I poeti maledetti

Tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Il Romanticismo, periodo storico importantissimo, nonché corrente artistico-letteraria, nasce nel diciannovesimo secolo e coinvolge diverse zone d'Europa. In particolare, in Francia si evolve nel Decadentismo, movimento artistico-lettarario che si sviluppa durante la seconda metà dell'Ottocento. Ciò finì per influenzare il pensiero di una nuova categoria di poeti, anticonformisti e anticonvenzionali. Le poesie che questi ultimi compongono vertono sul senso di malinconia che, portato all'estremo, sconfina in un'inettitudine a vivere. Come scrive Baudelaire in "L'albatro", componimento contenuto nella raccolta "I fiori del male", questi artisti si sentono come dei volatili che volano sulla società, non potendo e non volendo essere accettati da essa, dal momento che non vengono compresi dal sentire comune della borghesia e per questo si esulano. Non per niente questo gruppo di poeti si identificano con l'appellativo "maledetti", nome che proviene dallo stesso precursore del movimento, Paul Verlaine. Anch'egli si definisce tale per contraddistinguere la propria vena artistica, per consentire il rinnovamento dell'immagine degli artisti dell'epoca, ma anche per far conoscere alla società del 1840 grandi autori come Tristan Corbière, Artur Rimbaud, Stéphane Mallarmé, Charles Baudelaire.

27

Le tematiche

L'atteggiamento dei poeti maledetti nasconde un profondo senso di ribellione, il desiderio di un riscatto etico, a discapito della società borghese e della stessa vita. Nelle loro poesie vengono descritte situazioni tragiche di individui capaci di compiere atti estremi, inoltre vengono trattati temi come il conflitto tra vita e morte, "spleen et idéal". Lo "spleen", parola spesso utilizzata da Baudelaire, indica quel sentimento di malinconia al quale tende il poeta; al tempo stesso, la sua anima è attirata dall'"idéal", ovvero i valori che elevano la persona. Il poeta maledetto è l'artista che si sente in mezzo alle due sensazioni, strattonato ora dall'una, ora dall'altra. Non stupisce che moltissimi poeti traggano la loro ispirazione grazie all'abuso di sostanze stupefacenti e di alcolici, in particolare l'assenzio. È un malessere ricercato, per sentirsi incompresi. Un atteggiamento non di puro vittimismo, ma fiero e convinto, utile a rimarcare e innalzare la propria superiorità e il proprio valore.

37

La poetica

Il pensiero dei poeti maledetti si riversa sul loro modo di scrivere, sia a livello tematico che formale. La poetica decadente, infatti, è pervasa dall'idea della presenza di un poeta veggente, dalla quintessenza dei sensi, dai segni dell'illuminazione. Il poeta solo è in grado di avere una visione completa della realtà, perché è come un vate illuminato, capace di cogliere le parti più simboliche e misteriose del mondo. Per questo stesso motivo, anche la parola si carica di magia, di potere incantatorio. La forma metrica, per quanto concerne lo stile, viene composta da versi liberi, eliminando tutte le barriere di scrittura presenti nelle tradizionali forme metriche.

Continua la lettura
47

Le influenze

In Italia, è il poeta Gabriele D'annunzio a essere influenzato dalla poetica francese. D'Annunzio incarna lo stile Decadente mediante il mito del superuomo, in grado di estraniarsi dalla società vivendo come un uomo superiore agli altri. Famoso soprattutto per questo aspetto, reagì alle dinamiche di una società in evoluzione, rendendo la propria vita una vera e propria opera d'arte.

57

L'interpretazione dei testi

I testi dei poeti maledetti sono solitamente considerati come di difficile lettura e interpretazione. Il loro sentirsi incompreso spesso sfocia nella difficoltà, e talvolta nell'impossibilità, di esprimere il proprio essere, fino a diventare la propria prigione. Dall?animo sofferente e malinconico, tormentati da patimenti e turbamenti esistenziali, tendenti al vizio e alla ricerca di piacere, i poeti maledetti sono il simbolo dell?angoscia umana che deriva dall?osservazione della decadenza della società in cui vivono. Essi, descrivendo le crude realtà della vita, considerano la poesia come una realtà superiore, eterna e infinita. La poesia diviene il modo per comprendere il senso della realtà: attraverso una sregolatezza dei sensi, il poeta diventa ?veggente? e attribuisce alla poesia un potere magico; la poesia diventa mezzo per addentrarsi nelle verità profonde e celate della vita e dell?anima, illuminandole. L?arte viene celebrata come strumento per esplorare l?ignoto attraverso i simboli, per penetrare nell?animo umano, nelle sue emozioni e nei suoi desideri nascosti o celati.

67

Guarda il video

77

Consigli

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Letteratura

Concetti chiave dell'Ermetismo

L'Ermetismo secondo alcuni letterati dell'epoca non è un vero e proprio movimento o corrente letteraria ma più uno stile adottato da alcuni stravaganti e rivoluzionari artisti. Questo si sviluppò nel Novecento e coinvolse numerosi scrittori e poeti...
Letteratura

Appunti sul Dolce stil novo

Il Dolce stil novo è un movimento nato nella seconda metà del III secolo a Firenze. Il nome "dolce stil novo" è stato dato da Dante Alighieri, che nel canto XXIV del purgatorio definisce questa sua poetica come chiara e purificata da varie regole....
Letteratura

Breve sintesi del decadentismo

Il Decadentismo, in breve sintesi, è una corrente letteraria e culturale. Nasce in Francia alla fine dell'Ottocento. Ne sono esponenti illustri i "poeti maledetti". Baudelaire, Verlaine, Mallarmé e Rimbaud inaugurano la rivista "Le Décadent". È il...
Letteratura

Come scrivere un poema in prosa

Il poema in prosa è una forma popolare di poesia moderna e contemporanea, composta appunto in prosa e non in versi, anche se si legge come una poesia. Ebbe origine nel 19° secolo in Francia e in Germania come una reazione alla dipendenza degli usi tradizionali...
Letteratura

Poetica giapponese: i tanka

Con il termine Tanka, che letteralmente significa "poesia breve", si intende un componimento poetico d'origine giapponese di ben 31 sillabe. Esso è formato da cinque versi di cui tre di sette sillabe e due da cinque. La strofa inferiore è assolutamente...
Letteratura

Come scrivere un poema epico

È impossibile datare con esattezza le origini del poema epico. La nascita di questo genere di componimento letterario che racconta le imprese eroiche (reali o leggendarie) di un singolo personaggio o di un popolo si perde nella notte dei tempi. Inizialmente...
Letteratura

I 10 migliori autori della letteratura italiana del '900

In questo articolo vi parleremo dei 10 migliori autori della letteratura italiana del '900, di quelli più conosciuti e di cui il lavoro e le opere sono state più rilevanti per la nostra società. Poche righe per raccontare la loro vita e i loro romanzi,...
Letteratura

Guido Guinizzelli: opere

In questo articolo vogliamo parlare al nostri giovani lettori di quali siano le opere del grande poeta Guido Guinizzelli. Cercheremo di indagare nella sua vita e capire cosa voleva esprimere con le suo poesie, che sono delle vere e proprie opere d'arte....
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.