Il Don Chisciotte di De Cervantes: guida

tramite: O2O
Difficoltà: media
18

Introduzione

Scritto agli inizi del 1600 da Miguel De Cervantes, il Don Chisciotte è il romanzo più influente della letteratura spagnola e sicuramente fra i più importanti della letteratura di tutti i tempi. Tanto è vero che da più parti è considerato come il progenitore del romanzo moderno. Romanzo scritto in prosa, diversamente dai poemi cavallereschi come l'Orlando furioso, il Don Chisciotte segna la crisi del Rinascimento e l'inizio del barocco, un'età in cui il confine tra realtà e finzione diventa sfuggente. A questa guida è affidato il compito di esplorare questo confine, sul quale è giocato tutto il Don Chisciotte di De Cervantes.

28

Occorrente

  • una copia del Don Chisciotte
  • una matita per sottolineare gli innumerevoli passi immortali
38

Duplice intento di Cervantes

L'espediente narrativo è il ritrovamento del manoscritto di un tale Cite Hamete Benengeli, del quale Cervantes finge di tradurre (dalla lingua aljamiado) le avventure del cavaliere Don Chisciotte. L'intento duplice di Cervantes è dichiarato fin dall'apertura della prima parte (il romanzo si compone di due parti, scritte in periodi diversi): criticare la nobiltà dell'epoca, incapace di froteggiare la realtà; criticare la letteratura cavalleresca precedente. Così, la citazione iniziale dell'Amadigi di Gaula, il più originale libro spagnolo di tema cavalleresco, va visto in chiave sarcastica. E in questa chiave va considerato l'abbrivio del Don Chisciotte.

48

Coppia perfetta

La lettura dei libri cavallereschi impressionò così tanto certi lettori che in molti finirono per credere che la finzione fosse storia vera. Si ha notizia addirittura di persone vere che, proprio come Don Chisciotte, persero il lume della ragione leggendo libri di cavalleria. Soldato reale (aveva preso parte alla battaglia di Lepanto), Cervantes evidentemente mal soffriva il successo che stavano riscuotendo gli eroi immaginari dei libri cavallereschi, da qui la costruzione di un personaggio tragicomico e complesso com'è il cavaliere della Mancia. Dotato di straordinaria immaginazione, incapace di discernere tra realtà e finzione, Don Chisciotte si sceglie uno scudiero (Sancho Panza) che è il suo perfetto contraltare. Da una parte l'hidalgo idealista, dall'altra il popolano materialista.

Continua la lettura
58

Tre viaggi

Più che picaresco, è un romanzo itinerante, perché l'azione è costituita dalla narrazione di tre viaggi nella parte orientale della Spagna. Non c'è una trama propriamente detta, ma un succedersi di episodi, perlopiù slegati uno dall'altro, ma tutti quanti magistralmente organizzati attorno alla figura del cavaliere. Che vaga, in compagnia del suo scudiero, senza un obiettivo geografico stabilito e in cerca degli avvenimenti che la sorte gli regalerà. Per la precisione, si allontana dal suo paese per tre volte e per tre volte vi fa ritorno: ognuno di questi viaggi ("uscite") ha caratteristiche proprie. Le prime due uscite vengono narrate nella prima parte, l'ultima uscita nella terza parte di cui si compone il romanzo.

68

Realtà e finzione nei tre viaggi

Se realtà e finzione compenetrono ogni romanzo che si rispetti, il Don Chisciotte esplora squisitamente questo binomio nel corso delle tre uscite di cui narra. Durante la prima uscita il cavaliere trasfigurava la realtà al punto da sdoppiare la sua personalità. Nella seconda uscita era soltanto lui ad alterare la realtà, mentre chi gli sta intorno (Sancho Panza e tutti gli altri) cercava di farlo rinsavire. La terza uscita segna una novità: il cavaliere vede la realtà per quello che è, mentre chi gli sta accanto fa di tutto per ingannarlo. Nel corso di quest'ultima parte, del resto, Don Chisciotte non va in cerca dell'avventura, ma inaspettatamente la trova. Ed è avventura vera, non sognata o inventata: incontra Rocco Guinart e la sua banda, presi direttamente dalla realtà contemporanea. In articulo mortis rinsavisce completamente. Muore lui e Cite Hamete Benengeli termina la sua scrittura.

78

Guarda il video

88

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Non abbiate fretta di arrivare fino in fondo alla storia: questo capolavoro non va consumato, ma assaporato con calma.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Letteratura

Guida al "Cyrano de Bergerac"

La letteratura è piena di personaggi affascinanti, di storie avventurose, ricche di passione, amore, odio e tutti gli ingredienti necessari a trascinare i lettori nel mondo di questi personaggi immaginari. Gli scrittori sono sempre alla ricerca della...
Letteratura

I 10 libri più venduti al mondo

Leggere è un piacere immenso, che rasserena l'animo e riempie di gioia. Chi non ama leggere, alzi la mano! Un libro è un momento da dedicare a noi stessi, per immergerci nell'atmosfera di un bel racconto e sognare ad occhi aperti. Tra i 10 libri più...
Letteratura

I classici da leggere almeno una volta nella vita

Leggere è uno dei passatempi migliori che ci siano. Con un libro in mano si può sognare, si possono visitare paesi lontani e con l'immaginazione ci si emoziona. La lettura è un hobby che tutti dovrebbero coltivare. La cultura è la base sulla quale...
Letteratura

I migliori 5 libri di De Carlo

Andrea De Carlo, milanese di nascita, è un noto scrittore, musicista, fotografo e pittore. È molto apprezzato per la sua capacità di tradurre in forma di romanzo le proprie esperienze di vita. Ha scritto ad oggi diciannove libri, tradotti in ventisei...
Letteratura

I migliori romanzi di Honoré de Balzac

Nato a Tours nel 1799 e morto a Parigi nel 1850, Honoré de Balzac è uno dei maggiori rappresentanti del romanzo realista del 1800.  Ha dato origine ad un’opera vastissima, nota sotto il nome di “Comédie humaine”. Si tratta di una raccolta di...
Letteratura

Madame de Staël: vita e opere

In un periodo in cui tutto subiva un cambiamento radicale o meno si fa avanti un' unica persona che attraverso le sue opere e grazie, quindi, al suo modo di pensare, riesce ad aprire la via per la stabilizzazione. Anne-Louise Germaine Necker, baronessa...
Letteratura

Breve analisi de "I Sepolcri"

Nato nell'isola di Zante il 6 febbraio 1778 Niccolò Foscolo, noto ai più e per suo volere come Ugo Foscolo, è stato il più grande esponente del romanticismo e del neoclassicismo italiani. Nato da padre veneziano e madre greca, primo di quattro fratelli,...
Letteratura

Guida alla figura storica di D'Artagnan

Charles de Batz de Castelmore noto come D'Artagnan nacque in una piccola cittadina, da una famiglia della bassa nobiltà. Uomo leale verso la patria ed il sovrano, fu protagonista del suo tempo. Combattente dalle grandi qualità ed umanità, ispirò Alexander...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.