La città ideale del Rinascimento

Di:
tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

Il Rinascimento si sviluppa prima in Italia e poi in Europa tra il 1500 ed il 1600, ed è caratterizzato dall'evolversi dell'arte, della letteratura e delle scienze. In questo periodo cambiò la società che passò dal sistema feudale del Medioevo basato sulla vita intellettuale ed ispirata al pensiero religioso, ad una concezione politica. In riferimento a ciò nei passi successivi di questa guida, vediamo qual è la città ideale del Rinascimento.

24

Ferrara

Ci furono inizialmente degli interventi sulle città medievali con l'allineamento dei palazzi, la regolarità delle piazze e la presenza di diversi elementi decorativi come cornici e finestre. Inoltre vale la pena citare la progettazione di nuove città o di alcune parti di esse, come esempio l'espansione urbana di Ferrara grazie soprattutto alla presenza costante sul territorio della famiglia degli Estensi.

34

Urbino

Una città che ebbe grande importanza fu invece Urbino, sede della potente signoria del duca Federico da Montefeltro. Costui era un uomo abile e potente che amava l'arte e la cultura, a tal punto che decise di far costruire un palazzo che fosse allo stesso tempo sede di governo e residenza. Questi lavori furono affidati a Luciano Laurana, che ebbe anche difficoltà con il progetto perché i due palazzi erano su diversi livelli. Così per raccordarli fece un progetto in cui la piazza con il Duomo divenne il cuore della città. All'interno ne ricavò un cortile con un porticato di tipo rinascimentale. Sull'altro lato invece, venne costruita una facciata con due torri slanciate; questa ricordava un po' come sagoma i castelli medievali, ma era comunque di aspetto rinascimentale in quanto arricchita di finestre e decorazioni varie.

Continua la lettura
44

Siena

Papa Pio II invece decise di dare al suo paese natale ossia Siena un nuovo centro religioso, con la costruzione del Duomo, i Palazzi vescovili, l'arcivescovato e infine il palazzo Civico. I palazzi erano disposti in un disegno omogeneo, e ben equilibrati esteticamente tra loro. Questi sono solo alcuni esempi di città del Rinascimento, ed i nuovi progetti infatti caratterizzarono grandi città che incominciarono ad espandersi sempre di più, ed arricchirsi anche di numerosi monumenti, palazzi e chiese. Grazie a questa nuova corrente definita rinascimentale, le città italiane conobbero il loro massimo momento di splendore dal punto di vista architettonico, lasciando ancora oggi delle tracce indelebili che le rendono motivo di invidia per il mondo.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Arti Visive

I più importanti artisti del Rinascimento

Il Rinascimento è un movimento artistico e culturale nato in Italia, con precisione a Firenze, nei primi anni del XV secolo che si protrarrà, poi, fino ai primi decenni del secolo successivo. Inoltre, questo è anche un periodo che, storicamente parlando,...
Arti Visive

Come Disegnare Una Città Sul Mare

L'arte, si sa, ha mille sfaccettature e, in questo caso, la pittura non fa eccezione. A seconda dei colori che si usano e della combinazioni fra di essi, si creano situazioni totalmente diverse tra loro, persino il mondo di mettere il colore sulla tela...
Arti Visive

Classicismo: storia, stile e maggiori esponenti

Nell'articolo di oggi vi vogliamo vi racconteremo la storia, stile e maggiori esponenti del Classicismo. Il Classicismo è una corrente storico-artistica che richiama concetti e teorie del mondo greco, antico e latino. Successivamente quella che venne...
Arti Visive

Breve guida alla pittura rinascimentale

Con la chiusura dell'oscuro periodo del Medioevo, si entra nell'età culturale del Rinascimento. Negli anni che vanno dal 400 al 1500 l'Europa vede una grande rinascita in ogni campo culturale, dalla letteratura alla musica all'arte in particolare. In...
Arti Visive

Guida all'arte del Bramante

Donato Bramante è una delle figure di primo piano dell'arte italiana del Rinascimento. Le prime opere di questo valente architetto furono create a Milano e comprendevano il complesso di Sant'Ambrogio e la chiesa di Santa Maria delle Grazie. A Roma, il...
Arti Visive

Guida alle opere di Giorgione

Lo pseudonimo di Giorgione si riferisce a Giorgio Barbarella (o Zorzi da Castelfranco), il famoso pittore italiano del periodo rinascimentale di origine veneziana. Il soprannome fu usato molto probabilmente in attribuzione alla statura dell'artista, insolita...
Arti Visive

Guida all'arte di Antonello da Messina

Il Rinascimento italiano è un periodo storico ricco di arte e di letteratura. Uno dei maggiori esponenti dell'arte rinascimentale è sicuramente Antonello Da Messina. Il suo vero nome è Antonio di Giovanni de Antonio ed è stato un pittore siciliano...
Arti Visive

I capolavori di Raffaello

Il panorama artistico italiano si è da sempre distinto per la vastità e l'immensità del genio artistico di cui era composto. Moltissimi sono gli artisti italiani che nel corso dei secoli hanno contribuito a rendere famoso il proprio nome, attraverso...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.