I 6 vincitori italiani del Premio Nobel per la letteratura

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Italia patria di scienziati e di inventori, patria di poeti e di scrittori, patria di musicisti e compositori insomma, patria di talenti. Non è un caso se sono ben 20 i premi Nobel presi nella nostra nazione. Pur essendo uno stato piccolo siamo all'ottavo posto nella classifica mondiale per vincitori di questo premio. Una posizione di tutto rispetto. Ma cosa sono i premi Nobel? Furono istituiti nel testamento di Alfred Nobel da cui prendono il nome, e assegnati nelle cinque categorie principali ogni anno dal 1901. In questa lista analizziamo nello specifico la sezione letteratura che ci ha regalato ben sei premi. Ma ecco nel dettaglio chi furono i 6 vincitori italiani del Premio Nobel per la letteratura.

27

Giosue Carducci lo vinse nel 1906

Il primo vincitore italiano per il premio nobel alla letteratura fu Giosuè Alessandro Giuseppe Carducci, scrittore e poeta nato nel 1835 e deceduto nel 1907. Fu senatore del regno italiano per diciassette anni e pubblicò moltissime opere, è difficile stimarne il numero ma la maggior pare furono stampate nella raccolta in venti volumi edita da Zanichelli fra il 1889 e il 1909. Carducci fu un poeta molto famoso e amato nella sua epoca aveva molti ammiratori e anche molti imitatori. Le sue opere influenzarono la cultura dell'Italia per moltissimi anni.
Vinse il premio con la seguente motivazione: "Non solo in riconoscimento dei suoi profondi insegnamenti e ricerche critiche, ma su tutto un tributo all'energia creativa, alla purezza dello stile e alla forza lirica che caratterizza il suo capolavoro di poetica".

37

Grazie Deledda lo vinse nel 1926

Ci vollero vent'anni prima che l'Italia vincesse il secondo premio Nobel per la letteratura e l'onore andò a Grazia Maria Cosima Damiana Deledda, Scrittrice e poetessa sarda nata nel 1871 e deceduta nel 1936. Nelle sue opere veniva trattato principalmente il tema del patriarcato, delle differenze fra ceti sociali e della vita nella sua amata terra, la Sardegna, descritta nelle sue opere come pochissimi altri autori sono stati in grado di fare. Vinse il premio con la seguente motivazione: "per la sua potenza di scrittrice, sostenuta da un alto ideale, che ritrae in forme plastiche la vita quale è nella sua appartata isola natale e che con profondità e con calore tratta problemi di generale interesse umano".

Continua la lettura
47

Luigi Pirandello lo vinse nel 1934

Il terzo vincitore del premio nobel per la letteratura fu un uomo: Luigi Pirandello nato nel 1867 e deceduto nel 1936. Grandissimo drammaturgo conosciuto in tutto il mondo oltre che scrittore, filosofo e poeta. Con le sue opere riuscì a raccontare perfettamente il disagio che pervadeva la società Italiana degli anni venti e trenta del novecento. Pirandello era convinto che nulla fosse come apparisse e che la realtà di ogni cosa fosse in continuo movimento e cambiamento. Fu un autore estremamente poliedrico e prolisso, lasciò in eredita centinaia di opere in tutti i suoi campi di interesse. Vinse il premio con la seguente motivazione: “per il suo audace e ingegnoso rilancio dell’arte drammatica e scenica’’.

57

Salvatore Quasimodo lo vinse nel 1959

Venticinque anni dopo vinse il premio nobel per la letteratura Salvatore Quasimodo nato nel 1901 e deceduto nel 1968. Grandissimo poeta, lirico e scrittore di opere teatrali fu un grande esponente della corrente dell'ermetismo negli anni tra il 1930 e il 1942. Fu anche un traduttore di opere antiche, soprattutto dal greco, è grazie alle sue traduzioni che oggi possiamo leggere molti capolavori tra cui il vangelo secondo Giovanni. La curiosità è che mentre lui traduceva opere altrui le sue opere furono a loro volta tradotte in molte altre lingue. Vinse il premio con la seguente motivazione: "Per la sua poesia lirica che con fuoco classico esprime l’esperienza tragica nella vita dei nostri tempi".

67

Eugenio Montale lo vinse nel 1975

Dopo soli sedici anni il nobel per letteratura tornò all'Italia vinto da Eugenio Montale nato nel 1896 e deceduto nel 1981. Fu lo scrittore del dubbio, le sue poesie erano contrapposte a quelle dei suoi predecessori che narravano con certezza ed erano spesso descrittive. Lui invece raccontava l'incapacità di cogliere il senso dell'esistenza e di una vita piena di incertezza. Ancora oggi presente con molte opere nei testi scolastici delle scuole superiori con le sue opere. Vinse il premio con la seguente motivazione: “per la sua poetica distinta che, con grande sensibilità artistica, ha interpretato i valori umani sotto il simbolo di una visione della vita priva di illusioni”.

77

Dario fo lo vinse nel 1997

Dario Luigi Angelo Fo nato nel 1926 e deceduto nel 2016 vinse l'ultimo premio, in ordine cronologico, per la letteratura in Italia. Le sue opere spaziano in moltissimi campi, fu uno scrittore, regista, attore, pittore, scenografo, illustratore e anche attivista. La sua più grande caratteristica che si rivede in tutte le sue opere è che fu un provocatore fortemente schierato in una politica moderna. Le sue opere e conseguentemente le sue posizioni hanno spesso diviso nettamente chi le appoggiava e chi le osteggiava senza una via di mezzo data la loro chiarezza di idee. Ma oggi ricordiamo l'artista e non il politico. Vinse il premio con la seguente motivazione: "Perché, seguendo la tradizione dei giullari medievali, dileggia il potere restituendo la dignità agli oppressi".

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Letteratura

5 grandi autori della letteratura giapponese contemporanea

La letteratura giapponese ha subito profonde trasformazioni nel corso del ventesimo secolo .Un ulteriore spartiacque, che si colloca intorno alla fine degli anni Ottanta, è quello che tradizionalmente separa la letteratura giapponese 'alta' (nella vecchia...
Letteratura

I principali autori della letteratura giapponese contemporanea

Ben pochi lettori conoscono la splendida letteratura nipponica del dopoguerra: peccato, perché oramai moltissime opere sono tradotte anche in italiano e meritano la vostra attenzione. Gli scrittori giapponesi che non sono noti per le gesta di samurai...
Letteratura

I 10 migliori autori della letteratura italiana del '900

In questo articolo vi parleremo dei 10 migliori autori della letteratura italiana del '900, di quelli più conosciuti e di cui il lavoro e le opere sono state più rilevanti per la nostra società. Poche righe per raccontare la loro vita e i loro romanzi,...
Letteratura

Come vincere un premio letterario

Sogni di fare lo scrittore, ma non hai i mezzi per pubblicare un romanzo? Partecipa a qualche concorso letterario: è un modo interessante per allenarsi, mettersi alla prova e farsi conoscere dagli editori. Per ottenere queste cose, però, non basta partecipare:...
Letteratura

10 libri classici della letteratura per l'infanzia

Tra i classici della letteratura, sia italiana che straniera. Figurano indubbiamente titoli adatti ai più piccini. È molto importante infatti trasmettere il piacere e l'amore per la lettura ai bambini, atta a stimolare in loro creatività e proprietà...
Letteratura

La letteratura moderna giapponese

Il Giappone è un paese di grandi e antiche tradizioni. La sua storia è complessa e articolata, con cambiamenti dovuti a motivazioni storiche. Nonché a trasformazioni culturali. Queste evoluzioni hanno dato vita a delle innovazioni in tutti i settori,...
Letteratura

Concetti chiave della letteratura epica

La letteratura epica ha uno stile particolare, quello del poema epico, un componimento letterario che descrive le gesta e le avventure di grandi eroi o di un popolo, che combatte una libertà che viene rappresentata attraverso il mito, ossia racconti...
Letteratura

Breve storia della letteratura italiana

In questa guida troverete un breve excursus sulla storia della letteratura italiana che parte dal Duecento e procede fino ai nostri giorni in un intreccio di generi e influenze difficili da delineare. Il secolo XIII, dunque, vede la nascita della letteratura...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.