Le 10 opere più belle degli Uffizi di Firenze

Tramite: O2O
Difficoltà: media
112

Introduzione

La galleria degli Uffizi di Firenze è uno dei musei più importanti al mondo, vi si trovano la più grande collezione di Raffaello e Botticelli, oltre ad altri artisti come Caravggio, Tintoretto, Tiziano, Giotto ed altri. L?edificio che ospita la Galleria degli Uffizi non era un museo, bensì nel 1560 il duca Cosimo I dè Medici volle riunire le 13 più importanti magistrature fiorentine, in un unico edificio posto sotto la sua diretta sorveglianza, in modo da affiancare al vecchio Palazzo della Signoria una nuova sede. Il progetto venne affidato a Giorgio Vasari che già si occupava del palazzo Vecchio. Le nuove Gallerie degli Uffizi comprendono le Gallerie delle statue e delle pitture, Il Corridoio Vasariano e le collezioni di palazzo Pitti. In questa guida vedremo le 10 opere più belle degli Uffizi di Firenze.

212

LA PRIMAVERA DI BOTTICELLI

La primavera è un dipinto a tempera su tavola di Sandro Botticelli, realizzata tra il 1447 ed il 1482 per Lorenzo di Pierfrancesco dè Medici, si tratta di una delle opere più famose del Rinascimento italiano. Un'opera elegante e piena di significati allegorici, di ancora incerta interpretazione, anche se la più accreditata è il regno di Venere. Dopo l'ampliamento del percorso dedicato al rinascimento, La Primavera, La nascita di Venere e L'annunciazione si trovano tra le sale 10-14, dedicate a Botticelli.

312

LA NASCITA DI VENERE

La nascita di Venere è una delle opere più conosciute al mondo, diversamente dalla primavera fu realizzato su tela, tra il 1482 e il 1485 per Lorenzo Pierfrancesco dè Medici; cugino di Lorenzo il Magnifico. In questo dipinto Botticelli rappresenta la venere in modo pudico e classico nonchè simbolo della purezza dell'anima, ispirato a opere di poeti classici come Ovido.

Continua la lettura
412

LA MADONNA DEL CARDELLINO

La madonna del cardellino è un capolavoro realizzato da Raffaello intorno al 1506 per le nozze di Lorenzo Nasi. L'opera venne danneggiata alla fine del 500, con il crollo del palazzo in cui era conservata. Ci sono stati molti restauri ma quello che lo ha portato agli antichi splendori è stato fatto di recente, nel 2008. Potete trovare questa opera nella stanza rosa 66 dedicata a Raffaello.

512

L'ANNUNCIAZIONE DI LEONARDO DA VINCI

L'annunciazione è una celebre opera di Leonardo. Datata 1475, olio su tavola. Realizzata durante il suo periodo di formazione fiorentino all'interno della bottega del Verrocchio. In questo quadro è molto presente lo stile di Leonardo, per esempio con la dolcezza dei tratti della Madonna e la vitalità dei personaggi.

612

LA VENERE DI URBINO

La venere di Urbino è stata realizzata da Tiziano nel 1538, per il Duca di Urbino Guidobaldo II della Rovere. Questo dipinto è la rappresentazione della donna rìnascimentale, e fa riferimento all'importanza della sessualità nel matrimonio, forse usato dal Duca Guidobaldo, per ricordare alla moglie i suoi doveri coniugali. Trovate questa opera nella sala 83.

712

I DUCHI DI URBINO

i due ritratti di Piero della Francesca tra il 1465 ed il 1472 sono una delle opere più famose del Rinascimento italiano. Ritrae i due coniugi Federico da Montefeltro valoroso condottiero e perfetto uomo rinascimentale e la Duchessa Battista Sforza con eleganti e ricchi vestiti. I loro busti che dominano sul paesaggio per accentuare l'importanza della corte di Urbino. Trovate il ritratto dei Duchi nella sala 8.

812

BACCO DI CARAVAGGIO

Il famosissimo Bacco di Caravaggio è stato commissionato dal cardinal del Monte come regalo per il Granduca di Toscana Ferdinando I tra il 1596 ed il 1597. In quest'opera bacco non è più idealizzato, ma Caravaggio ha messo al centro dell'attenzione l'uomo con i suoi pregi ed i suoi difetti. Un fatto curioso di quest'opera, analizzando la brocca di vino in primo piano c'è un volto, che si ritiene essere l'autoritratto dell'artista.

912

GIUDITTA CHE DECAPITA OLOFERNE

Artemisia Gentileschi è una delle pittrici Italiane più conosciute del diciassettesimo secolo, di scuola caravaggesca come suo padre Orazio, fu la prima donna ad entrare all'Accademia di Arti e Disegno di Firenze. In questo dipinto Giuditta è rappresentata come una donna forte mentre decapita il condottiero assiro Oloferne da lei ingannato con la seduzione, pur conservando la sua purezza. Trovate questo dipinto esposto nella sala 81.

1012

MADONNA COL BAMBINO E DUE ANGELI

Opera di Filippo Lippi, è stata dipinta intorno al 1465, monaco carmelitano si innamorò della monaca lucrezia Buti, dopo aver rinunciato entrambi ai voti, diedero alla luce due figli tra cui Filippino che diventerà un celebre pittore come il padre. Questo dipinto si trova nella sala 8 di Filippo Lippi.

1112

MADONNA DI OGNISSANTI

Questa Opera di Giotto è stata dipinta tra il 1300 ed il 1310, per la chiesa fiorentina di Ognissanti. Con questa opera Giotto rompe gli schemi legate all'arte bizantina, dando ai suoi personaggi volume ed umanità. La Madonna di Ognissanti si trova nella sala 2 del duecento.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Mostre e Musei

Le più belle mostre d'arte a Firenze

La città di Firenze in Italia accoglie un patrimonio artistico e culturale di grandi dimensioni, attirando migliaia di turisti durante tutto l'anno. Grazie a capolavori di inestimabile valore, è sede delle più belle mostre d'arte permanenti e temporanee...
Mostre e Musei

Musei Capitolini: 10 opere da non perdere

Il complesso dei Musei Capitolini è sicuramente uno dei più importanti e rinomati musei di Roma per le straordinarie opere conservate al suo interno. Situato sul Campidoglio, sede dell’edificio comunale della capitale, il museo si compone di...
Mostre e Musei

I 5 musei più interessanti d'Italia

L'Italia è il paese con il più alto numero di siti inclusi nella lista del patrimonio dell'umanità. Tra le tante meraviglie che caratterizzano da nord a sud lo stivale italico, questa lista ha l'arduo compito di individuare i 5 musei più interessanti...
Mostre e Musei

Giotto: le opere principali

Giotto di Bondone, forse diminutivo di Ambrogio oppure di Angiolo, è semplicemente ocnosciuto come Giotto. È nato a Vespignano, nel 1267 circa, ed è morto a Firenze nel lontano 8 gennaio 1337. È stato uno dei più famosi pittori e architetti italiani....
Mostre e Musei

Musei Vaticani: le opere da non perdere

I musei vaticani sono i musei più antichi di tutto il mondo. Fondati nel sedicesimo secolo da Papa Giulio II, contengono al proprio interno un patrimonio di opere inestimabile. I musei sono situati nel piccolo stato del Vaticano a Roma, e sono visitabile...
Mostre e Musei

Le 10 opere da vedere al Museo d'Orsay

Il celeberrimo museo d'Orsay di Parigi racchiude numerose opere artistiche di inestimabile valore. Dal 1986, anno della sua apertura, turisti di tutto il mondo accorrono qui a frotte. L'impressionismo e il post-impressionismo sono presenti, infatti, con...
Mostre e Musei

10 opere da vedere al Museo del Prado

Il Museo del Prado è senza dubbio una delle location da non perdere se ci si trova a Madrid. Commissionato da re Carlo III di Spagna e realizzato da Juan de Villanueva venne Inaugurato nel 1819.   All'interno del meraviglioso palazzo in stile neoclassico...
Mostre e Musei

Guida alle opere di Keith Haring

Keith Haring è il maestro indiscusso della graffiti art. Noto in tutto il mondo per il suo stile personale e riconoscibile, viene considerato il portavoce della cultura di strada della New York degli anni '80. Nato in Pennsylvania nel1958, Haring venne...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.