Johann Strauss padre: vita e opere

Di:
tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Sono moltissimi i compositori che un vero appassionato di musica deve conoscere. Tra di essi c'è anche Johann Strauss padre. Sicuramente egli è meno noto del figlio ma ha contribuito alla musica classica regalando composizioni degne di nota e ancora oggi famose. Ecco una guida su Johann Strauss padre: vita e opere.

27

Occorrente

  • Libro di storia della musica
37

Nascita e infanzia

Johann Batipste Strauss nacque nel 1804. I suoi quattro fratelli morirono subito, sopravvissero soltanto lui e la sorella maggiore Ernestine. Johann visse nella locanda gestita dai suoi genitori, all'interno della quale ebbe ben presto la possibilità di entrare in contatto con la musica. Ascoltava, infatti, le occasionali esibizioni dei viandanti e dei marinai che vi soggiornavano. Il padre si suicidò per i debiti eccessivi, e prese le cure dei suoi figli un tale di nome Golder. Quando Johann ricevette da lui in regalo il suo primo violino, vi si dedicò con passione. Proprio da quel momento venne a galla il suo più grande dono, la musica. I genitori non ne furono entusiasti e spingevano il giovane musicista a trovare un impiego più sicuro.

47

Adolescenza e gioventù

A 15 anni Johann entrò a far parte di una delle più celebri orchestre di Vienna, quella di Michael Pamer, dove conobbe Joseph Lanner. Con lui instaurò una grande amicizia, tanto che Johann diventò membro del suo gruppo di musicisti, suonando la viola. Il quintetto si ingrandì fino a diventare orchestra, ma la relazione durò fino al 1825. Durante uno dei loro concerti, Lanner mosse una critica a Strauss, il quale originò una discussione che provocò la rottura del loro legame. Nel 1825 Johann sposò Maria Anna Streim, che gli diede cinque figli: Johann, Josef, Anna, Teresa, Eduard e Ferdinand, che ben presto morì. I tre maschi (Johann, Josef, Eduard) divennero a loro volta compositori.

Continua la lettura
57

Viaggi e tournée mondiali

Nel 1833 Johann Strauss padre effettuò la sua prima tournée che lo portò ad esibirsi a Budapest, Dresda, Lipsia e Berlino. A Praga conobbe la Polka, danza molto vivace che lo influenzò nella creazione delle sue opere. Nel 1837, viaggiando in Francia, ebbe l'occasione di conoscere le danze popolari a quadriglia. Nel 1848, i moti popolari che si diffondevano in Europa giunsero a Vienna, e contribuirono ad aumentare il rapporto divergente tra Strauss padre, monarchico, e il suo primogenito omonimo, simpatizzante della rivoluzione.

67

Guerra e morte

Proprio a questo periodo è legata una delle sue principali e più conosciute composizioni: La Marcia di Radetzky, altresì nota con il nome di "Radetzky-Marsch op. 228". La suonò il 31 agosto 1848 in onore del Feldmaresciallo austriaco Radetzky, il quale, durante le Cinque giornate di Milano, contrastò la resistenza del re Carlo Alberto. Il compositore morì di scarlattina a Vienna, il 25 settembre 1849, all'età di 49 anni. Oggi è più celebre il figlio Johann, tuttavia Johann Strauss padre è ricordato per aver composto 152 Valzer, 32 Quadriglie e una trentina di Marce e Polke.

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Ascoltate anche le sue composizioni minori per una conoscenza completa del compositore
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Musica

Johann Sebastian Bach: vita e opere

La musica classica è gremita di personaggi che hanno creato delle opere musicali davvero belle, sopravvissute fino ai giorni nostri. Studiare e capire le opere di questi artisti può solo giovare alla nostra cultura, apprezzando ogni giorno di più questo...
Musica

Breve storia della musica classica

In questo articolo vorrei offrire una breve storia della musica classica. La musica classica è una musica che ha delle radici molto antiche ed è un genere considerato universale. La musica classica viene infatti amata e apprezzata in tutto il mondo....
Musica

La musica nel romanticismo

Il movimento culturale del Romanticismo nasce in Germania e nella prima metà del XIX secolo si diffonde in tutta Europa. Nel Romanticismo la musica si sviluppa inizialmente dal 1770 con la musica neoclassica, per terminare poi alla fine dell’Ottocento...
Arti Visive

Amore e Psiche di Antonio Canova

Antonio Canova iniziò a lavorare il marmo fin dalla più tenera età, apprendendo il mestiere da suo nonno. La bravura del giovane apprendista fece sì che venisse subito notato: nel 1768 Canova si trasferì a Venezia dove realizzò i suoi primi lavori....
Letteratura

Il Faust di Goethe

La letteratura ci ha regalato figure importantissime legate ad opere stupende ed indimenticabili che sono entrate nel cuore e nell'anima delle persone durante gli anni. La letteratura tedesca poi ha sfornato alcuni tra i migliori letterati del '700, che...
Arti Visive

I 10 monumenti più belli al mondo

Quando si sceglie di visitare una città, che sia per motivi di studio o semplicemente per trascorrervi le vacanze, la prima cosa su cui ci si informa è l'itinerario da percorrere per visitarne i principali monumenti. Ogni città racchiude in sé testimonianze...
Arti Visive

Architettura: i principali esponenti del 700

Il Settecento fu un secolo caratterizzato da una grande alternanza di stili architettonici. Nei primi anni, infatti, era ancora in voga il Barocco, lo stile che aveva dominato il secolo precedente, che poi si evolse nel Rococò. Dalla seconda metà del...
Musica

Mozart: vita e opere

Wolfgang Amadeus Mozart nacque a Salisburgo il 27 gennaio 1756. Fin dalla prima infanzia mostrò un talento innato e fuori dal comune per la musica: a cinque anni compose la sua prima opera, un andante per clavicembalo. Il padre, insegnante di musica...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.