I principali effetti della chitarra elettrica

tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

Le chitarre elettriche vengono spesso realizzate utilizzando dei corpi solidi, in quanto dipendono dai pickup elettromagnetici e dagli amplificatori per riuscire a produrre il suono, e non dalla risonanza di un corpo cavo, come invece accade nel caso della chitarra acustica. Il fatto che possiedano un'uscita elettrica ha reso possibile lo studio e la ricerca di una vertiginosa serie di suoni, che possono essere prodotti sia elettricamente che elettronicamente, semplicemente andando a modificare questa uscita. Per poter ottenere differenti suoni ed effetti, oltre alla presenza, sulla chitarra e sull'amplificatore, di controlli di volume e di tono, possono essere utilizzati anche una grande varietà di dispositivi esterni. A questo proposito, nei passi seguenti della presente guida ci occuperemo di comprendere quali sono i principali effetti della chitarra elettrica.

24

Iniziamo a trattare la distorsione. Innanzitutto, bisogna sapere che nel primo periodo in cui si produceva della musica elettronica, gli amplificatori a valvole venivano utilizzati per avere la possibilità di effettuare un'elaborazione dei segnali elettrici in uscita. Come ogni strumento di questo tipo, quelli a valvole presentavano un'amplificazione massima, oltre la quale hanno cominciato a tagliare le cime delle forme d'onda sonora. Mentre il fenomeno della distorsione dava fastidio agli ingegneri elettrici, una parte sostanziale dei musicisti apprezzava la possibilità di avere un suono distorto, ed è così che questo suono entrò a far parte del mezzo musicale. Nell'era moderna dell'elaborazione del segnale a stato solido sono disponibili diverse unità fuoribordo che consentono di produrre una distorsione molto simile a quella che si riusciva a ottenere durante il primo periodo.

34

Vediamo ora il fenomeno della compressione. Per comprendere di cosa si tratta è necessario spiegare cosa si intende quando si parla di limitatore. Si tratta di un circuito che è in grado di impedire al segnale di uscita di poter superare un certo limite, e questo si può ottenere senza effettuare alcuna distorsione, quindi in modo pulito, semplicemente andando a ridurre progressivamente l'amplificazione del segnale in ingresso. Questo fenomeno viene chiamato compressione. In commercio sono disponibili dei limitatori con controllo a pedale che, per esempio, possono essere sfruttati come un effetto sulle chitarre elettriche.

Continua la lettura
44

Vediamo, infine, cosa si intende per modulazione ad anello. Nel contesto del rimodellamento del segnale, il modulatore ad anello si occupa di prendere il segnale dallo strumento e di aggiungere un secondo segnale proveniente da un oscillatore, oppure un segnale che proviene da una sorgente locale. I due segnali vengono quindi combinati per avere la possibilità di produrre le frequenze somma e differenza, che rappresentano poi l'uscita del dispositivo. Questo schema è stato utilizzato nell'ambito dell'elettronica a partire dal 1950. Bisogna sempre tenere conto del fatto che le frequenze di uscita seguono le frequenze del segnale di ingresso, ma non le equivalgono. Per questo motivo si può verificare uno spostamento dai campi originali. Il modulatore ad anello è uno strumento disponibile in commercio come pedale, e gli effetti che esso può produrre sono inclusi in alcuni tra i modelli maggiormente moderni di effetti elettronici.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Musica

Come migliorare l'audio della chitarra in una performance live

Se facciamo parte di un gruppo musicale che si esibisce dal vivo, sapremo sicuramente che l'audio durante una performance è molto importante. Infatti se non siamo in grado di calibrare bene l'audio, il pubblico non sarà in grado di apprezzare appieno...
Musica

Come ottenere un suono distorto con la chitarra

Lo strumento che più di ogni altro è in grado di produrre un suono molto particolare nel contesto musicale è senza dubbio la chitarra. L'inizio della storia di questo magnifico strumento risale al 1920 quando il progettista della Gibson realizzò i...
Musica

Come regolare gli effetti per chitarra

La chitarra rappresenta sicuramente uno degli strumenti musicali più apprezzati ed utilizzati. Tuttavia essa non è molto facile da suonare e necessita senza dubbio di un'ottima preparazione. Nella seguente guida pertanto verrà spiegato, in pochi e...
Musica

Come impostare gli effetti per chitarra

Prendete una chitarra elettrica, un jack, un amplificatore e un plettro (facoltativo). Sono tutto ciò che ci serve per iniziare a strimpellare qualcosa. Può sembrare facile ma è esattamente così. Nella musica odierna però non esiste solo una tipologia...
Musica

Chitarra: come utilizzare la pedaliera

Quando acquistiamo una chitarra elettrica ed intendiamo suonare delle note particolari, tipiche della musica rock e pop, possiamo utilizzare una pedaliera che ci consente di ottenere delle variazioni di tonalità delle note, il tutto in modo semplice...
Musica

Come collegare i pedali della chitarra

La chitarra è uno strumento a corde in grado di produrre melodie davvero stupefacenti. Questo splendido strumento è di diversi tipi a seconda del genere musicale per cui si impiega. Attualmente esistono dei dispositivi che alterano il suono prodotto...
Musica

Come Predisporre L'Attrezzatura Per Suonare La Chitarra Elettrica

All'interno della presente guida, andremo a parlare di musica. Nello specifico, come avrete già potuto notare attraverso la lettura del titolo stesso della nostra guida, ora andremo a spiegarvi Come Predisporre L'Attrezzatura Per Suonare La Chitarra...
Musica

Come scegliere l'amplificatore per chitarra

Quando si cerca un amplificatore per chitarra si rimane sorpresi dalla quantità di modelli, forme e funzionalità che il mercato offre. Per districarsi in questa giungla di prodotti è necessario conoscere alcuni concetti, come la differenza tra ampli...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.