La teoria dei sei gradi di separazione

tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

La cosiddetta "teoria dei sei gradi di separazione" è il prodotto di vari studi derivanti dall'ambito della semiotica e dal campo della sociologia.
Tale teoria illustra e sottolinea quanto il mondo sia piccolo, al punto che un individuo può essere associato ad un altro attraverso terze conoscenze. Si tratta di una teoria dimostrata scientificamente, come sarà illustrato più nel dettaglio in questa guida.

24

La nascita della teoria

Il primo a proporre in un trattato questa teoria è stato lo scrittore ungherese Frigyes Karinthy nel 1929. Successivamente, negli anni '50, i matematici Manfred Kochen e Ithiel de Sola Pool crearono una formula per dimostrarla in maniera scientifica.
La vera e propria dimostrazione pratica è stata fatta però solamente nel 1967 dal sociologo americano Stanley Milgram, attraverso un esperimento perfettamente riuscito che provò la veridicità della teoria dei sei gradi di separazione.

34

La dimostrazione pratica

L'esperimento di Milgram prevedeva che alcuni cittadini del Midwest dovessero pensare ad inviare un pacchetto postale ad un abitante del Massachusetts, a loro del tutto sconosciuto. A questo scopo venivano date loro solamente alcune informazioni di base, come il mestiere e il nome, in base alle quali dovevano pensare a qualcuno che conoscevano bene (e di cui sapevano quindi l'indirizzo) che potesse conoscere il destinatario finale, raggiungendolo quindi attraverso una catena di conoscenze. Il risultato fu sorprendentemente breve: bastarono solo dai 5 ai 7 movimenti, da cui il nome della teoria dei sei gradi di separazione, conosciuta anche come "La teoria del mondo piccolo".

Continua la lettura
44

L'evoluzione della teoria

In seguito, con l'avvento di internet, il professore americano Duncan Watts ha deciso di riproporre il test, questa volta su scala virtuale, con una e-mail al posto del pacchetto postale. Risultato e conclusioni sono stati gli stessi del primo esperimento, con una media di 6 passaggi. Questa ulteriore conferma ha arricchito il bagaglio sociologico con nuovi modelli e teorie, applicati principalmente negli ambiti della pubblicità e delle telecomunicazioni.
Un ulteriore passo avanti è stato fatto nel novembre del 2011, quando uno studio condotto a Milano ha rilevato che il numero di passaggi (cioè delle probabilità di interconnessione tra le persone) si è ridotto a 4 grazie alla presenza crescente dei social network.
Ciò significa che al giorno d'oggi le persone sono collegate tra di loro con una media che oscilla dai 4 ai 6 passaggi (o salti, sono definiti in più modi differenti).

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Letteratura

Empatia: approccio cognitivo e affettivo

Per empatia si intende la capacità di un individuo di comprendere le emozioni che un'altra persona sta provando. Deriva dal greco empatéia, parola composta da en (cioè dentro) e pathos (cioè emozione, affetto o sofferenza). Inizialmente si riferiva...
Letteratura

I migliori libri sull'evoluzione

L'evoluzione, fenomeno di complessità estrema e di indiscusso fascino, ha sempre interessato studiosi ed appassionati di tutto il mondo. Del resto, cercare di comprendere la storia dell' uomo e la sua piena appartenenza alla natura è una delle sfide...
Letteratura

I maggiori esponenti del cognitivismo

Riuscire a comprendere la complessità degli schemi mentali, delle sue funzioni e di come si svolgano le rielaborazioni delle informazioni che il cervello riceve, è di estremo interesse; si sviluppano così diversi approcci di ricerca in questo ambito,...
Musica

10 consigli per suonare la chitarra

La chitarra è uno strumento veramente fantastico: abbastanza portatile, relativamente poco costosa, abbastanza facile, da impararne le basi in poco tempo e, anche, un eccellente passatempo. Tanta gente, dai bambini agli anziani, ogni giorno e in ogni...
Musica

Chitarra elettrica: 10 consigli per iniziare

La chitarra elettrica è un tipo di chitarra in cui la vibrazione delle corde viene rilevata da uno o più pick-up. Il segnale viene quindi prelevato all'uscita e convogliato in un amplificatore acustico affinché il suono dello strumento sia reso udibile....
Musica

Come creare un giro armonico

I giri armonici sono una performance a discrezione del musicista. Per crearli, in parte ci basiamo su quattro accordi, non casuali, ma ben precisi: ossia sul I, sul II, sul IV e sul V grado della scala. Questi li andiamo a usare come riferimento, così...
Musica

Dettato musicale: come farlo

Un dettato musicale (o dettato melodico) è un esercizio che serve per imparare a comprendere al meglio la musica. Fa parte delle prove di Teoria e Solfeggio che vengono praticate al Conservatorio. La prova consiste nel sentire una melodia suonata lentamente...
Arti Visive

Kandinsky: le migliori opere

Uno dei più importanti pittori e teorici dell'arte è stato senza dubbio il russo Wassily Kandinsky a cui, tra l'altro, è attribuita la realizzazione della prima opera d'arte definita come "astratta".Le sue esperienze artistiche hanno fatto si che,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.