I maggiori esponenti del cognitivismo

Tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Riuscire a comprendere la complessità degli schemi mentali, delle sue funzioni e di come si svolgano le rielaborazioni delle informazioni che il cervello riceve, è di estremo interesse; si sviluppano così diversi approcci di ricerca in questo ambito, ognuno dei quali fornisce un prezioso aiuto per formulare una teoria comune. In questa sede esplicheremo i maggiori esponenti del cognitivismo.

25

Psicologia Cognitivista

Il cognitivismo è quella corrente di pensiero che nasce verso la fine degli anni '50, ma che viene ufficializzato solo nel 1967 con la pubblicazione del libro "Psicologia Cognitivista" di U. Neisser. Si occupa di formulare ipotesi sulla genesi dei processi mentali, sotto un punto di vista multidisciplinare, tra Neurologia, Psicologia e Pedagogia. In modo più specifico, studia l'elaborazione umana delle informazioni (o HIP: Human information processing) applicandolo poi, ai vari processi mentali come: memoria, pensiero, linguaggio, percezione e movimento.

35

Ulric Neisser

Il primo nome che presentiamo, è quello di Ulric Neisser, psicologo statunitense di origine tedesca. Come accennato in precedenza, fu proprio grazie a lui che si delineò il paradigma dell'HIP; nel suo testo, riunisce ed elabora i lavori fino ad allora presentati, e propone l'associazione tra mente umana ed un computer, definendo l'uomo come un "elaboratore di informazioni". Egli stesso, però, riformula la sua visione nel 1976, con la pubblicazione del suo libro "Conoscenza e realtà" rendendola meno rigida; il suo modello HIP definitivo, descrive come gli individui conoscano il mondo eterno attraverso le funzioni mentali come percezione, attenzione, memoria e pensiero, che recepiscono tutte le informazoni e le rimanda al sistema sensoriale, per elaborare una risposta consapevole ed in modo assolutamente attivo.

Continua la lettura
45

James Gibson

Il secondo esponente di cui pareremo è James Gibson, psicologo statunitense e docente universitario nel periodo 1949 - 1972. I suoi lavori vertono sullo studio della percezione visiva, tanto che viene spesso considerato come uno dei massimi esponenti di psicologia del XX secolo. Durante la Seconda Guerra Mondiale, conduce studi della percezione per conto dell'Areonautica Militare degli USA, da cui sviluppa la teoria secondo cui gli oggetti in movimento forniscono molti più stimoli rispetto a quelli statici. Seguendo questa via, definisce il concetto di "ottica ecologica", seconda la quale una percezione non mediata da altri processi mentali, o sottoposta a stimoli artificiali come quelli di laboratorio, gli individui sono soggetti a stimoli diversificati e complessi, di conseguenza per giungere alla comprensione di funzione e funzionamento si devono studiare soprattutto gli aspetti dell'interazione tra organismo e ambiente.

55

Consigli

Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Letteratura

I maggiori poeti ermetici italiani

Ermetismo è il nome dato alla corrente poetica fiorita in Italia, in particolare nel cuore della Toscana, nel periodo compreso fra il 1920 e il 1930. Il nome si riferisce ad Ermete Trismegisto, leggendario autore dell'antica Grecia di dottrine mistiche...
Letteratura

I principali esponenti della letteratura gialla

La letteratura gialla è un genere narrativo caratterizzato da racconti in cui i fatti di crimine sono i veri protagonisti. Può anche essere suddivisa in varie sotto categorie, tra quelle che spiccano di più troviamo i polizieschi, i noir e i thriller....
Letteratura

Concetti chiave dell'Ermetismo

L'Ermetismo secondo alcuni letterati dell'epoca non è un vero e proprio movimento o corrente letteraria ma più uno stile adottato da alcuni stravaganti e rivoluzionari artisti. Questo si sviluppò nel Novecento e coinvolse numerosi scrittori e poeti...
Letteratura

5 concetti chiave del Dolce stil novo

Il Dolce stil novo è una corrente letteraria nata a Firenze a cavallo tra il 1200 e il 1300. Questo movimento ha influenzato in maniera particolare lo stile e i contenuti della poesia italiana, portandola qualitativamente a un livello più alto. Il tema...
Letteratura

Seneca: concetti chiave del suo pensiero filosofico

Lucio Anneo Seneca (Cordova, 4 a. C - Roma, 65 d. C) è stato un filosofo, uno scrittore e un tragediografo latino. I concetti chiave del suo pensiero filosofico rimandano all'educazione di retorica che ricevette, portandolo ad orientarsi verso lo stoicismo...
Letteratura

Breve storia della letteratura italiana

In questa guida troverete un breve excursus sulla storia della letteratura italiana che parte dal Duecento e procede fino ai nostri giorni in un intreccio di generi e influenze difficili da delineare. Il secolo XIII, dunque, vede la nascita della letteratura...
Letteratura

I 10 migliori libri d'avventura

I libri di avventura sono fra quelli più apprezzati dal pubblico, sia giovane che adulto, sia esperto che alle prime letture. Quando si parla di scrittori di romanzi d'avventura, è impossibile non citare Emilio Salgari, Jules Verne o Rudyard Kipling,...
Letteratura

La letteratura della Beat Generation

Mentre in Europa, negli anni '50-'60, si viveva il clima del boom economico, in America la situazione era ben diversa. L'America, infatti, era sull'orlo di una nuova guerra mondiale, questa volta nucleare, con la Russia. Di conseguenza i governi puntavano...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.