L'importanza della musica nello sviluppo del bambino

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

La musica ha un effetto terapeutico in tutto il corso della nostra vita. Dal momento in cui la percepiamo per la prima volta dentro il grembo materno, fino a quando siamo in grado di scegliere noi stessi le sonorità e le nostre canzoni preferite, la musica è quel linguaggio universale che unisce e che comunica emozioni, anche senza l'uso della parola. Per i bambini la musica e i suoni sono i primi stimoli di divertimento e di approccio ritmico. È di grande aiuto anche per lo sviluppo del linguaggio oltre che nei primi incontri interpersonali, non a caso è una delle tematiche scolastiche proposte ai bambini fin dalla scuola materna proprio a scopo di far relazionare i nuovi arrivati. L'importanza della musica nello sviluppo del bambino è fondamentale, vediamo insieme le tre fasi più importanti che vengono coinvolte dagli stimoli sonori.

26

Occorrente

  • musica classica; musica rilassante
36

La musica in gravidanza

A partire dalla 16-18 settimana di gestazione, quando il feto comincia a percepire i primi suoni esterni, vi è la possibilità che anche la musica venga assimilata come tale e non semplicemente come un sottofondo confuso come si potrebbe invece pensare. Meglio però che la mamma scelga la musica che ama perché il feto, oltre alla melodia, percepirà il grado di apprezzamento da parte della madre, così come percepisce tutte le emozioni. La musica al bambino arriva tramite due meccanismi, uno è l'udito vero e proprio e l'altro è la vibrazione ossea. Entrambi sono validi ed importanti aiuti per metterlo in contatto con l'esterno, motivo per cui la musica in gravidanza è consigliata per stimolare la crescita celebrale del bambino.

46

La musica nei neonati

Per i piccoli venuti al mondo la musica continua ad avere una potente forza stimolante per ciò che riguarda lo sviluppo del cervello e di tutte le capacità cognitive. Quindi non solo la solita ninna nanna è adatta per i neonati, ma anche la simulazione di dolci ritmi alternati, questa pratica sembra infatti avere un positivo stimolo allo sviluppo dei neuroni e dei suoi collegamenti. Anche cantare le tradizionali filastrocche, o semplicemente delle canzoncine dalle semplici parole, aiuta il bambino, anche se piccolissimo ciò lo aiuta a percepire e a memorizzare il linguaggio che, se pur semplice, verrà metabolizzato in seguito. Tutto ciò è un importante aiuto alla comprensione e all'elaborazione delle prime parole.

Continua la lettura
56

La musica nell'età scolare

Quando inizia l'età scolare, quindi dalla prima scuola dell'infanzia, il suono, il ritmo e la musica vengono proposti comeun' attività ludico-didattica, con la chiara coscienza che ciò stimoli ed accresca un ampio ventaglio di capacità nei bambini. A partire dall'invitare i bambini alla ripetizione di frequenze ritmiche - musicali con veri e propri strumenti, al ballo di gruppo, per imparare a coordinare i movimenti all'unisono, alla ripetizioni di filastrocche ritmate per stimolare lo sviluppo del linguaggio e per migliorare i piccoli problemi di pronuncia, la musica pare essere il miglior metodo di crescita per un bambino. Non a caso questa attività verrà proposta a lungo durante i percorsi scolastici a seguire.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • far ascoltare la musica al bambino in grembo

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Musica

Storia della musica italiana

La cultura italiana è sempre stata particolarmente fiorente. Non fa eccezione la musica che, nel corso dei secoli, ha conosciuto uno sviluppo costante e significativo tanto da lasciare un segno tangibile all'interno della cultura mondiale. Di seguito...
Musica

La musica nel romanticismo

Il movimento culturale del Romanticismo nasce in Germania e nella prima metà del XIX secolo si diffonde in tutta Europa. Nel Romanticismo la musica si sviluppa inizialmente dal 1770 con la musica neoclassica, per terminare poi alla fine dell’Ottocento...
Musica

Breve storia della musica leggera

Il termine musica leggera si riferisce a tutta quella produzione musicale di consumo, realizzata per poter essere divulgata e diffusa tra le grandi masse popolari. In particolare, con i suoi generi e sottogeneri, la musica leggera italiana viene considerata...
Musica

Storia della musica afro-americana

La musica afro-americana, chiamata anche black music e un tempo denominata race music), consiste in una varietà di generi musicali derivanti o influenzati dalla cultura degli afroamericani. I generi principali sono: il Jazz, il Rock & Roll, il Rap, il...
Musica

Breve storia della musica classica

In questo articolo vorrei offrire una breve storia della musica classica. La musica classica è una musica che ha delle radici molto antiche ed è un genere considerato universale. La musica classica viene infatti amata e apprezzata in tutto il mondo....
Musica

La musica nella tradizione napoletana

La musica riveste un ruolo fondamentale nello sviluppo e nella storia della civiltà. Ogni popolo ha una propria tradizione musicale con sonorità precise che la contraddistinguono rendendola unica ed inimitabile. E se questa affermazione è vera per...
Musica

Come fare musica elettronica

Comporre musica è davvero una cosa straordinaria. Solo un musicista può capire al meglio l'importanza del ritmo e della composizione per generare musica e divertimento nelle persone. Produrre musica non è solo suonare uno strumento classico e convenzionale,...
Musica

Breve storia della musica folk

Il mondo della musica ha sempre suscitato un notevole interesse e nel corso degli anni della storia umana, essa ha subito numerosi cambiamenti adottando tecniche sempre più originali e nuove. La musica, nasce dalla necessità di espressione popolare...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.