Hayez: vita e opere

tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

Francesco Hayez (Venezia 1791-Milano 1882), ultimo di 5 fratelli, è considerato il caposcuola del Romanticismo italiano. Nato in una famiglia povera (padre di origini francesi, madre veneta) viene affidato alla zia sposata con un mercante amante della pittura. Quest'ultimo, accortosi delle capacità artistiche del nipote, lo introdusse, prima presso un restauratore e successivamente nello studio artistico di Francesco Maggiotto (pittore). Dal 1803 al 1806 (anno nel quale iniziò l'Accademia di Belle Arti a Venezia) partecipò ai corsi di nudo. Nel 1809 vinse un concorso che lo portò a studiare a Roma e divenne allievo di Canova. Raggiunse il successo negli anni venti e divenne il pittore più famoso d'Italia. In seguito ad una aggressione (pare per motivi sentimentali) si trasferì a Napoli e incontrò Murat per il quale dipinse Ulisse alla corte di Alcinoo.
Amava il genere mitologico, storico e i ritratti. In questa guida troverete notizie riguardanti la vita e le opere di Hayez.

24

I primi riconoscimenti

Nel 1813 fu tra gli artisti che decorarono il Quirinale e dipinge il famoso quadro Rinaldo e Armida, due personaggi della Gerusalemme liberata. Nel 1817 si sposa Vincenza Scaccia, nobildonna romana che aveva molte amicizie nell'ambiente artistico. Nel 1820 si trasferisce a Milano e nel 1822, dopo aver presentato Pietro Rossi prigioniero degli Scaligeri, viene chiamato all'Accademia di Brera come aiuto di Sabatelli e alla sua morte nel 1850 ne prese il posto fino al 1879. A Milano incontra personaggi come Manzoni e Grassi.

34

Il Conte di Carmagnola

Nel 1821 presenta il Conte Carmagnola, condotto al supplizio che Manzoni (autore della tragedia) apprezzò. Dipinse quadri di carattere storico come: I Vespri siciliani (1822), I Profughi di Praga e L'Ajace d'Oileo; opere come Ultimo Bacio e gli Sponsali ispirandosi alla tragedia di Giulietta e Romeo. Tanti i soggetti religiosi e i ritratti, il più famoso quello fatto a Manzoni.
Nel quadro Il Bacio è evidente l'influenza dei pittori cinquecenteschi e in particolare quelli appartenenti all'area veneziana come Tiziano.
In questo dipinto c'è un impronta patriottica, il bacio dell'uomo infatti rappresenta l'addio di un giovane alla sua patria.

Continua la lettura
44

Ultime op

Hayez ha continuato a dipingere fino alla fine dei suoi giorni, Infatti sono datati 1881 capolavori come Un vaso di fiori sulla finestra di Harem e Autoritratto. Le sue opere sono esposte nelle pinacoteche e gallerie sparse per l'Italia, in particolare a Milano e dintorni.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Arti Visive

Jacques Louis David: vita e opere

Jacques Louis David introdusse il neoclassicismo in Francia, maturato dai viaggi che egli fece per visitare Roma e quindi dagli studi che approfondì sulle opere italiane. Dopo il 1789 passò ad uno stile Realistico per rappresentare in maniera migliore...
Arti Visive

Georges Seurat: vita e opere

Georges Pierre Seurat è nato a Parigi il 2 dicembre 1859. Lì vi rimase gran parte della sua vita e sempre a Parigi frequentò la scuola di disegno dove conobbe Edmond Aman-Jean, pittore e critico d'arte. Con Edmond spesso usava andare al museo del Louvre,...
Arti Visive

Kitagawa Utamaro: vita e opere

La guida di oggi verte sulla vita e sulle opere di Kitagawa Utamaro. Si tratta di un artista giapponese nato a Tokyo nel 1753 e quivi morto nel 1806. La sua arte si fonda essenzialmente sul disegno e sulla pittura. La sua maestria esplode nella rappresentazione...
Arti Visive

Canaletto: vita e opere

Molti pittori hanno il diritto di essere ricordati per ciò che hanno fatto durante la loro vita e, soprattutto, per le loro opere. Esse, infatti, rappresentano tutto ciò che di buono hanno compiuto e che, tuttora, abbiamo la fortuna di poter ammirare...
Arti Visive

Giovanni Bellini: vita e opere

Il patrimonio culturale italiano è davvero molto vasto, soprattutto nel periodo del Rinascimento. Esso racchiude un vero e proprio tesoro. In particolare vedremo, all'interno di questa guida, a parlare di uno dei maggiori esponenti dell'arte pittorica...
Arti Visive

Piero della Francesca: vita e opere

È stata proprio la maniera dell'artista a influenzare particolarmente la successiva pittura italiana, grazie alle innovazioni prospettiche e ai giochi di colore decisamente all'avanguardia. Nella guida che segue, potrete leggere dunque la vita e le opere...
Arti Visive

"Il bacio" di Hayez

Appena due anni prima del raggiungimento dell'Unità d'Italia, l'artista veneziano Francesco Hayez realizzò quello che da molti è considerato il manifesto pittorico del movimento romantico italiano: "Il Bacio". L'opera di Hayez, che oggi è possibile...
Arti Visive

Correggio: vita e opere

Correggio è il nome d'arte di un pittore italiano: Antonio Allegri, nato e morto proprio nella città di Correggio, in provincia di Reggio Emilia. È considerato uno dei maggiori esponenti della pittura del Cinquecento. Il suo stile è nato da uno studio...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.