I capolavori di Caravaggio

tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

Padre e madre dell'artista, rispettivamente Fermo Merisi e Lucia Aratori, lo misero alla luce nel 1571 a Milano. Il nome Caravaggio è Merisi Michelangelo e fu uno dei più grandi maestri dell'arte italiana figurativa della fine del 1500, primi del 1600. Ebbe una grande fame mondiale e i suoi capolavori indicano completamente il suo carattere controverso ed impulsivo. Egli viene catalogato in quegli artisti definiti veristi-naturalisti perché nelle loro composizioni, aspirano alla descrizione cruda e nuda del reale. Vedremo in questa bella guida in seguito, i capolavori di Caravaggio.

24

I capolavori

Il padre dell'artista faceva parte del ceto medio e probabilmente il soprannome "Caravaggio" deriva dal luogo dove proveniva la madre. I capolavori di questo artista fanno parte della categoria delle opere veriste, ovvero di quelle opere che rappresentano la realtà nel modo effettivo. Il Caravaggio preferisce scene di vita di tutti i giorni, studiando a fondo l'uso della luce e dello spazio. Le sue opere più famose opere sono comprese tra gli anni 1593 e 1599 e possiamo farne un lungo elenco:
- il Fruttarolo;
- la Buona Ventura;
- i Bari;
- la Maddalena Penitente;
- musica di alcuni giovani;
- il Bacchino malato;
- ragazzo morso da un ramarro;
- il Riposo durante la fuga in Egitto;
- il Suonatore di Liuto;
- il Bacco, Testa di Medusa;
- la Canestra di frutta;
- Santa Caterina d'Alessandria;
- Giuditta e Oloferne.

34

Chiesa Di San Luigi dei Francesi

Dall'anno 1599 in avanti il Caravaggio lavora oltre che a Roma anche a Napoli, poi in Sicilia e a Malta. Tutto questo periodo fino all'anno 1610, cioè fino alla morte, egli dipinse queste opere, che si trovano presso la chiesa Di San Luigi dei Francesi a Roma, che ricordiamo:
- Il Martirio e la Vocazione di San Matteo;
- San Matteo;
- l'Angelo.
Mentre nella Chiesa di Santa Maria del Popolo a Roma si trovano queste altre opere, quali:
- La Caduta di San Paolo;
- Il Martirio di San Pietro;
- la Conversione di San Paolo.
Poi ha dipinto altre sue famosissime opere che sono:
- Cena in Emmaus;
- La Cattura di Cristo;
- San Giovanni Battista;
- La Deposizione;
- Il Sacrificio di Isacco;
- La Madonna dei Pellegrini;
- Ecce Homo;
- La Morte della Vergine;
.

Continua la lettura
44

Soggetti di carattere profano

Si è dedotto, dopo analisi accurate delle sue opere sopra citate che, il Caravaggio, nei primi anni della sua carriera, utilizzava nelle sue opere soggetti di carattere profano, e della vita di tutti i giorni quali Il Bacco, La Canestra di frutta, Il Fruttarolo e i Bari.
Mentre negli ultimi anni della sua vita, egli preferisce, facendo uso dello studio dello spazio e della luce illustrando i sentimenti dei personaggi descritti, come ad esempio: Il Martirio di San Pietro e La Conversione di San Paolo.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Arti Visive

Le opere più importanti di Caravaggio

Per tutta la sua vita Caravaggio viene conosciuto come un ribelle. La sua vita personale viene costantemente segnata da drammi e turbolenze. Queste sono qualità che si riflettono nei suoi dipinti del chiaroscuro. I suoi pezzi realistici, a volte considerati...
Arti Visive

Caravaggio: caratteristiche della sua pittura

Il patrimonio artistico italiano può vantare un'enorme mole di opere, partorite dal genio di artisti che hanno segnato l'epoca in cui sono vissuti. Nel XVII secolo a dominare fu l'arte barocca, e nella pittura Caravaggio fu tra i più rivoluzionari,...
Arti Visive

I capolavori di Raffaello

Il panorama artistico italiano si è da sempre distinto per la vastità e l'immensità del genio artistico di cui era composto. Moltissimi sono gli artisti italiani che nel corso dei secoli hanno contribuito a rendere famoso il proprio nome, attraverso...
Arti Visive

I capolavori di Giotto

Giotto di Bondone è uno dei massimi rappresentanti della pittura medievale italiana e i suoi capolavori sono di fama mondiale. Pittore e architetto, nacque a Colle di Vespignano intorno al 1266-67. Ebbe vastissima fama presso i contemporanei, come testimoniano...
Arti Visive

I capolavori di Botticelli

Sandro Filipepi, detto Botticelli (Firenze 1445-1510) è uno degli artisti maggiormente legati alla corte di Lorenzo il Magnifico. Con la sua arte, è stato uno dei più importanti rappresentanti del Rinascimento fiorentino, creando capolavori di delicata...
Arti Visive

I capolavori di Michelangelo Buonarroti

Genio poliedrico del Rinascimento italiano, Michelangelo Buonarroti ha dato vita ad una serie impressionante di opere pittoriche e capolavori scultorei. Nato nell'aretino nel 1475, nella piccola cittadina di Caprese, Michelangelo è il secondogenito di...
Arti Visive

I capolavori di Masaccio

Pur nella sua breve vita, Masaccio riuscì a rivoluzionare la pittura ponendo le premesse del Rinascimento. Fece enormi passi nello studio della prospettiva dipingendo in modo realistico forme tridimensionali su una superficie piatta. Realizzò dipinti...
Arti Visive

Consigli per disegnare il chiaroscuro

Il chiaroscuro è una tecnica della pittura ad olio che risale all'epoca del Rinascimento. Nacque infatti nel XVI secolo grazie al Caravaggio che, con i suoi capolavori, riesce ad attrarre come una calamita lo sguardo dell'osservatore di tutti i tempi,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.