I miti della danza: Carla Fracci

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Nella Penisola Italiana, esistono numerosi talenti negli svariati ambiti culturali e tra i miti della danza classica è molto famosa la ballerina Carla Fracci (20 Agosto 1936): chiunque la conosce per la propria fama internazionale, compresi quelli che non sono appassionato della seguente disciplina sportiva.
Carla Fracci è una bravissima ballerina italiana di danza classica che ha ottenuto dei grandi ruoli nei balletti ed ha calcato la scena dei più importanti teatri, grazie alla propria dedizione, disciplina ed enorme passione: buona lettura!!!

26

Innanzitutto, dovete sapere che Carla Fracci cominciò a prendere lezioni di danza classica quando aveva soltanto 10 anni (nella famosa scuola del Teatro alla Scala) e si diplomò nel 1954: in seguito, continuò i propri studi e perfezionò la sua tecnica, partecipando a diversi stage nelle città di Parigi, Londra e New York.
Il grande impegno e l'enorme bravura di Carla Fracci vengono premiati immediatamente: infatti, dopo solamente 2 anni dal diploma conseguito, ottenne subito dei ruoli da solista, diventando cosi prima ballerina nel 1958.

36

Tra gli anni '50 e '70, le apparizioni di Carla Fracci sono sempre più numerose ed importanti: danza con svariate compagnie straniere, ovvero il "London Festival Ballet", il "Royal Ballet", lo "Stuttgart Ballet" ed il "Royal Swedisch Ballet".
Durante questo suo meraviglioso periodo, Carla Fracci interpreta dei ruoli sia romantici che drammatici: il principale ruolo che l'ha resa definitivamente conosciuta a livello internazionale è stato l'eccellente interpretazione di Giselle, tanto che ne fu girato anche un film.
Tra le opere teatrali contemporanee che vedono protagonista Carla Fracci è possibile ricordare "Romeo e Giulietta" (1958) e "Il lago dei cigni".

Continua la lettura
46

Durante le proprie performance teatrali, Carla Fracci è sempre stata accompagnata da grandi ballerini (come Erik Bruhn e Roberto Bolle) e, nell'anno 1982, partecipò ad un programma televisivo, ovvero una fiction su Giuseppe Verdi, dove lei interpretò il ruolo della seconda moglie e soprano Giuseppina Strepponi.
Con riferimento alla sua vita privata, dovete sapere che Carla Fracci sposò Beppe Menegatti, che fu anche il regista della maggioranza delle opere teatrali in cui lei si esibì nel corso della propria carriera di ballerina di danza classica.

56

Nel 1994, Carla Fracci divenne membro dell'Accademia di Belle Arti di Brera, mentre dal 1996 al 1997 diresse il Corpo di ballo dell'Arena di Verona, dove venne poi allontanata e ciò creò scalpore e disdegno: dal 2000 al 2010, invece, fu direttrice del Corpo di ballo del Teatro dell'Opera di Roma e l'incarico gli venne rimosso per colpa della riforma voluta da Sandro Bondi.
Durante la propria carriera di ballerina, Carla Fracci è stata insignita di alcune onorificenze:
- "Grande ufficiale dell'ordine al merito della Repubblica italiana" (1983);
- "Medaglia d'oro ai benemeriti della cultura e dell'arte" (2000);
- "Dama di gran croce dell'ordine al merito della Repubblica italiana" (2003);
- "Ambasciatrice di buona volontà della FAO" (2004);
- "Assessore alla cultura della Provincia di Firenze" (2009).

66

Consigli

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Recitazione

La rappresentazione del corpo nel teatro

Sicuramente il mimoè un esempio perfetto, quando si parla di presenza scenica si intende proprio l'arte di saper utilizzare il proprio corpo su di un palcoscenico o per strada, la capacità di incantare gli spettatori tenendoli con la bocca aperta e...
Recitazione

Luchino Visconti: vita e filmografia

In questo articolo vorrei affrontare il tema della vita e della filmografia del grande Luchino Visconti. Luchino Visconti è stato uno dei più importanti e conosciuti registi della storia del cinema italiano. Luchino Visconti è stato un regista cinematografico,...
Danza

Danza classica: il metodo Legat

Il metodo Legat ha incominciato ad essere insegnato all' interno delle scuole di danza classica, vide il suo esordio nell'anno 1923, quando i due coniugi russi Nikolaj Legat e Nadine Nicolaeva si trasferirono a Londra e inaugurarono la loro prima scuola...
Danza

Breve storia della danza classica

Tutti gli amanti della danza, oltre a praticarla, dovrebbero conoscerne la storia. Cercando su qualsiasi motore di ricerca, potremo in pochissimi secondi trovare moltissime informazioni che riguardano tutte le varie tipologie di danza esistenti, e sulla...
Danza

10 motivi per cui é importante studiare la danza classica

La danza classica è un hobby dai molti pregi, che talvolta può diventare una professione. Le sue origini sono antiche: ufficialmente nasce nel 1661, in Francia. In tale data, il re Luigi XIV istituisce l'Acadèmie Royale de danse. Al suo interno si...
Danza

Come avere la grazia ed il portamento di una ballerina di danza classica

Chi non sogna di avere la grazia di Alessandra Ferri o di Eleonora Abbagnato, Etoile italiane conosciute in tutto il mondo? Certo gambe lunghe e collo da cigno aiutano, ma con un po' di applicazione ciascuna di noi può migliorare il proprio portamento.La...
Danza

Le 5 regole per una ballerina perfetta

Una buona ballerina, a qualsiasi genere musicale essa appartenga, è in grado di trasmettere a chi la osserva tutto il trasporto, l'amore e la bellezza che la danza racchiude in essa. Ma per poter ottenere questi fantastici risultati, il cammino è molto...
Danza

Danza classica: il metodo Balanchine

Quante volte vi è capitato di ammirare estasiati uno spettacolo di balletto classico? La danza è una delle arti corporali più antiche e primitive, che affascina e appassiona da secoli e secoli gente di ogni angolo del pianeta. Per chi non è del mestiere,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.