I capolavori di Masaccio

tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

Pur nella sua breve vita, Masaccio riuscì a rivoluzionare la pittura ponendo le premesse del Rinascimento. Fece enormi passi nello studio della prospettiva dipingendo in modo realistico forme tridimensionali su una superficie piatta. Realizzò dipinti molto importanti come gli affreschi della Cappella Brancacci e la celebre Trinità. In questa guida vediamo qualche accenno alla vita del pittore e i dettagli dei suoi capolavori.

24

La prospettiva

Masaccio trova una modalità convincente per rappresentare lo spazio trasferendo in pittura i principi della prospettiva del suo amico Brunelleschi, importante architetto fiorentino. Nello stesso tempo Masaccio fece uso di una singola fonte di luce rappresentando così i soggetti dei suoi lavori come se fossero visti alla luce naturale del giorno. Tommaso di ser Giovanni di Mone Cassai, conosciuto come Masaccio, nacque il 21 dicembre 1401 nella cittadina di Castel San Giovanni in Altura, oggi San Giovanni Valdarno (AR).

34

Il carattere funerario

Il vero capolavoro di Masaccio è la Trinità, un grande affresco di 667 x 317 cm eseguito nella navata sinistra della chiesa di Santa Maria Novella a Firenze. Si tratta dell'ultima opera fiorentina del pittore ed era stata richiesta dal maestro muratore Berto di Bartolomeo sposato con donna Sandra; i due committenti sono ritratti alla base della grande edicola dipinta. L'opera, di evidente carattere funerario, rappresenta la crocifissione con Dio che sostiene il Cristo e lo Spirito Santo, rappresentato nella colomba che si vede tra il volto di Dio e il figlio. Ai piedi della croce c'è San Giovanni e la Madonna, che volge lo sguardo verso l'osservatore. La scena è inserita in un'illusionistica cappella a volta, chiusa da due archi e sorretta da colonne, create con un complesso gioco di prospettiva. Il registro più basso, che arriva quasi al pavimento, raffigura uno scheletro disteso con l'iscrizione "Io fui già quel che voi siete e quel chi son voi ancora sarete".

Continua la lettura
44

Le figure tridimensionali

Nella Cappella Brancacci sono presenti i famosi affreschi, entrambi di 214 x 89 cm, rappresentanti la Tentazione di Adamo ed Eva e la Cacciata dal Paradiso terreste. Il primo dipinto è attribuito a Masolino mentre la successiva Cacciata dal Paradiso terreste è opera di Masaccio che presenta qui due figure tridimensionali e molto terrene. Viene colto il momento drammatico della scacciata, della perdita del Paradiso, raffigurato dai singhiozzi e dall'urlo di disperazione di Eva che sembra anticipare il famoso urlo di Munch.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Arti Visive

Breve storia dell'arte moderna

L'arte moderna rappresenta un insieme di idee in evoluzione tra un certo numero di pittori, scultori, scrittori ed artisti che, sia individualmente che collettivamente, hanno cercato dei nuovi approcci nel creare arte. Anche se l'arte moderna è iniziata,...
Arti Visive

Come utilizzare i colori ad olio

La pittura a olio è una tecnica pittorica che utilizza pigmenti in polvere mescolati con basi inerti e oli. Le origini della pittura a olio affondano le radici nell'antichità; ne davano notizia già Marco Vitruvio Pollione, Plinio il Vecchio e Galeno....
Arti Visive

Tintoretto: le migliori opere

Talentuoso allievo di Tiziano, Jacopo Robusti o Tintoretto era così scorbutico che fu cacciato dalla bottega del maestro dopo pochi giorni, sempre che non si debba dar credito alla versione secondo cui la rottura fu determinata dalla rivalità. Vero...
Arti Visive

I capolavori di Botticelli

Sandro Filipepi, detto Botticelli (Firenze 1445-1510) è uno degli artisti maggiormente legati alla corte di Lorenzo il Magnifico. Con la sua arte, è stato uno dei più importanti rappresentanti del Rinascimento fiorentino, creando capolavori di delicata...
Mostre e Musei

Giotto: le opere principali

Giotto di Bondone, forse diminutivo di Ambrogio oppure di Angiolo, è semplicemente ocnosciuto come Giotto. È nato a Vespignano, nel 1267 circa, ed è morto a Firenze nel lontano 8 gennaio 1337. È stato uno dei più famosi pittori e architetti italiani....
Arti Visive

Andrea Mantegna: vita e opere più importanti

Andrea Mantegna è uno degli artisti più importanti nella scena dell'arte italiana che va dalla fine del Medioevo all'inizio dell'Età Moderna. L'eco delle sue ricerche si espanse per tutto il Rinascimento, coinvolgendo addirittura artisti come Leonardo...
Arti Visive

I capolavori di Michelangelo Buonarroti

Genio poliedrico del Rinascimento italiano, Michelangelo Buonarroti ha dato vita ad una serie impressionante di opere pittoriche e capolavori scultorei. Nato nell'aretino nel 1475, nella piccola cittadina di Caprese, Michelangelo è il secondogenito di...
Arti Visive

I capolavori di Caravaggio

Padre e madre dell'artista, rispettivamente Fermo Merisi e Lucia Aratori, lo misero alla luce nel 1571 a Milano. Il nome Caravaggio è Merisi Michelangelo e fu uno dei più grandi maestri dell'arte italiana figurativa della fine del 1500, primi del 1600....
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.