I Nuraghi di Sardegna

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

I Nuraghi di Sardegna sono delle costruzioni molto antiche e ricche di fascino e mistero. La parola "nuraghe", di origine prelatina, significa "mucchio di pietre". Essi costituiscono la testimonianza vivente di una società basata sulla guerra e la pastorizia, e organizzata in villaggi in costante lotta fra loro. Per secoli non si è capito bene il ruolo dei nuraghi e si sono avute diverse interpretazioni. Oggi pare che finalmente il buio sia stato illuminato da una nuova luce e il mistero di queste strane costruzioni sia stato finalmente svelato al mondo.

26

Cosa sono

La civiltà dei nuraghi, risalente all’età del bronzo e del ferro (circa 2000 a. C.), è costituita da una società di pastori e di guerrieri che lottano per prevalere l'una sull'altra.
I nuraghi sono caratteristiche architetture megalitiche dei centri preistorici sardi che rivelano una tecnica di costruzione avanzata. L'edificio presenta una struttura complessa con un nucleo centrale formato da un torrione dal tronco conico, realizzato con grossi massi di roccia locale squadrati e sovrapposti senza alcun tipo di legante (muratura a secco), in cui si apre una porta sovrastata da un architrave.

36

L'interno

L'interno è costituito da un'unica camera di forma circolare coperta da una pseudocupola, ossia con delle grosse pietre che, sovrapposte l’una sull’altra, sporgono verso l’interno fino a chiudere la sommità della struttura. Vi si accede mediante un corridoio. Con il passare del tempo la struttura diventa sempre più complessa, fino ad arrivare a delle costruzioni multilivello, distribuite su due o tre piani, con ampliamenti della superficie (più celle collegate da gallerie, oppure altri corpi aggiunti alla torre iniziale).
Spesso i nuraghi sono raggruppati e formano dei complessi abitativi fortificati, come i Nuraghi di Santu Antine presso Sassari, Su Nurasci a Cagliari, S. Sarbana presso Nuoro, Orrubiu vicino Orròli e molti altri ancora.

Continua la lettura
46

La funzione

Ritenuti per molto tempo monumenti funebri, i nuraghi hanno conosciuto, invece, un altro tipo di utilizzo. Oggi, alla luce di nuovi e dettagliati studi, dalle esplorazioni e dalle analisi del materiale di scavo degli ultimi decenni, gli studiosi sono arrivati alla conclusione che si tratti di antichissime abitazioni fortificate, tipiche espressioni di una civiltà pastorale e, su questa base, si può anche pensare che il nuraghe abbia costituito l'ultimo baluardo difensivo delle popolazioni indigene sopraffatte dalle invasioni di Cartaginesi e Romani.

56

Guarda il video

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.