I versi più importanti della Divina Commedia

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

La Divina Commedia è il poema italiano più importante e famoso, conosciuto e tradotto in tutto il mondo. È la storia fantastica del poeta che, accompagnato da Virgilio e da Beatrice, visita i tre mondi sovrannaturali dell'Inferno, Purgatorio e Paradiso, incontrando moltissimi personaggi storici e non. L'Inferno è universalmente il tomo più apprezzato, dove si incontrano i personaggi più importanti e si raccontano le storie più toccanti, basti pensare al fatto che personaggi come Celestino V o Bonifacio VIII sono ricordati quasi solo perché resi immortali dalla penna del poeta. È proprio nell'Inferno che si incontrano i versi più importanti e famosi della Divina Commedia.

26

Nel mezzo del cammin di nostra vita...

Si tratta dell'incipit del poema. Dante ci da un'indicazione temporale nei forse più famosi versi di tutta la Divina Commedia: il suo viaggio comincia all'incirca all'età di trent'anni. Il poema inizia in medias res, il poeta si trova nell'arcinota selva, oscura e paurosa, dove viene avvicinato da tre fiere ovvero delle bestie selvagge, la lonza che rappresenta la lussuria, il leone che rappresenta l'ira e l'orgoglio e la lupa che personifica l'avarizia. Da questo incontro e da questo primo canto comincia il nostro viaggio.

36

Lasciate ogni speranza voi che entrate

Si tratta della chiusura della scritta sulla porta dell'Inferno. È un ammonimento, l'ultimo avvertimento per chi desidera entrare in quel mondo. Dante e Virgilio vengono avvertiti infatti che stanno per iniziare un viaggio dove vedranno la sofferenza e il peccato, "per me si va nella città dolente, per me si va nell'eterno dolore", dove non c'è posto per la pietà e gli umani sentimenti giacche le anime di quelle persone sono irrimediabilmente condannate "per me si va tra la perduta gente". Dante si spaventa di fronte a queste parole e Virgilio nel ruolo di guida e amico lo prende per mano e lo spinge ad entrare.

Continua la lettura
46

Vuolsi così colà ove si puote ciò che si vuole...

"... E più non dimandare". Questa frase che sembra uno scioglilingua è l'intelligentissima risposta che dà Virgilio alle domande insistenti di Caronte. I nostri due viaggiatori infatti salgono sulla barca di Caronte, il traghettatore infernale, che è solito portare anime. Trovandosi davanti a due persone vive e in carne ed ossa rimane basito e sommerge di domande e di perplessità i due poeti. Virgilio gli chiude la bocca dicendo, parafrasando il verso, che così è stato deciso li dove si può fare quello che si vuole (cioè il Paradiso, segno che a decidere il viaggio di Dante è stato Dio stesso) e che non avrebbe dovuto chiedere altro.

56

Amor, ch'a nullo amato amar perdona...

Il canto V è ricordato come il canto dell'Amore. Si tratta del Canto di Paolo e Francesca. I due sfortunati amanti raccontano come si innamorarono a causa di un libro, da qui il modo di dire "galeotto fu", e come furono uccisi dal marito della donna. In questo canto il poeta ci mostra come sente una profonda compassione e simpatia per queste anime il cui unico peccato è stato amarsi troppo, sarà così vicino e partecipe del loro dolore da perderei sensi alla fine del canto. Questi versi sono i versi d'amore più cari agli amanti della Divina Commedia.

66

Fatti non foste a viver come bruti...

"... Ma per seguir virtute e canoscenza". Ci troviamo nel canto XXVI. Dante incontra Ulisse per cui prova subito un forte senso di simpatia ed empatia. Ulisse muore perché si è dimostrato empio e orgoglioso, la sua sete di conoscenza ha avuto la meglio sui suoi dover di figlio, padre e marito. Le parole che abbiamo ricordato sono quelle che Ulisse stesso dice ai suoi compagni per spronarli ad accompagnarlo nel viaggio che li porterà alla morte: siete stati fatti per cercare e conoscere, non tanto per adattarvi ad una vita piatta e senza sfide.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Letteratura

Divina Commedia: guida al I Canto dell'Inferno

Gentili lettori, all'interno della guida che seguirà andremo a parlare di letteratura. E non di letteratura qualsiasi, bensì della Divina Commedia di Dante Alighieri. Tutta la guida e le sue argomentazioni complessive ruoteranno intorno al I canto dell'Inferno.Proveremo...
Letteratura

Divina Commedia: guida al XXXIII Canto del Paradiso

Il XXXIII è l'ultimo canto del Paradiso e, quindi, l'ultimo dell'intero poema dantesco. Di seguito, una guida a questo canto della Divina Commedia. Ci troviamo nel X Cielo, il cosiddetto Empireo, la sede dei beati, ed è la mezzanotte del 15 aprile (alcuni...
Letteratura

Divina Commedia: guida al I Canto del Paradiso

In questa guida esporremo in maniera sintetica ed essenziale il contenuto del I canto del Paradiso della Divina Commedia. Siamo nell'anno 1300 e Dante e Beatrice ancora sulla cima del Purgatorio, con lo sguardo rivolto all'insù verso il sole, tendono...
Letteratura

Come scrivere una commedia

Scrivere una commedia rappresenta sicuramente un compito non facile, soprattutto per chi non è esperto e non ne ha mai scritta una. Tuttavia si tratta di un'operazione non impossibile, che può essere comunque effettuata da qualsiasi persone. Per farlo...
Letteratura

Come scrivere una commedia romantica

Fra tutti i generi cinematografici la commedia romantica è quello più apprezzato dal pubblico femminile, anche se alcune pellicole particolarmente belle ed incisive, come "Pretty Woman" o "Ti presento Sally" hanno riscosso successo a livello mondiale....
Letteratura

Come scrivere la sceneggiatura di una commedia teatrale

La sceneggiatura rappresenta quel particolare progetto da cui parte la nascita di una rappresentazione. Sicuramente una sceneggiatura è un qualcosa di fondamentale importanza, dal momento che al suo interno si trovano tutti quanti gli "ingredienti" per...
Letteratura

Perché leggere Dante: 5 buoni motivi

L'italiano, o meglio fiorentino Dante Alighieri, è considerato uno degli scrittori e delle personalità più influenti e geniali della storia. Entrato prepotentemente nella cultura di massa degli ultimi secoli grazie ai suoi testi ormai classici della...
Letteratura

Come contare le sillabe di una poesia

La poesia è una delle tipologie di arte più alte e importanti. La poesia si divide in diverse tipologie a seconda del contenuto e della forma del testo. In particolare, la forma di una poesia dipende dal numero di sillabe in essa. Da questo numero dipende...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.