José Saramago: Cecità

tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

José Saramago è stato un letterato e scrittore portoghese del XX secolo (morto nel 2010), vincitore del Premio Nobel per la Letteratura nel 1998. È stato, oltre che scrittore, critico letterario, drammaturgo, poeta e giornalista. Attraverso questa guida andremo ad analizzare uno dei suoi romanzi, ovvero "Cecità" (titolo originale "Ensaio sobre a cegueria"), pubblicato nel 1995.

24

Sintesi dell'opera

Il romanzo si apre in una città, di cui non si conosce il nome, in cui è scoppiata una gravissima epidemia: la cecità. Tutte le persone affette da questa malattia vengono pertanto isolate per volere del governo che spera di evitare il contagio. La mossa risulta però inutile in quanto, in breve tempo, ogni abitante del paese risulta essere non vedente. L'unica a essere rimasta immune dal contagio è una donna, moglie di un medico. Nel frattempo, tra i non vedenti internati e divisi in gruppi, i più malvagi e cattivi creano una sorta di gerarchia sfruttando i più deboli e indifesi. La moglie del medico, che si è finta non vedente per restare accanto al marito, però riesce ad ammazzare il boss e a salvare il suo gruppo da un incendio scoppiato nello stabilimento in cui sono rinchiusi. Una volta salvati, e usciti, si rendono conto che la vita "fuori" è pervasa da terrore e violenza e la città stessa risulta in uno stato di totale abbandono. La donna cerca di aiutare e sostenere il suo gruppo affinché possa ricostruirsi un futuro ma ben presto tutti gli abitanti tornano a vedere, senza un'apparente spiegazione.

34

Punti chiave

Uno dei punti chiave, che emerge dalla lettura del romanzo, è l'indifferenza che pervade la società descritta e che viene messa in risalto allo scoppiare dell'epidemia di peste. La cecità dei personaggi è una metafora che sta ad indicare l'indifferenza generale della società contemporanea che ha dimenticato valori come la solidarietà e l'accoglienza.
Altra tematica è legata all'abuso di potere che riconosciamo nei personaggi dei ciechi malvagi e dei governatori che esercitano un'attività dittatoriale che non prevede che esista solidarietà e aiuto reciproco tra i cittadini rinchiusi. Ricordiamo a tal proposito il capitolo relativo alla divisione del cibo: i dittatori distribuiscono i viveri solo a chi vogliono lasciando morire senza pietà chi, secondo loro, non ne ha diritto.
Lo stupro collettivo che subiscono le donne (da parte dei ciechi cattivi) permette un'apparente solidarietà grazie alla presenza e all'aiuto della moglie del medico, vista come unica speranza di rinascita.

Continua la lettura
44

Trasposizione cinematografica

Dal romanzo di Saramago è stato tratto il film "Blindness- Cecità" uscito nelle sale nel 2008 e diretto da Fernando Meirelles. Esso è stato presentato a Cannes in anteprima per poi uscire negli Stati Uniti. Tra gli interpreti ricordiamo Juliane Moore, Mark Ruffalo, Danny Glover, Alice Braga e Sandra Oh.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Letteratura

I 10 migliori libri su Martin Luther King

Martin Luther King (Atlanta 1929 – Memphis 1968) fu il leader per la battaglia dei diritti civili e l’uguaglianza razziale in America. Egli lottò per ottenere l'ideale della non violenza, per il raggiungimento del principio della giustizia uguale...
Letteratura

I migliori libri di psicologia

La psicologia è una disciplina che studia i comportamenti ed i processi mentali (nelle proprie forme consce e inconsce), mediante l'utilizzo del metodo scientifico e l'analisi del comportamento dell'essere umano, sia come singolo individuo che come componente...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.