Letteratura: Grandi Speranze di Charles Dickens

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Tra i celebri autori della letteratura inglese, Charles John Huffman Dickens fu uno scrittore britannico di ampia fama, ricordato per romanzi sociali quali: David Copperfield, racconti, saggi e diari di viaggio. "Grandi speranze" (il cui titolo originale è "Great Expectations") fu scritto e pubblicato tra il 1860 e il 1861.

25

Il protagonista

Pip, il protagonista, vive con la severa e manesca sorella più grande e con il cognato, al quale è più affezionato. Fuori dalle mura domestiche, la vita del bambino viene segnata da un incontro decisivo: si trova, infatti, ad essere complice della fuga di un delinquente di nome Magwitch, per il quale ruba dalla propria dispensa, col rischio di essere scoperto. Successivamente Pip viene affidato a Miss Havisham, una nobile del posto. Nella sua dimora incontra "l'irraggiungibile" Estella, di cui ovviamente si innamora. Ben presto la situazione si fa pesante e angosciosa per il ragazzo, costretto a soddisfare i capricci e la sete di vendetta della padrona di casa, tradita e abbandonata dal marito il giorno stesso delle nozze. Una cospicua fortuna donata da un personaggio anonimo (che poi si scopre essere Magwitch) interviene a liberare il ragazzo dalla tetra e cupa casa nel quale vive, donandogli "grandi speranze". Dalla trasferta a Londra di Pip, gli avvenimenti si susseguono con un ritmo sostenuto: lutti, amicizie pericolose, colpi di scena e truffe occupano le pagine del romanzo fino alle ultime vicende che vedono il protagonista e la bella Estella convivere in amicizia.

35

Il racconto dell'opera

"Grandi speranze" fa parte dei cosiddetti romanzi di formazione (Bildungsroman in tedesco). Si tratta di un genere letterario che pone al centro un giovane protagonista alle prese con la propria evoluzione verso l'età adulta, fino al raggiungimento della maturità. Nel caso dell'opera in questione (come accade per la maggior parte delle trame di questa tipo) si parte dall'infanzia del personaggio. Philip Pirrip (detto anche "Pip") è un orfano determinato a diventare un gentiluomo. Le pagine raccontano la sua vita, dalla prima infanzia, ricalcando in parte quella di Dickens (che era solito aggiungere alcuni cenni autobiografici alle proprie storie). Le vicende si snodano per un periodo lungo poco più di trent'anni. Esse hanno inizio alla Vigilia di Natale nel 1812 (l'anno di nascita dello stesso autore) fino all'inverno del 1840.

Continua la lettura
45

La prima edizione dell'opera

L'uscita dell'opera venne, originariamente, destinata alla rivista "All the Year Round", un periodico settimanale di cui Dickens in persona era direttore. Si può, dunque, parlare di un romanzo a puntate che i lettori potevano leggere, di volta in volta, ogni settimana. La prima edizione in volumi risale al luglio del 1861 ed era composta da tre tomi non illustrati. Oltre ad essere certamente uno degli scritti più famosi dell'autore inglese, esso è anche tra i più sofisticati. La trama è stata riproposta e adattata diverse volte per spettacoli teatrali e sceneggiature televisive.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Letteratura

10 motivi per leggere i libri di Stephen King

Stephen King è uno degli scrittori più prolifici di sempre, con oltre 50 romanzi, 160 racconti e 400 saggi, raccolti in centinaia di libri, che gli sono valsi vendite record (oltre 350 milioni di copie vendute) e alcuni dei riconoscimenti letterari...
Letteratura

I 10 libri più venduti al mondo

Leggere è un piacere immenso, che rasserena l'animo e riempie di gioia. Chi non ama leggere, alzi la mano! Un libro è un momento da dedicare a noi stessi, per immergerci nell'atmosfera di un bel racconto e sognare ad occhi aperti. Tra i 10 libri più...
Letteratura

I migliori romanzi di critica sociale del 900

In questo articolo, che vuole fungere da guida, vogliamo aiutarvi a capire quali possono essere i migliori romanzi di critica sociale, del 900, che possiamo conoscere ed anche diffondere. Chi ama davvero leggere, sa bene quanto un romanzo possa essere...
Letteratura

Charles Perrault: vita e opere

Magari per molti il nome di "Charles Perrault" non significa nulla, non ci si ricorda di averlo studiato a scuola tra i libri di testo insieme al Leopardi, al Manzoni, o ad Ugo Foscolo, tanto per citarne alcuni, ne di averlo letto tra i nomi dei filosofi...
Letteratura

I migliori romanzi di Honoré de Balzac

Nato a Tours nel 1799 e morto a Parigi nel 1850, Honoré de Balzac è uno dei maggiori rappresentanti del romanzo realista del 1800.  Ha dato origine ad un’opera vastissima, nota sotto il nome di “Comédie humaine”. Si tratta di una raccolta di...
Letteratura

Charles Baudelaire in pillole

Charles Baudelaire era un francese intellettuale che segnò il 1800 profondamente. Parliamo di intellettuale in quanto non fu soltanto un poeta e scrittore ma era anche un critico d'arte, giornalista, critico letterario, traduttore, saggista e aforista....
Letteratura

I 5 migliori racconti di Edgar Allan Poe

Edgar Allan Poe, scrittore americano precursore di molti degli stili che hanno caratterizzato la letteratura di maggior successo del 900, come per esempio i romanzi horror, i polizieschi ed il giallo psicologico.La sua opera è inserita nel filone del...
Letteratura

Guida a "I fiori del male" di Baudelaire

"I Fiori del male" o meglio "Les fleurs du mal" è uno dei capolavori di Charles Baudelaire. L'autore era nato a Parigi nel 1821. La sua adolescenza fu triste e malinconica tanto che l'unico suo conforto fu la poesia. I genitori, che erano contrari che...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.