Ludwig Wittgenstein: concetti chiave del suo pensiero filosofico

tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

Ludwig Wittgenstein nacque nel 1889 a Vienna ed è ricordato per il suo contributo alla filosofia del linguaggio e in qualità di fondatore della logica moderna. I concetti chiave del suo pensiero filosofico infatti ruotano intorno al linguaggio, alla concezione della realtà da esso mutuata e dal senso che le parole danno alla realtà stessa, in relazione al contesto e al concetto di "Se".

24

In questo il filosofo relega la concezione della realtà ai fatti pensati e tutto ciò che non si poteva esprimere non poteva di conseguenza essere un "fatto". I concetti del pensiero filosofico di Wittgenstein possono essere distinti in una prima e in una seconda fase. Proprio in merito alla filosofia del passato afferma che gran parte delle teorie andavano dimenticate, perché il linguaggio con il quale era stata illustrata non era adeguato. Le teorie della filosofia, in quanto non descrivevano dei fatti, non erano quindi da prendere in considerazione. In ogni caso concepisce il pensiero filosofico come utile a spiegare proprio il linguaggio, per capire cosa può essere descritto e cosa no. Insomma la filosofia deve aiutare a chiarire i concetti ma non può diventare essa stessa un insieme di teorie.
Dopo aver scritto il suo libro però Wittgenstein interrompe per un periodo la sua produzione filosofica e si dedica all'insegnamento in una scuola elementare.

34

Da qui nasce la seconda parte del pensiero filosofico di Wittgenstein, che lo perfeziona con il concetto dei "giochi linguistici", dove cambia il concetto di realtà logica che lascia spazio al linguaggio della vita quotidiana, quindi informale, comune. Il linguaggio quindi si arricchisce di pluralità di significati che fanno capo al contesto, dove viene espresso il pensiero, e al concetto di Se. La parola quindi viene usata in modi diversi nei contesti diversi, con giochi linguistici che si collegano direttamente alle "forme di vita", cioè alle rappresentazioni della vita reale, agli eventi, alle credenze, ai simboli. La filosofia quindi ha il compito ora di analizzare gli innumerevoli significati dei linguaggi.

Continua la lettura
44

lnfine i concetti base del pensiero filosofico di Ludwig Wittgenstein possono essere divisi in due momenti, dove lo studioso viene conquistato dalla potenza insita nelle parole, tanto da scrivere un libro, l'unico che sia stato pubblicato mentre era in vita: il Tractatus logico-philosphicus, dove elenca 7 enunciati che raccolgono il suo pensiero filosofico e dove illustra la teoria rappresentativa del linguaggio. Secondo Wittgenstein il linguaggio, quindi l'atto del parlare ed esprimere il proprio pensiero dando un nome agli oggetti che sono nel mondo, conferisce senso alla realtà. Ecco quindi che la realtà diventa una rappresentazione di fatti che ha una base logica e non è solo un semplice riflesso. Uno dei concetti chiave del pensiero filosofico di Wittgenstein è proprio la concezione del mondo in senso realistico, secondo una concezione gnoseologica di tipo empirico, appunto reale.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Letteratura

Hegel: concetti chiave del suo pensiero filosofico

All'interno di questa guida il nostro argomento sarà molto interessante, perché ci occuperemo di un grande filosofo: Hegel. Andremo a trattare i concetti chiave inerenti al suo pensiero di carattere filosofico.La guida verrà gestita attraverso un primo...
Letteratura

Cicerone: concetti chiave del suo pensiero filosofico

Scrittore, oratore e uomo politico romano, Cicerone fu una figura molto importante ma ancora più fondamentali furono i concetti chiave racchiusi all'interno del suo pensiero filosofico. Attraverso l'attività letteraria, Cicerone cercò di trovare il...
Letteratura

Ultra Martin Heidegger: concetti chiave del suo pensiero filosofico

Avere delle basi di filosofia, conoscere anche solo a grandi linee le teorie di pensiero della maggior parte dei filosofi occidentali è un'ottima base culturale per comprendere tante questioni del nostro tempo. Uno dei filosofi più discussi, ma anche...
Letteratura

Ludovico Geymonat: concetti chiave del suo pensiero filosofico

Ludovico Geymonat è stato uno dei più importanti filosofi e matematici italiani del Novecento. È nato a Torino l'11 maggio del 1908. Nel 1930, ha conseguito la laurea in filosofia presso l'Università della capitale piemontese, discutendo la tesi sul...
Letteratura

Pierre Duhem: concetti chiave del suo pensiero filosofico

Pierre Duhem è stato un famoso filosofo francese, oltre che fisico, matematico e più in generale teorico della scienza; è conosciuto soprattutto per i contributi offerti alla definizione e all'indagine della storia del progresso scientifico durante...
Letteratura

Jean Paul Sartre: concetti chiave del suo pensiero filosofico

Jean Paul Sartre nacque a Parigi il 21 giugno 1905 e morì, sempre a Parigi, il 15 giugno 1980. Viene considerato come uno dei maggiori rappresentati dell'esistenzialismo ed è sicuramente un personaggio poliedrico. Nel corso della sua vita, infatti,...
Letteratura

Rinascimento: il pensiero filosofico e i maggiori esponenti

Con il termine Rinascimento si è soliti ricordare quel periodo storico tra la fine del Trecento e la seconda metà del Cinquecento. Si tratta di un periodo in cui avvenne un grande sviluppo della cultura italiana e che influì notevolmente sugli eventi...
Letteratura

John Dewey: concetti chiave

John Dewey è una figura fondamentale della prima metà del XX secolo: con la sua attività ha influenzato svariati ambiti della società, dalla cultura, alla politica, a problemi sociali ed etici, alla questione sull'educazione. Nato nel Vermont nel...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.