Il Rinascimento giapponese in pittura: aspetti principali

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Il Rinascimento giapponese appartiene al gruppo delle forme pittoriche più apprezzate. Svoltosi contemporaneamente al Rinascimento Europeo, è appartenente al periodo che oscilla tra il XV e il XVII secolo Dopo Cristo. Viene definito come il periodo d'oro dell'arte pittorica giapponese, quello compreso tra l'epoca Muromachi e Tokugawa.
Qui in Italia abbiamo avuto anche l'onore di ospitare, presso la Galleria degli Uffizi di Firenze, la mostra "Il Rinascimento giapponese. La natura nei dipinti su paravento dal XV al XVII secolo". Un evento in cui gli appassionati d'arte hanno potuto ammirare una selezione di pitture, alcune anche difficili da vedere nel loro Paese di appartenenza visto che non vengono esposte al pubblico.
Per tutti coloro che non hanno potuto partecipare alla mostra sopracitata, vi elenchiamo gli aspetti principali del Rinascimento giapponese in pittura.

26

La natura

Nel Rinascimento giapponese in pittura, si può notare il profondo legame che l'arte ha con la natura. In questi dipinti vengono, molto spesso, ritratti dei meravigliosi paesaggi. Gli elementi naturali vengono ripresi su sfondi dorati, con ampie campiture colorate, utilizzate per dargli il giusto risalto.

36

Il paravento

La pittura del Rinascimento giapponese avveniva sui paraventi tipici della cultura nipponica. La tipologia di paravento utilizzata è quella pieghevole chiamata byōbu, solitamente caratterizzata da pannelli con figure calligrafiche e decorative. Vengono utilizzati anche i fusuma, dei pannelli verticali che nelle abitazioni giapponesi vengono utilizzati come porte o per ridefinire una stanza.

Continua la lettura
46

La pittura monocroma

Durante il Rinascimento giapponese veniva utilizzata la tecnica della pittura monocroma a inchiostro, tipica del periodo Muromachi. È una pittura fatta di linee essenziali, dove veniva utilizzato del semplice inchiostro nero e un pennello abbastanza appuntito. I tratti divenivano subito indelebili, infatti non potevano essere cancellati.

56

La scuola Kanō

Durante il Rinascimento giapponese, vengono rispettati appieno i principi della scuola Kanō. Si tratta di una scuola pittorica giapponese, nata durante il periodo Muromachi, ma che si diffuse durante tutta l'epoca rinascimentale. Dal punto di vista artistico, sicuramente era la più importante. Il suo stile era caratterizzato soprattutto da linee vigorose e colori intensi.

66

La bellezza

Nei dipinti del Rinascimento giapponese, veniva rappresentata soprattutto la bellezza, quella per la natura e per l'universo che ci circonda. Queste opere d'arte mostrano appieno il forte legame che i giapponesi hanno con la natura, facendo diventare l'essere umano parte integrante di essa.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Arti Visive

La città ideale del Rinascimento

Il Rinascimento si sviluppa prima in Italia e poi in Europa tra il 1500 ed il 1600, ed è caratterizzato dall'evolversi dell'arte, della letteratura e delle scienze. In questo periodo cambiò la società che passò dal sistema feudale del Medioevo basato...
Arti Visive

L'architettura nel Rinascimento

L'architettura nuova del '400, rispetto al periodo del Gotico, possedeva delle regole nuove. Infatti, nella meravigliosa Firenze, cominciò un processo di revisione, grazie anche all'ausilio dell'ingegnere italiano Filippo Brunelleschi, che diede un aspetto...
Arti Visive

I più importanti artisti del Rinascimento

Il Rinascimento è un movimento artistico e culturale nato in Italia, con precisione a Firenze, nei primi anni del XV secolo che si protrarrà, poi, fino ai primi decenni del secolo successivo. Inoltre, questo è anche un periodo che, storicamente parlando,...
Arti Visive

Breve guida alla pittura rinascimentale

Con la chiusura dell'oscuro periodo del Medioevo, si entra nell'età culturale del Rinascimento. Negli anni che vanno dal 400 al 1500 l'Europa vede una grande rinascita in ogni campo culturale, dalla letteratura alla musica all'arte in particolare. In...
Arti Visive

La pittura fiamminga e l'arte italiana

La pittura fiamminga si diffuse nell'arte italiana, durante il meraviglioso periodo del Rinascimento. Durante questa cultura rinascimentale, negli Stati europei Belgio ed Olanda (Paesi Bassi), la borghesia bancaria e quella mercantile decisero di compiere...
Arti Visive

Come utilizzare il gesso nella pittura su tela

Per chi volesse cimentarsi con l'uso della tela è necessario, per non dire fondamentale, conoscere le diverse tecniche di pittura. Questo è un dato di fatto, ma poiché in commercio è possibile trovare tele e colori, tempera o olio che sia, a prezzi...
Arti Visive

Guida: tecniche di pittura sul muro

Ristrutturare la propria casa richiede tempo, fatica e denaro. Per tali motivazioni, la maggior parte sceglie di chiedere aiuto ad autentici professionisti del settore. Un comune cittadino può eseguire la maggior parte di questi lavori in piena autonomia,...
Arti Visive

Tecnica di pittura a soffio

Per realizzare dei quadri esistono moltissime tecniche di pittura che si adattano al risultato che si vuole ottenere. Tra queste varie tecniche di pittura la più divertente è sicuramente la pittura a soffio. La pittura a soffio consente di creare quadri...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.