L'architettura nell'età imperiale

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Quando si parla dell'architettura dell' età imperiale, torniamo indietro nel tempo e precisamente nel 29 a. C. Quando vi fu l’ ascesa al potere di Augusto che promosse una versione monumentale di Roma, la Genus Iulia, accanto ad una idealizzata immagine della sua stirpe e della sua persona. Proprio in questo periodo, sotto Augusto, gli interventi architettonici seguirono un programma abbastanza classico, percepito come una sintesi dei modelli ellenici con l’arte degli Etruschi, ma nell'ottica del mecenatismo e del rafforzamento del potere centrale. Oggi, in questa guida, vi illustrerò nei particolari le caratteristiche architettoniche di questo periodo. Vediamo come era L'architettura nell'età imperiale.

26

L'architettura in funzione celebrativa

L'architettura imperiale fu il riflesso della politica che Augusto volle attuare per dare lustro al suo impero. Infatti, furono erette opere architettoniche celebrative dei trionfi imperiali in ambito militare. Tra le più importanti vogliamo ricordare il famoso Arco di Tito eretto nel 81 d. C. Per celebrare le vittorie dell’ imperatore e del predecessore Vespasiano nella guerra contro i Giudei. L’Arco, qui ha una sola apertura a tutto sesto chiamata fornice, ed è composta da due grandi pilastri laterali che sorreggono l’attico. Poi agli angoli dei pilastri troviamo delle semi-colonne, al centro sono scanalate, negli angoli esterni sono lisce e poggiano su una base. Per la prima volta inoltre, i capitelli delle semi-colonne sono in stile composito, cioè una fusione tra il modello ionico con quello corinzio. Troviamo, infine, scolpite sul fronte dell’attico le dediche agli imperatori vittoriosi, invece all'interno troviamo raffigurato il trionfo dell’imperatore.

36

Novità dell'architettura imperiale

Nel quarto secolo d. C., in Francia venne eretto il Maison Carrée, dedicato alla Fortuna Virile. Questo tempio è uno pseudoriptero esastilo, è stato ben conservato e possiamo ammirare un pronao corinzio profondo posto su un alto podio. Questo dimostra la ricerca classicista sviluppata nella corte di augusto. Inoltre, sempre durante questo periodo fu inaugurato l’uso dell’arco di trionfo che, grazie al suo contesto edilizio, gli conferì un grande valore monumentale. L’arco veniva arricchito spesso da rilievi che raccontavano le imprese dei generali romani. All'inizio del primo secolo a. C. Veniva utilizzato il sistema della colonna-trabeazione con archi e volte a crociera; possiamo osservare questa tecnica nel Santuario di Praeneste. Qui nel Tempio della Fortuna Primigenia, posto alla sommità di sei terrazze sovrapposte, possiamo ammirare un profondo pronao tetrastilo, un forte carattere di imponenza che segnerà in seguito l’avvio dell’architettura romana. L’architettura religiosa romana riesce a far esaltare sempre il principio dell’assialità e della frontalità, evitando il modello del tempio periptero.

Continua la lettura
46

L'architettura del tardo impero

Le opere architettoniche non terminarono con Augusto, anzi conobbero un grande impulso ricorrendo a delle novità perché furono sperimentati nuove tipologie specie sul piano decorativo dove fu introdotto il marmo. Con questa novità si richiede sempre più la presenza di artigiani che spesso arrivarono a fenomeni di manierismo. Bisogna inoltre ricordare che alla fine del primo secolo furono realizzati la Domus aurea e il Pantheon che rimangono le opere di maggiore attrattiva nel nostro panorama architettonico nazionale.

56

Guarda il video

66

Consigli

Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Arti Visive

Guida all'architettura romanica

Nel corso dei secoli, l’architettura ha avuto una grande crescita ed ha attraversato varie e differenti fasi di sviluppo. Una fase molto importante è stata senza dubbio quella relativa all’architettura romanica. Lo stile romanico viene purtroppo...
Arti Visive

Breve guida sull'architettura gotica

L'arte e l'architettura di stile gotico si sono diffusi nel continente europeo all'incirca a partire dalla metà del 1100. In tale periodo storico le popolazioni europee hanno avuto notevoli mutamenti sociali ed economici, con la decadenza della nobiltà...
Arti Visive

Architettura e scultura romanica: breve guida

L'arte romanica è un'eredità che ci proviene nei secoli. Essa si afferma intorno all'anno Mille in un periodo in cui l'Europa stava vivendo una grande fase di sviluppo. Durante questo periodo storico vennero erette grandiose abbazie e molte cattedrali...
Arti Visive

L'architettura nel Rinascimento

L'architettura nuova del '400, rispetto al periodo del Gotico, possedeva delle regole nuove. Infatti, nella meravigliosa Firenze, cominciò un processo di revisione, grazie anche all'ausilio dell'ingegnere italiano Filippo Brunelleschi, che diede un aspetto...
Arti Visive

L'Architettura egiziana

L'Egitto ha visto sorgere una delle civiltà più antiche e geniali. L'affascinante attività creativa degli egizi, non solo dal punto di vista della tecnica e dell'innovazione, ma anche e sopratutto dal punto di vista artistico, ha lasciato un segno...
Arti Visive

Architettura: i principali esponenti del 700

Il Settecento fu un secolo caratterizzato da una grande alternanza di stili architettonici. Nei primi anni, infatti, era ancora in voga il Barocco, lo stile che aveva dominato il secolo precedente, che poi si evolse nel Rococò. Dalla seconda metà del...
Arti Visive

Architettura: i principali esponenti del razionalismo italiano

La corrente architettonica del razionalismo si sviluppò in Italia tra gli anni venti e gli anni trenta del ventesimo secolo. Tale movimento nacque dall'idea di un gruppo di architetti: Luigi Figini, Gino Pollini, Ubaldo Castagnoli, Guido Frette, Carlo...
Arti Visive

La pittura nell' arte gotica

Nel periodo in cui iniziò ad affermarsi nell'arte gotica, la borghesia cittadina si oppose alla nobiltà feudale e riuscì così ad avere una funzione sociale e civile molto determinante. Come avvenne per la scultura, anche la pittura ebbe soggetti religiosi....
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.