I miti greci più famosi

Di:
tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

"Mythos" è il termine greco che significa "mito". In origine era semplicemente "parola, discorso". In seguito fu il racconto dell'esistenza di esseri onnipotenti e immortali, di forme affini a quelle umane che si chiamarono Dei o Numi. Questi furono descritti nel loro immaginato aspetto, nei rapporti scambievole tra loro e con gli uomini, nelle loro caratteristiche comuni o singolari, nelle loro gesta. Si distinguono di solito i "miti" dalle "leggende", in quanto i primi riguarderebbero gli Dei e le seconde gli Eroi. Ma la distinzione non è sempre certa, poiché molti eroi ascesero al rango di semidei o addirittura di Dei immortali. La mitologia greca arcaica rievoca la vicenda di tre regni successivi di un Dio sovrano su una folla di altri numi minori: il primo è il regno di URANO (il Cielo); il secondo quello di KRONOS (il Tempo); il terzo, quello definitivo nel paganesimo classico, di ZEUS (il latino Jùppiter, Jovis, Giove). Ciascuno di questi tre regni soppianta l'altro e abbatte tragicamente, con la forza e la frode, il precedente. Vediamo ora i miti greci più famosi di questi tre regni.

24

Zeus

ZEUS è rappresentato dai poeti e dagli scultori come una grande, solenne nume, nella pienezza dell'età virile, con fluente barba ricciuta e vasta chioma. È dio supremo del mondo greco. L'etimologia del suo nome lo collega al cielo e designava la luce del giorno in cielo. Egli presiedeva a tutti i fenomeni atmosferici: fulmini, lampi, pioggia, neve e tuoni. Sua arma infallibile erano le folgori. I Greci credevano che vivesse su una montagna chiamata Olimpo, la più alta dell'Ellade. Era comunemente chiamato "padre degli dei e degli uomini". Protettore dello Stato, dei viaggiatori e degli stranieri, interprete del destino, capo degli oracoli, era il più anziano dei sei figli di Crono e di Rea. Secondo Esiodo, Crono, geloso e preoccupato d'un rivale più forte di lui, inghiottiva tutti i figli nati da Rea finché, questa, con l'aiuto di sua madre Gea, avvolse in stoffe una grossa pietra e finse che si trattasse di Zeus, il suo ultimo figlio. Il bambino venne portato a Creta dove le ninfe si presero cura di lui nascondendolo in una grotta. Qui venne nutrito con il latte della capra Amaltea. Diventato adulto decise di sconfiggere il tirannico padre e gli diede una bevanda che permise a Crono di vomitare i cinque figli che aveva inghiottito, insieme alla grossa pietra che era stata sostituita a Zeus. Questa pietra fu posta a Delfi al centro della terra e divenne l'ombelico del mondo. La guerra durò dieci anni e alla fine Zeus vittorioso confinò i Titani nella profondità del Tartaro guardati per sempre dai Giganti centimani. I tre fratelli divini Zeus, Poseidone e Ade decisero di dividersi l'universo in tre regni: Zeus divenne il dio del cielo, Poseidone dio del mare e Ade signore dell'oltretomba. La supriorità di Zeus era riconosciuta da tutti. Sposò un gran numero di dee, prima di sistemarsi definitivamente nel matrimonio con Era, il che non gli impedì di avere molte relazioni extra-coniugali con divinità e donne mortali.

34

Era

Il nome "ERA" significa "signora". Sorella maggiore di Zeus, in quanto figlia di Crono e Rea, divenne in seguito sua moglie e regina del cielo. Il suo simbolo era il pavone. Protettrice delle donne e del matrimonio, divenne patrona della città di Argo. Secondo una versione celebre, Zeus trovò Era che passeggiava nei boschi nei pressi di Argo, provocò un temporale e si nascose nell'abito della dea trasformato in cuculo. Una volta al sicuro l'abbracciò, riprese la sua vera forma e giurò che l'avrebbe fatta sua sposa. Viene rappresentata come una donna alta e statuaria che porta un diadema o una corona e impugna lo scettro.

Continua la lettura
44

Pallade Atena

PALLADE ATENA, balzata già adulta ed armata dal capo e dal cervello di Zeus, fu lo splendore dell'eterna saggezza, della pacata e profonda sapienza, patrona della citta più intelligente del mondo antico: ATENE. La sua statua, raffigurata pensosa e scolpita da Fìdia, sorgeva a dominare la città dalla vetta dell'Acropoli, nel tempio a lei consacrato: il Partenone.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Letteratura

L'importanza dei miti nella cultura greca

l'importanza dei miti nella cultura greca intesi come patrimonio di idee, tradizioni, istituzioni religiose e sociali, andavano a determinare la cultura di un popolo nella sua fase primitiva. Succedeva questo grazie alla narrazione di eventi accaduti...
Letteratura

I 5 migliori saggi storici

Il saggio è un testo in prosa che si concentra su un determinato argomento, scelto dall'autore. Un particolare genere di saggio è il saggio storico, che tratta fatti ed avvenimenti degli individui e delle società del passato. Da qui l'aggettivo storico....
Letteratura

La mitologia greca nella cultura occidentale

Fra i popoli antichi, il più civilizzato e il più avanzato, in senso artistico e culturale, fu sicuramente quello greco. Dopo la conquista romana, l'arte, la filosofia e la mitologia greca vennero esportate e, grazie alle conquiste dell'impero romano,...
Letteratura

Le divinità dell'Olimpo

I Greci erano politeisti e pregavano le molte divinità per ottenere le loro grazie.La mitologia greca è affascinante e ancora oggi ai licei si studia la storia e le origini delle gesta degli dei dando origine così a miti e leggende, creando eroi, culti...
Letteratura

Come nasce il mito delle sirene

Se pensiamo alle sirene, ci viene subito in mente l'immagine di splendide creature per metà umane e per metà pesci, capaci di ammaliare con il loro fascino. Possiamo trovare storie sul loro conto in qualsiasi ambito della narrativa, dalle favole per...
Letteratura

Foscolo: vita e opere

Ugo Foscolo a differenza dei suoi predecessori abbandona da un certo punto di vista la corrente illuminista per affacciarsi al mondo neoclassico tipico dell'inizio del 1800. Uno dei più grandi poeti e scrittori italiani di quell'epoca, Foscolo caratterizza...
Letteratura

La filosofia nell'antico Egitto

Nel territorio dell'antico Egitto circa 2000 anni fa era già diffuso un certo modo di pensare e di vedere le cose che è stato poi plagiato dal popolo greco. In realtà però i greci non hanno fatto altro che adattare tutto questo alla loro società...
Letteratura

La leggenda di Robin Hood

Chi non conosce questo incredibile personaggio reso celebre anche da molte opere cinematografiche, non ultima quella di Walt Disney? Meno conosciuta forse è invece la sua leggenda tradizionale inglese e soprattutto le sue basi di realtà. Sì perché...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.