I grandi comici del cinema italiano

tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

La commedia In Italia è sempre stata un genere fortunato. Il merito va diviso equamente fra i registi capaci di tradurre lo spirito tragicomico nazionale in pellicola e i grandi comici che attraverso le loro peculiarità regionali sono stati di fondamentale importanza nel legare l'aspetto artistico a quello popolare. Quando si pensa agli attori comici del cinema italiano, il pensiero corre verso il mitico Antonio De Curtis detto Totò. Il primo e forse l'ultimo in grado di usare il proprio corpo e la lingua italiana a suo piacimento, rappresentando in pieno la vitalità e l'astuzia di un popolo uscito dalla guerra con le ossa rotte ma ancora incline all'allegria e dallo spirito mai domo. Fra i comici del Sud, Totò è indubbiamente il principe. Nel corso degli anni, altre voci usciranno dal coro di una terra perseguitata dalla povertà. Quelle del duo Ciccio e Franco esploderanno negli anni settanta, uno attraverso la verve fisica e l'uso delle mimica, l'altro raccogliendone l'aspetto tragico e rigoroso. Negli anni ottanta Lino Banfi soprattutto grazie all'utilizzo del dialetto pugliese sbancherà i botteghini con un numero enorme di lungometraggi.

24

La comicità del nord e quella del sud

Il differente modo di esprimere la comicità è stato il vero punto di forza della commedia Italiana. In questo breve excursus sono molti i nomi che mancano all'appello, ma inserire i comici attuali accanto ai grandi nomi sembra davvero prematuro. La commedia stessa è cambiata, l'Italiano del sud odierno non si discosta poi tanto da quello del Nord, nel modo di pensare e nell'affrontare la realtà.

34

Alcuni esponenti

Aldo Fabrizi corpulento e serafico, Gigi Proietti più eclettico ed istrionico oppure Enrico Montesano emigrato sul più bello verso il teatro, lasciando orfani della sua comicità tanti fans. Carlo Verdone ha tratteggiato perfettamente il personaggio del "coatto" e dell'ipocondriaco, ma parlando di Roma un nome spicca su tutti gli altri, quello di Alberto Sordi. Il più grande interprete di vizi e bassezze dell'Italiano medio, spesso criticato da una certa elite proprio per la mediocrità dei suoi personaggi. Il tassinaro, il medico della Mutua, il borghese piccolo piccolo, tutte figure rimaste nell'immaginario collettivo.

Continua la lettura
44

Paolo Villaggio

Una volta arrivati a parlare del Nord, è evidente la differenza in cui viene interpretata la comicità. Fra i tanti, forse il solo Paolo Villaggio con la saga di Fantozzi ha tentato di abbozzare il remake di quel comico fisico e rappresentativo di un certo ceto sociale tipico del Sud. In tutti gli altri casi il comico del Nord fa leva sulla situazione, sulla forza della propria integrità calpestata o non rispettata, pensiamo al Tognazzi di Amici Miei per esempio.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Recitazione

Guida al cinema di Scorsese

Martin Scorsese cresce nel clima di rinnovamento cinematografico degli anni sessanta e diventa, nel decennio successivo, uno degli esponenti di spicco della New Hollywood. La Nouvelle Vague francese, il Neorealismo italiano, il cinema indipendente della...
Recitazione

10 buoni motivi per andare al cinema

Nonostante film di qualità pregevole sia italiani che esteri, sembra che il cinema non sia in buonissima salute: le sale spesso restano vuote e molte di esse hanno addirittura chiuso anche nelle grandi città. Sono state fatte diverse iniziative importanti...
Recitazione

Le 10 auto più famose del cinema

Le automobili rappresentano una delle passioni maggiormente diffuse a livello mondiale, insieme allo sport in generale. Per questo motivo, le autovetture sono più o meno interpreti fondamentali di numerose pellicole cinematografiche. Di conseguenza alcune...
Recitazione

5 motivi per preferire il cinema al teatro

Stasera cinema o teatro? Se c'è chi risolve il problema non perdendosi nemmeno uno spettacolo né sullo schermo né sul palcoscenico, sono in molti ad avere una predilizione spiccata per uno di questi due luoghi di intrattenimento sempre un po' in competizione....
Recitazione

Bollywood e il cinema indiano

Bollywood è una parola formata da Bombay ed Hollywood, e sta a significare il cinema popolare indiano che ad oggi è diventato un vero e proprio impero. Ricordate il film vincitore di ben 8 premi Oscar "The Millionaire"?. È solo uno degli ultimi capolavori...
Recitazione

5 motivi per preferire il teatro al cinema

Chi ama le arti sceniche, spesso di trova a dover fare una scelta stra seguire uno spettacolo a teatro o tra le poltrone di un cinema. Per aiutarvi nella scelta, abbiamo deciso di sviluppare una semplicissima e pratica guida (di parte) che vi propone...
Recitazione

Guida al cinema di Tarantino

Quentin Tarantino, regista fra i più importanti e discussi del cinema mondiale, non ha mai studiato cinema. Non l'ha mai fatto in senso tradizionale, non ha frequentato scuole. Ha studiato recitazione e ha lavorato nella videoteca del suo paese, integrando...
Recitazione

Il cinema di Ingmar Bergman

Ingmar Bergman, regista, sceneggiatore e drammaturgo di origini svedesi, è stato una delle figure più importanti nella storia del cinema. La morale che permea i suoi film è spesso pessimista, quasi nichilista, derivata da una famiglia con a capo un...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.