Le divinità dell'Olimpo

tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

I Greci erano politeisti e pregavano le molte divinità per ottenere le loro grazie.
La mitologia greca è affascinante e ancora oggi ai licei si studia la storia e le origini delle gesta degli dei dando origine così a miti e leggende, creando eroi, culti e miti. Questi personaggi, altro non erano che incarnazioni di potenze della natura o altri aspetti di vita sociale. Ogni singolo Dio o Dea, in qualche modo rappresentava una debolezza umana, (avidità, gelosia, collera) unita a forze sovrumane.
Le storie, tutte connesse in qualche modo l'una con l'altra, hanno affascinato il mondo intero, resistendo al tempo. Ma ora vediamo quali sono le divinità dell'Olimpo.

24

Zeus

Iniziamo col capire cosa fosse l'Olimpo. Monte più alto della Grecia, l'Olimpo, era avvolto da una fitta coltre di nubi, inscrutabile agli uomini e impossibile da scalare. Era la residenza degli dei che dall'alto guardavano gli uomini e talvolta intervenivano nelle loro vicende.
A capo di tutti gli dei, padrone dei cieli e re supremo c'era Zeus. Era conosciuto dai Romani con il nome di Giove.
Zeus era figlio di Crono. Quest'ultimo regnava sul mondo prima della nascita di suo figlio.
Urano predisse a Crono che un suo figlio lo avrebbe detronizzato, quindi succube di questa paura mangiava i figli che partoriva sua moglie, Rea (o Era).

34

Rea, Afrodite e Ares

Rea era regina degli dei, il suo compito era di proteggere i matrimoni. Da Zeus ebbe tre figli: Ares, Efesto, Ebe.
La leggenda narra che fosse invidiosa e gelosa della dea Afrodite perché era considerata la più bella tra le dee. La sua gelosia era fondata poiché sul monte tutti erano al corrente dei tradimenti del marito.
Afrodite, era la dea nata dall'onda del mare e rappresentava la bellezza. Era adornata di veli, lasciava trasparire le perfezioni delle sue forme, mentre il suo carro era trainato da passeri, colombe e cigni. Era conosciuta dal popolo romano come Venere.
Ares conosciuto dai romani come Marte era il Dio della guerra, efferato e bestiale, era indisponente e antipatico a tutti gli dei.

Continua la lettura
44

Poseidone, Apollo e Artemide

Poseidone conosciuto dagli antichi romani come Nettuno, era fratello di Zeus e di Ade, era padrone incontrastato di tutti i mari. Viveva negli oceani, tra Nereidi e Tritoni, uscendone scenicamente guidando un carro trainato da cavalli alati, e con in mano uno scettro reale: il tridente.
Apollo Dio della musica e della divinazione, nacque da Zeus e Latona. L'immagine più popolare è quella di Apollo che traina un carro con dentro il sole.
Artemide era dea della caccia e sorella di Apollo, rappresentava la luna. Atena era la dea della religione e della sapienza.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Letteratura

Gli dei della mitologia greca

Le mitologie predominanti tramandate nel corso dei secoli sono quelle dei Greci e dei Romani. La mitologia di ogni cultura comprende dei e dee che hanno interagito con gli esseri umani, con le buone, cattive e indifferenti motivazioni. La cultura greca...
Letteratura

Le satire di Ariosto

Chi è questo poeta che soffre di come il mondo è e di come non è e potrebbe essere, eppure lo rappresenta come uno spettacolo multicolore (nel Furioso) da contemplare con ironica saggezza? [..] Una vita non di uomo di corte, insomma, ma di funzionario...
Letteratura

Come scrivere una storia fantasy

Negli ultimi anni il Fantasy è riuscito a guadagnare una certa fama, soprattutto grazie alle avventure del mago Harry Potter scritte da J. K. Rowling e alla rivisitazione cinematografica della saga de "Il Signore degli Anelli" di J. R. R. Tolkien. Sono...
Letteratura

I miti dell'Antica Roma

In antichità la superstizione superava di gran lunga la scienza e gli uomini erano soliti inventare miti e divinità per spiegare tutto ciò che non riuscivano a spiegare con la ragione. In particolare i miti dell'antica Roma erano diversi e sin da bambini...
Letteratura

I miti greci più famosi

"Mythos" è il termine greco che significa "mito". In origine era semplicemente "parola, discorso". In seguito fu il racconto dell'esistenza di esseri onnipotenti e immortali, di forme affini a quelle umane che si chiamarono Dei o Numi. Questi furono...
Letteratura

La scuola di Mileto

La scuola filosofica di Mileto nacque nel VI secolo a. C. Nell'omonima città. All'epoca, Mileto era una ricca e fiorente colonia greca della Ionia d'Asia, situata più precisamente in una regione che corrisponde all'odierna Turchia. La vita culturale...
Letteratura

Divina Commedia: guida al VI Canto

La Divina Commedia è l'opera più celebre di Dante Alighieri. Scritta tra il 1304 ed il 1341 (anni del suo esilio in Lunigiana e Romagna) è un'importante testimonianza della civiltà medievale fiorentina. Il VI Canto dell'Inferno, si svolge nel terzo...
Letteratura

Divina Commedia: guida al I Canto dell'Inferno

Gentili lettori, all'interno della guida che seguirà andremo a parlare di letteratura. E non di letteratura qualsiasi, bensì della Divina Commedia di Dante Alighieri. Tutta la guida e le sue argomentazioni complessive ruoteranno intorno al I canto dell'Inferno.Proveremo...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.