L'importanza della musica nello sviluppo del bambino

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

La musica ha un effetto terapeutico in tutto il corso della nostra vita. Dal momento in cui la percepiamo per la prima volta dentro il grembo materno, fino a quando siamo in grado di scegliere noi stessi le sonorità e le nostre canzoni preferite, la musica è quel linguaggio universale che unisce e che comunica emozioni, anche senza l'uso della parola. Per i bambini la musica e i suoni sono i primi stimoli di divertimento e di approccio ritmico. È di grande aiuto anche per lo sviluppo del linguaggio oltre che nei primi incontri interpersonali, non a caso è una delle tematiche scolastiche proposte ai bambini fin dalla scuola materna proprio a scopo di far relazionare i nuovi arrivati. L'importanza della musica nello sviluppo del bambino è fondamentale, vediamo insieme le tre fasi più importanti che vengono coinvolte dagli stimoli sonori.

26

Occorrente

  • musica classica; musica rilassante
36

La musica in gravidanza

A partire dalla 16-18 settimana di gestazione, quando il feto comincia a percepire i primi suoni esterni, vi è la possibilità che anche la musica venga assimilata come tale e non semplicemente come un sottofondo confuso come si potrebbe invece pensare. Meglio però che la mamma scelga la musica che ama perché il feto, oltre alla melodia, percepirà il grado di apprezzamento da parte della madre, così come percepisce tutte le emozioni. La musica al bambino arriva tramite due meccanismi, uno è l'udito vero e proprio e l'altro è la vibrazione ossea. Entrambi sono validi ed importanti aiuti per metterlo in contatto con l'esterno, motivo per cui la musica in gravidanza è consigliata per stimolare la crescita celebrale del bambino.

46

La musica nei neonati

Per i piccoli venuti al mondo la musica continua ad avere una potente forza stimolante per ciò che riguarda lo sviluppo del cervello e di tutte le capacità cognitive. Quindi non solo la solita ninna nanna è adatta per i neonati, ma anche la simulazione di dolci ritmi alternati, questa pratica sembra infatti avere un positivo stimolo allo sviluppo dei neuroni e dei suoi collegamenti. Anche cantare le tradizionali filastrocche, o semplicemente delle canzoncine dalle semplici parole, aiuta il bambino, anche se piccolissimo ciò lo aiuta a percepire e a memorizzare il linguaggio che, se pur semplice, verrà metabolizzato in seguito. Tutto ciò è un importante aiuto alla comprensione e all'elaborazione delle prime parole.

Continua la lettura
56

La musica nell'età scolare

Quando inizia l'età scolare, quindi dalla prima scuola dell'infanzia, il suono, il ritmo e la musica vengono proposti comeun' attività ludico-didattica, con la chiara coscienza che ciò stimoli ed accresca un ampio ventaglio di capacità nei bambini. A partire dall'invitare i bambini alla ripetizione di frequenze ritmiche - musicali con veri e propri strumenti, al ballo di gruppo, per imparare a coordinare i movimenti all'unisono, alla ripetizioni di filastrocche ritmate per stimolare lo sviluppo del linguaggio e per migliorare i piccoli problemi di pronuncia, la musica pare essere il miglior metodo di crescita per un bambino. Non a caso questa attività verrà proposta a lungo durante i percorsi scolastici a seguire.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • far ascoltare la musica al bambino in grembo

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Letteratura

Cinque libri per bambini che non sanno ancora leggere

Leggere per il proprio bambino è una fra le attività più intime e rassicuranti fra genitori e bimbi, nella quale si instaura un rapporto di complicità, oltre che educativo. Specialmente prima di andare a fare la nanna, è assolutamente consigliabile...
Letteratura

I maggiori esponenti del cognitivismo

Riuscire a comprendere la complessità degli schemi mentali, delle sue funzioni e di come si svolgano le rielaborazioni delle informazioni che il cervello riceve, è di estremo interesse; si sviluppano così diversi approcci di ricerca in questo ambito,...
Arti Visive

Colorare un mandala: i benefici per gli adulti

Il mandala è una sorta di cerchio, che secondo i buddisti rappresenta il viaggio mentale. Interpretato dalla stessa simbologia consente di evolversi interiormente. Concedendo a chi lo esegue di migliorarsi nello spirito e nella mente. Esso aiuta a migliorare...
Musica

Come scegliere lo strumento che si vuole imparare a suonare

L'essere umano è creativo. Abbiamo sempre bisogno di nuovi stimoli e l'arte è ciò che ci completa. La musica è qualcosa che accomuna qualsiasi persona: una melodia non ha età ed è comprensibile a tutti.Per capire come scegliere lo strumento che...
Musica

Come tenere il ritmo

Avere il senso del ritmo, non è spesso facilissimo. Se non siete stati abituati da bambini durante le lezioni di musica a scuola, imparare sarà leggermente più difficile ma non impossibile. Ci vorrà solo pazienza, costanza e concentrazione. I ritmi...
Musica

Come cantare in una corale

Molto spesso la partecipazione ad una corale rappresenta il primo passo in un percorso didattico finalizzato all'apprendimento del canto; anzi, sempre più di frequente viene consigliato proprio con questo scopo da molti insegnanti. Che sia il coro della...
Musica

10 modi per trovare l'ispirazione musicale

L'ispirazione è un termine greco che può essere tradotto come "respirare su". Si tratta di un'improvvisa e potente ondata di creatività che, per coloro che sono predisposti, si traduce nella realizzazione di una nuova opera d'arte. Come in ogni campo,...
Recitazione

Recitazione: 5 consigli per impostare la voce a teatro

A molti, almeno una volta nella vita, è capitato di dover recitare sul palcoscenico di un teatro. Magari semplicemente per una recita scolastica. Il problema fondamentale, in questi casi, è quello dell'impostazione della voce. L'attore o il conduttore...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.