K-Drama: le caratteristiche dei drama coreani

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Con il boom della cultura coreana, cioè quel periodo in cui si diffuse a macchia d'olio lo stile di vita e specialmente l'arte della televisione e del fare cinema della Corea, iniziò anche ad essere più celebre in tutto il mondo una caratteristica televisiva molto singolare, che viene definita nella nostra lingua "drama coreano", o ancora "K-Drama" cioè quella serie tv che è inspirata a tematiche di tutti i giorni.
In questa breve lista noi vogliamo andare ad approfondire meglio le caratteristiche dei drama coreani: non perdiamo ulteriore tempo e cerchiamo di capire i cinque punti essenziali che ci servono per imparare a riconoscerli e per distinguerli dai "dorama" giapponesi, un esemplare nipponico dello stesso concetto.
Vedrete che sarà abbastanza semplice capire di cosa si tratta, anzi, vi assicuriamo che avrete la voglia di guardare questo genere di serie tv una volta dato il contesto esatto. Ecco a voi i cinque elementi principali di questa lista sui drama coreani.

26

Formato

La prima cosa da considerare in questa lista è il formato del k-drama, che oscilla tra i dodici e i ventiquattro episodi per stagione. Generalmente si preferisce che vengano scritti da un'unica persona, e che questa funga sia da sceneggiatore che da regista.

36

Lunghezza

Per distinguere un drama coreano dal classico dorama giapponese bisogna guardare la lunghezza dell'episodio. Il k-drama tipico della Corea del Sud infatti viene solitamente riconosciuto per una lunghezza nettamente superiore rispetto ai dorama nipponici, che invece durano qualche minuto in meno.

Continua la lettura
46

Tematiche

Esistono diverse tipologie di temi affrontati in questi k-drama e per questo motivo si è soliti dividerli in base alle fasce d'età. Sotto i dodici anni solitamente gli argomenti trattati sono quelli scolastici e d'amicizia; sotto i quindici anche temi amorosi e sentimentali; se non sono stati compiuti i diciannove anni, infine, non è possibile vedere la terza categoria, cioè quella che riguarda drama con scene più spinte e più violente.

56

Storia

La storia dei drama coreani è molto importante per poter apprezzare meglio la natura di questi formati. I primi drama tutt'ora conosciuti risalgono alla fine degli anni Venti, quando la Corea del Sud era ancora sotto il dominio giapponese. Con il passare del tempo, questi appuntamenti divennero sempre più regolari, fino ad essere quasi boicottati dalla Cina. Oggi i k-drama sono trasmessi due volte al giorno.

66

Popolarità

Infine, per quanto riguarda il fattore della popolarità di queste serie, dobbiamo considerare il fatto che non soltanto nella Corea si è soliti seguirli ed esserne appassionati. Come abbiamo anticipato durante l'introduzione, infatti, qualche decade fa vi è stata una vera e propria diffusione della cultura coreana all'estero, diffusione che ha comunque lasciato le sue tracce in particolar modo in Giappone, in India, negli Stati Uniti d'America e infine anche in Italia, seppur in minima parte.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Arti Visive

Guida alle caratteristiche principali del manierismo

Con il termine "Manierismo", coniato da Vasari, si intende una corrente artistico-letteraria (e per estensione il periodo storico che la vede protagonista) che si colloca nel XVI secolo e guida il passaggio dalla cultura Umanistico-rinascimentale, dominante...
Arti Visive

Le caratteristiche principali dell'impressionismo

Quando si sente parlare di Impressionismo si sta facendo riferimento ad una corrente artistica nata in Francia, a Parigi, nella seconda metà dell'Ottocento, precisamente tra il 1860 e il 1870. È un movimento che ha avuto origine grazie ad un gruppo...
Arti Visive

Le principali caratteristiche delle opere di Picasso

Pablo Picasso, pittore, scultore, litografo e, come lui stesso amava definirsi, "anche un poeta", è spesso preceduto dalla sua stessa fama. Il suo straordinario ed indiscutibile genio pittorico è iconizzato nel brand del tuo nome. Proprio come una pop...
Arti Visive

Pittura con spatola: caratteristiche

Chi ama dedicarsi alla pittura, può sicuramente sbizzarrirsi sfruttando un'ampia varietà di tecniche, ma una delle più versatili e affascinanti è quella eseguita con l'utilizzo della spatola. Quest'ultima permettete all'artista di stendere i colori...
Arti Visive

Simbolismo in arte: correnti e caratteristiche

Il termine Simbolismo sta a indicare un movimento culturale originatosi in Francia alla fine del XIX secolo. Questa corrente artistica interessa soprattutto il campo della letteratura, i cui principali esponenti sono Rimbaud, Verlaine, Baudelaire, per...
Arti Visive

Caratteristiche dell'arte mesopotamica

Le enormi civiltà dell’Egitto e della Mesopotamia (terra dei fiumi) si svilupparono 5.000 anni fa: esse avevano in comune la presenza di grossi fiumi, che servivano come mezzo di comunicazione e grazie alle proprie piene rendevano molto fertili le...
Arti Visive

Caravaggio: caratteristiche della sua pittura

Il patrimonio artistico italiano può vantare un'enorme mole di opere, partorite dal genio di artisti che hanno segnato l'epoca in cui sono vissuti. Nel XVII secolo a dominare fu l'arte barocca, e nella pittura Caravaggio fu tra i più rivoluzionari,...
Arti Visive

Come fare la caricatura di una foto

In origine le caricature nacquero come vere e proprie opere d'arte, eseguite a dall'abile mano di artisti. Oggi, invece, è possibile accedere a particolari siti internet specializzati che, col solo inserimento di una fotografia della persona alla quale...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.