di tutto l'equipaggio, che ancora oggi si contano le vittime.

55

Guarda il video

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Mostre e Musei

Come pianificare una visita al Museo Vasa Di Stoccolma

Viaggiare è un'azione che arricchisce il bagaglio culturale: si conoscono nuovi usi e costumi, nuove parti di storia, nuovi monumenti e si vivono nuove esperienze. La mente si apre e ci si può pure rilassare. I luoghi culturali sono sempre di più ed...
Recitazione

Le più belle scene di film romantici

I film sono molto di più di un semplice intrattenimento con cui passare una o due ore. Un film fatto bene riesce a regalare allo spettatore emozioni e sensazioni incredibili, tali da coinvolgerlo direttamente nella vicenda, facendo auspicare che la storia...
Recitazione

Differenze tra commedia e tragedia greca

La differenza tra commedia e tragedia greca potrebbe sembrare palese per alcuni. Ci sono molte situazioni in cui questi due modi di fare teatro si fondevano a formare un genere teatrale incredibilmente innovativo e appassionante, ma noi inizieremo con...
Arti Visive

Theodore Gericault: le opere principali

Nato in Francia nel 1791, Theodore Gericault è stato uno dei più grandi esponenti dell'arte romantica di inizio XIX secolo. I suoi temi preferiti furono la lotta sociale, l'emarginazione, la sofferenza umana e la sconfitta. È stato forse il più importante...
Arti Visive

I 10 film americani più commoventi

Pellicole divenute un classico, altre più recenti, che si ricordano per averci obbligato ad aprire un fazzoletto più volte nel corso della visione. Prevalgono nettamente nella nostra lista film di origine statunitense, dopotutto è la cinematografia...
Recitazione

Breve storia del teatro

Se si vuole trattare la storia del teatro, conviene dividere il fenomeno nei diversi stili che caratterizzano i diversi momenti storici. Per primo troviamo il teatro classico, ossia il teatro greco e romano, poi quello medievale in cui nasce anche la...
Letteratura

L'Adelchi di Manzoni: guida

L'Adelchi di Manzoni è una tragedia in cinque atti ed endecasillabi del 1822. Ambientata nell'Alto Medioevo, narra la fine del regno longobardo. Nel quadro storico di riferimento Manzoni colloca fatti e personaggi, superando la cronaca. Come per tutte...
Letteratura

I migliori libri di spionaggio

Leggere è un qualcosa di molto bello e di appassionante, in particolar modo se stiamo leggendo dei libri molto belli e coinvolgenti. Tuttavia, ci sono anche dei libri molto interessanti, che spesso vengono tenuti in scarsa considerazione, ad esempio...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.