Imparare a disegnare col carboncino

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

La tecnica ha origini molto antiche; infatti, risale all'epoca primitiva quando gli uomini decoravano le pareti delle grotte con del legno carbonizzato. Imparare a disegnare con questo procedimento non è affatto facile per la friabilità del carboncino che spesso fa sporcare l'opera e la compromette irrimediabilmente. Leggendo questo tutorial si possono avere delle indicazioni su come imparare a disegnare con questa tecnica. Bastano pochi accorgimenti e si possono ottenere grandi soddisfazioni.

25

Occorrente

  • matita carboncino dura
  • matita carboncino media
  • matita carboncino morbida
  • gomma pane
  • cavalletto o piano inclinato
  • sfumino e/o spugne
  • foglio semi-ruvido
  • guanti dita tagliate
35

Per iniziare il disegno bisogna posizionare il foglio sul cavalletto o su un sostegno che fa scivolare la polvere agevolmente. Durante la stesura non si deve premere eccessivamente; il segno deve essere leggero e facile da correggere. La prima tecnica con cui prendere confidenza è lo sfumato; esso permette di sfruttare al meglio i materiali. Dopo avere sperimentato i vari tipi di carboncino è possibile cimentarsi nel tratteggio dove i chiaro-scuro vengono esaltati con linee incrociate. A questo punto si può iniziare la pratica mettendo in atto la propria creatività.

45

È opportuno l'utilizzo di guanti con le estremità delle dita tagliate. La pelle della mano lascia scie di unto e colore, invece con la stoffa una probabile sbavatura risulta più leggera e facilmente correggibile. Ciò non esclude che si deve comunque prestare attenzione per evitare il contatto del palmo con il foglio. In alternativa si può utilizzare la gomma pane, però non si deve abusare. Non bisogna utilizzare questo strumento per sfumare; per questo scopo è meglio scegliere delle spugnette. Esse si possono usare là dove il tratto è da minimizzare. La spugna non deve essere strofinata come una normale gomma, ma appoggiata sulla zona con leggerezza fino a quando non si raggiunge il risultato desiderato.

Continua la lettura
55

Il foglio che si usa non deve essere completamente liscio altrimenti assorbe la polvere e si sporca. È consigliata invece la tipologia semi-ruvida in quanto dà la possibilità di realizzare ottime sfumature senza lasciare sbavature. Anche la scelta del carboncino è importante; quello quadrato è molto morbido e lascia un segno spesso. È preferibile l'utilizzo di una matita carboncino per chi è alle prime armi. Bisogna dotarsi di una matita dura, di una media e di una morbida. La prima serve per cominciare a stendere il disegno generale, la seconda per approfondirlo e definirlo e la terza per creare le zone d'ombra. Quando si diventa più esperti si può utilizzare il carboncino classico nelle sue diverse misure.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Arti Visive

Le principali tecniche di disegno su carboncino

Oltre alla pittura, alla tempera, agli oli, i disegni possono essere anche realizzati con il carboncino. Il carboncino ha origini antichissime. Il suo utilizzo risale alla preistoria, periodo durante il quale gli uomini usavano pezzi di carbone strofinati...
Arti Visive

Come usare il carboncino: la correzione

Tra i vari strumenti che possono essere utilizzati per realizzare un disegno, vi è sicuramente il carboncino. Per imparare ad usare tecnicamente il carboncino, è necessario possedere delle abilità di base, ed altre che invece vengono acquisite con...
Arti Visive

Come disegnare una natura morta con il carboncino

La tecnica di disegno con il Carboncino è una delle più antiche, ma è anche particolarmente affascinante. I tratti definiti da contrasti di chiaro - scuro danno profondità alla scena. I soggetti principali delle opere a carboncino sono i ritratti...
Arti Visive

Disegnare Con La Sanguigna E Le Varie Crete A Colori

Per realizzare disegni, schizzi preparatori o lavori con particolari sfumature si può ricorrere ad altre tecniche oltre al classico carboncino. In commercio sono disponibili varie crete a colori, a sezione rotonda o quadrata. Questi prodotti lasciano...
Arti Visive

Consigli per disegnare il chiaroscuro

Il chiaroscuro è una tecnica della pittura ad olio che risale all'epoca del Rinascimento. Nacque infatti nel XVI secolo grazie al Caravaggio che, con i suoi capolavori, riesce ad attrarre come una calamita lo sguardo dell'osservatore di tutti i tempi,...
Arti Visive

Come Disegnare Un Koi Fish In Stile Tatuaggio Giapponese

Ultimamente in televisione esistono diverse trasmissioni che trattano di tatuaggi. Sicuramente uno dei soggetti maggiormente preferiti si tratta della carpa koi stile giapponese, anche definita koi fish. In questa breve guida, in pochi passi illustrati,...
Arti Visive

Consigli utili per la pittura

La pittura è un'arte. Attraverso l'uso di varie tecniche e diversi materiali, si possono creare lavori artistici di vario genere. Tecnicamente, pitturare significa stendere del colore su di un supporto (tela, muro, carta, etc). Si possono ottenere pitture...
Arti Visive

Come pulire disegni e collage

L'arte in tutte le sue forme, ed in particolar modo per quanto riguarda i dipinti, è molto amata dagli italiani ed in tanti posseggono opere più o meno pregevoli all'interno delle proprie abitazioni. Pur essendo considerati i parenti poveri dei dipinti...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.