La leggenda di Robin Hood

tramite: O2O
Difficoltà: facile
15

Introduzione

Chi non conosce questo incredibile personaggio reso celebre anche da molte opere cinematografiche, non ultima quella di Walt Disney? Meno conosciuta forse è invece la sua leggenda tradizionale inglese e soprattutto le sue basi di realtà. Sì perché un personaggio simile fu realmente esistito, si ritiene che Robin Hood sia da far risalire fra il 12° e il 13° secolo in Inghilterra, nella contea di Nottingham, più precisamente a Nord di questa città dove si trova la mitica foresta di Sherwood.

25

"Rubare ai ricchi per dare ai poveri" questo si narra fosse il motto del bandito idealista, un uomo, un ladro che commetteva sì dei reati ma per aiutare la povera gente della sua terra, per alcuni il fine giustifica i mezzi, evidentemente per Robin Hood era così. La povera gente che egli difendeva erano probabilmente gli yeomen, contadini alle dirette dipendenze del Re, orfani di un intermediario feudale e per questo più esposti alle angherie dei potenti. Secondo alcuni Robin faceva parte di questo ceto sociale, secondo altri era invece un nobile fedele a Re Riccardo Cuor di Leone che in quel momento si trovava prigioniero in Normandia e il cui trono era in possesso dell'usurpatore Giovanni senza terra.

35

Il nome è probabilmente di fantasia e legato alle varie fonti da cui il suo mito trae origine. Il cognome "Hood" in inglese suona molto simile al sostantivo "Wood", foresta, di cui potrebbe quindi essere una storpiatura. Per quanto riguarda il nome, secondo alcuni Robin sarebbe il diminutivo di Robert (forse il nome reale di questo mitico personaggio?), secondo altri sarebbe invece una parola di derivazione dalla lingua dei popoli più antichi dell'Inghilterra con significato di "ariete" e quindi collegata ad un dio delle foreste che possedeva questo aspetto.

Continua la lettura
45

La figura di Robin Hood nasce tuttavia anche dalla fusione del bandito gentiluomo con miti preesistenti. In particolare nelle popolazioni che vivevano intorno alla foresta di Sherwood era diffusa la credenza che esistesse una sorta di dio o spirito benevolo della foresta con le sembianze di una volpe (credenza che è stata sapientemente citata nel capolavoro della Disney del 1973). Altri miti lo ricollegano ad un dio celtico dalla forma di cervo le cui sembianze avrebbero indotto la Chiesa ad insabbiarne il culto per via delle corna, simbolo del demonio.

55

Qualsiasi siano state le reali origini di Robin Hood non ci è dato saperlo con certezza, ciò che c'è di certo è che da allora egli entrò nella leggenda venendo inserito in molte delle produzioni letterarie inglesi e non, dell'epoca e successive, si allude a lui infatti nei racconti di Canterbury di Geoffrey Chaucer e nel famoso romanzo Ivanhoe di Walter Scott, fino ad arrivare anche alle più recenti e indimenticabili produzioni cinematografiche: Robin Hood della Disney nel 1973, Robin Hood Principe dei ladri del 1991 con Kevin Kostner, Robin Hood - La Leggenda del 1991 con Uma Thurman.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Letteratura

La leggenda di Guglielmo Tell

Guglielmo Tell, nonostante sia stato eletto eroe nazionale svizzero, è un personaggio avvolto nella leggenda e nel mistero. Si pensa sia vissuto fra il XIII e il XIV secolo, e che sia stato un uomo molto intelligente e, soprattutto un abile balestriere....
Letteratura

Il Sacro Graal nella letteratura europea

La leggenda del Sacro Graal è conosciuta da tutti al mondo, non a caso occupa un posto molto importante anche nei libri scolastici di letteratura. Questo interessante argomento risulta essere alquanto complesso, infatti inizialmente potrebbe sembrare...
Letteratura

I miti dell'Antica Roma

In antichità la superstizione superava di gran lunga la scienza e gli uomini erano soliti inventare miti e divinità per spiegare tutto ciò che non riuscivano a spiegare con la ragione. In particolare i miti dell'antica Roma erano diversi e sin da bambini...
Letteratura

Valerio Massimo Manfredi: opere

La figura di Valerio Massimo Manfredi è abbastanza eclettica e polivalente, anche se il suo iter lo ha sempre e comunque portato a raccontare la storia attraverso le sue sfumature, tra verità e leggenda. Ha affrontato numerosi scavi e ricerche come...
Letteratura

Le divinità dell'Olimpo

I Greci erano politeisti e pregavano le molte divinità per ottenere le loro grazie.La mitologia greca è affascinante e ancora oggi ai licei si studia la storia e le origini delle gesta degli dei dando origine così a miti e leggende, creando eroi, culti...
Letteratura

Storia: le vecende di Bonnie & Clyde

In questo tutorial vedremo insieme le vecende più significative della storia di Bonnie e Clyde. Bonnie Elizabeth Parker e Clyde Chestnut Barrow, meglio conosciuti più semplicemente come Bonnie e Clyde, sono stati una coppia famosa di fuorilegge statunitensi....
Letteratura

Come nasce il mito delle sirene

Se pensiamo alle sirene, ci viene subito in mente l'immagine di splendide creature per metà umane e per metà pesci, capaci di ammaliare con il loro fascino. Possiamo trovare storie sul loro conto in qualsiasi ambito della narrativa, dalle favole per...
Letteratura

I 10 migliori libri di fantascienza

Un mondo lontano dal reale eppure sempre molto amato dai lettori di qualsiasi età: il genere della fantascienza attrae per la sua capacità di condurre verso universi lontani che, se spesso presentano l'immagine di un futuro ipertecnologico, altre volte...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.