L'arte del realismo

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

L’arte del Realismo si sviluppa inizialmente in Francia verso la metà del XIX secolo, per poi diffondersi rapidamente in tutta Europa. Questo nuovo modo di concepire la realtà prende piede durante il periodo della Rivoluzione industriale, quando la differenza tra i ceti sociali era molto netta.. In Italia i rappresentanti dell’arte del realismo furono un gruppo di pittori fiorentini definiti i “Macchiaioli” in quanto la loro tecnica stilistica non prevedeva velature e effetti chiaroscurali.

25

Diversi artisti

Diversi artisti presero coscienza di quale fosse la reale condizione delle persone e le opere artistiche e letteraria iniziarono a raccontarle contrapponendosi alla scuola idealista alla cui base vi erano le emozioni, i sentimenti, la religione ed altri elementi irrazionaliUn artista di ispirazione realista fu Jean-Francois Millet (1814-1875). Egli raffigurò nei suoi quadri la realtà del lavoro nei campi: fece esaltare i lavoratori durante le fatiche giornaliere, oppure mentre si fermavano per pregare. A differenza di Gustave Courbet, Millet diede sentimentalismo e malinconia alle sue opere. Inoltre amava molta la natura e si pose come continuatore degli autori romantici. Uno dei suoi quadri più celebri è L'angelus (1858-1859).

35

Il maggiore esponente

Il maggiore esponente di questa corrente artistica, invece, fu Gustave Courbet (1818-1877), considerato l'iniziatore del Realismo ottocentesco. Il suo percorso stilistico si collegava al Realismo del Seicento di Rembrandt e Caravaggio, per potere arrivare alla denuncia sociale. Non accettò gli insegnamenti della pittura accademica perché ai suoi occhi risultava fredda e priva di contenuti morali e anche i canoni tradizionali come il sentimento per la natura e la ricerca del "bello". Grazie all'uso della spatola diede alle sue figure una esclusiva consistenza plastica. Il suo quadro più importante è " Un funerale a Ornans" (1849), ma un'altra opera molto conosciuta è "Le vagliatrici di grano" (1854). Un altro pittore molto famoso di quel periodo fu Honoré Daumier (1808-1879). Egli nei suoi quadri non rappresentò solo la classe povera, ma anche quella borghese descritta con durezza. Inoltre le sue opere ricche di forza cambiano la realtà e fanno risaltare con le sue linee continue il suo talento di disegnatore.

Continua la lettura
45

Uno dei maggiori quadri di successo

Uno dei maggiori quadri di successo è Il vagone di terza classe (1862). I caratteri principali del realismo furono: presa di coscienza da parte dell'artista che desiderava trasformare la realtà e mancanza di elementi letterari e storici, che avvantaggiarono temi inerenti alla realtà. Infatti nei quadri venivano raffigurati operai, contadini ed episodi politici e sociali di quel periodo.

55

Consigli

Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Arti Visive

Guida alle opere più importanti di Gustav Klimt

Nato alla periferia di Vienna nel 1862, il pittore austriaco Gustav Klimt divenne noto per lo stile altamente decorativo e la natura erotica delle sue opere, che sono state viste come una sorta di ribellione contro la tradizionale arte accademica del...
Arti Visive

Breve guida sull'arte espressionista

L'espressionismo è il movimento che diede origine a quel tumulto di stravolgimenti artistici e culturali - le cosiddette Avanguardie - che caratterizzarono l'Europa all'inizio del '900. Il movimento espressionista nacque in contrapposizione all'arte...
Mostre e Musei

l' impressionismo di Edouard Manet

Il principale esponente del movimento impressionista fu sicuramente Edouard Manet (1832-1883), mentre gli interpreti principali furono Claude Monet, Camille Pissarro, Edgar Degas, Paul Cèzanne, Auguste Renoir, Alfred Sisley e Jean Frèdèric Bazille....
Arti Visive

Classicismo: storia, stile e maggiori esponenti

Nell'articolo di oggi vi vogliamo vi racconteremo la storia, stile e maggiori esponenti del Classicismo. Il Classicismo è una corrente storico-artistica che richiama concetti e teorie del mondo greco, antico e latino. Successivamente quella che venne...
Arti Visive

Come disegnare una palma

Se avete intenzione di disegnare una palma, ma non sapete proprio da dove e come iniziare, con questa guida vi daremo dei suggerimenti a riguardo. La sua rappresentazione grafica, infatti, richiede alcune piccole accortezze, necessarie per il raggiungimento...
Arti Visive

10 consigli per fotografare il cibo

Negli ultimi anni c'è stato un interesse sempre maggiore per tutto quel che concerne il cibo e la cucina: da programmi televisivi a spazi su giornali e quotidiani, da numerosi ristoranti guidati da chef stellati fino all'utilizzo di ingredienti esotici...
Arti Visive

Impressionismo: contesto storico e culturale

L'Impressionismo è un movimento artistico nato nella capitale francese alla fine dell'Ottocento (1860) e durato fino agli inizi del Novecento. In questa guida ci occuperemo di analizzare quale fu il contesto storico e culturale che ne permise la diffusione...
Arti Visive

Come disegnare un gatto da colorare

Disegnare è una delle prime attività che impariamo durante l'infanzia. Per un bambino il disegno non è solo divertente e stimolante. È anche un modo per esprimersi e dare una forma alla propria immaginazione. Disegnare può diventare, col tempo, una...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.