L'arte degli Assiri

Di:
tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Il nome vi ricorderà sicuramente i sussidiari delle scuole medie: gli Assiri. Su questa popolazione, attiva dal 1100 al 600 circa avanti Cristo in Mesopotamia, non c'è molto da aggiungere, rispetto a quanto già studiato. Ma come era L'arte degli Assiri? Questo tema è più difficile da studiare. La maggior parte delle opere assire, infatti, sono andate perse. Questo soprattutto per la natura dei supporti, che nei secoli sono andati distrutti. Ma cerchiamo di approfondire il più possibile questo tema. Vediamo in questa guida le basi dell'arte assira!

26

Occorrente

  • Libro di storia
36

Le fasi artistiche

L'arte degli assiri si divide in tre fasi storiche. La prima è la fase dell' "Antico Impero", sviluppatasi durante il periodo di sottomissione ai Babilonesi. La seconda è quella del "Medio Impero" e la terza fase quella del "Nuovo Impero". La maggior parte delle opere degli Assiri risalgono alla terza fase. Gli Assiri furono un popolo di grandi guerrieri e l’arte ne rispecchia lo spirito combattivo. Le città erano delle vere fortezze, ricche di santuari che richiamavano lo stile mesopotamico, con numerose ziggurat. La città più importante erano la capitale Assur e la capitale Ninive, circondata da mura alte 24 metri. Vi erano molti templi dedicati agli dei decorati con bassorilievi.

46

Khorsabad

Rilevante importanza ha avuto ed ha tutt'oggi la città di Khorsabad, in quanto rappresenta uno dei migliori esempi di urbanistica del mondo antico. Venne fatta edificare da re Sargon II nel 710 a. C. Nella regione a nord di Ninive. Era una città immensa, circondata da mura altissime e l’ingresso era protetto da una porta decorata da due divinità alate con corpo di toro e testa umana. Sono stati ritrovati numerosi amuleti negli scavi della zona. Testimoniano come questo popolo amasse rappresentare figure mostruose e connesse a culti religiosi o magici. Tutte le divinità venivano onorate nelle ziggurat, strutture molto complesse, formate da sette piattaforme che rappresentavano l’ascensione al cielo.

Continua la lettura
56

Le tavolette

Come moltissimi altri popoli, anche gli Assiri hanno lasciato tavolette di argilla incise a caratteri cuneiformi, con l’intento di tramandare la loro storia. Quest'ultime descrivono le loro leggi, le loro usanze, i loro riti, le loro imprese guerresche e le costruzioni di palazzi reali. Possiedono il sigillo cilindrico, con disegni e bassorilievi rappresentanti scene di caccia, che confermano l'autenticità delle tavolette. Gli Assiri erano un popolo guerriero e contadino, pertanto quasi tutta la loro arte rappresentava scene bellicose e di magnificenza dei sovrani. Non vi viene voglia di andare in un museo, ora? Fatelo, approfondirete il tema dal vivo e resterà tutto più impresso nella memoria!

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Fate una gita al museo per approfondire l'arte assira

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Arti Visive

Caratteristiche dell'arte mesopotamica

Le enormi civiltà dell’Egitto e della Mesopotamia (terra dei fiumi) si svilupparono 5.000 anni fa: esse avevano in comune la presenza di grossi fiumi, che servivano come mezzo di comunicazione e grazie alle proprie piene rendevano molto fertili le...
Arti Visive

L'arte egizia: gli stili

Fin dall'antichità tutte le piccole comunità tribali si univano per motivi di difesa e per controllare gli scambi economici con le regioni periferiche. I primi segni artistici sono vasi detti a bocca nera, perché il recipiente si cuoceva capovolto...
Arti Visive

Breve storia dell'arte greca

L’arte greca è sicuramente una passaggio molto importante nella storia dell’arte. Insieme all'arte romana, questi due unite sono conosciute solitamente con il nome di arte classica. L’arte greca ricopre un periodo della storia abbastanza lungo,...
Arti Visive

Arte Nouveau: storia, stile e maggiori esponenti

L'Arte "Nouveau" si colloca tra la fine del 1800 e l'inizio del 1900 in Europa. Essa si riferisce alle arti figurative, ma anche a quelle applicate e all'architettura. In poco tempo si diffonde in vari paesi, assumendo simili caratteristiche e connotati,...
Arti Visive

Arte Romanica e Gotica

L'Italia è un paese ricco di storia, arte e cultura. Dopo l'anno mille vi fu un fortissimo fermento culturale. L'arte che all'epoca rappresentava la massima espressione del concetto di "cultura", fu ovviamente coinvolta. Negli anni successivi al 1000...
Arti Visive

L'arte celtica

Ogni qualvolta si parla di arte, è abbastanza semplice ricordare quelle più conosciute e più famose. Però sono esistiti diversi popoli che hanno diffuso, se anche per poco tempo, una nuova arte. Mi riferisco in questo caso all'arte Celtica che si...
Arti Visive

Arte povera: storia, stile e maggiori esponenti

L'arte è una disciplina molto importante, perché ci permette di conoscere e comprendere alla perfezione tutte le opere realizzare dai vari artisti negli anni, collocandoli in particolari correnti artistiche che ci consentono di comprendere in maniera...
Arti Visive

Breve guida sull'arte islamica

Quando si parla di arte naturalmente si intende ogni forma proveniente dall'estro di una persona definita artista. Non necessariamente deve avere a che fare con la pittura o la scultura, ma arte può essere anche quella di strada per esempio apprezzabile...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.