Maestro d'Isacco: biografia e dipinti

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Il Maestro d'Isacco è un pittore sconosciuto, identificato con questo nome per aver realizzato delle decorazioni nella Basilica di S. Francesco, ad Assisi. Raffigurano alcune scene della vita di Isacco. Pittore importantissimo del periodo di fine Duecento per aver portato grande innovazione nei suoi dipinti grazie alla tridimensionalità in essi presente. Si è pensato anche che il maestro in questione potesse essere il Giotto degli inizi, proprio a causa della sua modernità e visione d'insieme. Vediamone insieme biografia e opere.

27

Le storie di Isacco

Le storie di Isacco che ci vengono raccontate dall'artista sono la "Benedizione di Giacobbe" e "Isacco Respinge Esa". Perché sono così importanti queste opere? Perché vengono rappresentate con spazi nuovi, nelle tre dimensioni. Una cosa nuova per la pittura italiana che, prima di allora, non aveva mai visto nulla di simile. Due storie dell'Antico Testamento che vengono interpretate dal maestro in una chiave modernissima. Quello che salta subito all'occhio degli esperti è, per esempio, la figura femminile della madre di Esa, rappresentata di spalle nell'atteggiamento di inseguire il figlio. È la prima volta in assoluto che si assiste ad una cosa del genere.

37

L'affresco "l'uccisione di Abele"

Un'altra opera importantissima è l'affresco l'Uccisione di Abele che viene datato intorno al 1291-1295. Di questo lavoro resta ben poco purtroppo, eccezion fatta per la parte centrale che lascia intravedere uno scorcio di natura. Vicino ad essa le scene di Giuseppe calato nel pozzo e il Ritrovamento della coppa nel sacco di Beniamino. Entrambe descrivono due episodi molto particolari dell'Antico Testamento. Giuseppe tradito dai fratelli e calato in pozzo e poi venduto ai mercanti.

Continua la lettura
47

La disposizione dei personaggi

Anche la parte raffigurante Giuseppe calato nel pozzo non è in buono stato e poco leggibile. La disposizione dei personaggi, lo stile e l'illuminazione convincono sempre di più molti esperti che il Maestro d'Isacco altri non sia che Giotto ai suoi esordi. C'è una particolarità che salta agli occhi nella scena del Ritrovamento della coppa nel sacco di Beniamino. Per la prima volta, le persone ritratte sono disposte in maniera che vadano come a scalare nella profondità della scena. Proprio come nella realtà. Fino a quel periodo invece, le moltitudini venivano rappresentate in ordinate file orizzontali. È chiara quindi la straordinaria innovazione portata da questo artista, sia esso Giotto o chiunque altro. Per la prima volta il mondo veniva riportato vicino a come è nella realtà, in tutti suoi spazi e profondità.

57

Biografia

Naturalmente non tutto è arrivato ai giorni nostri, ci sono anche discordanze. Quindi non c'è moltissimo da dire sulle opere e la biografia del maestro di Isacco che non sia già contenuto nella guida. Per ulteriori approfondimenti potete cliccare sui link annessi, e scoprire quanto sia importante questa figura ancora oggi.

67

Guarda il video

77

Consigli

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Arti Visive

Maestro del San Francesco Bardi: biografia e dipinti

Il Maestro del San Francesco Bardi si identifica nella persona Coppo di Marcovaldo, ovvero un pittore nato a Firenze nell'anno 1225 e deceduto a Siena nel 1276, che venne ritenuto come il più autorevole artista presente nel meraviglio Capoluogo della...
Arti Visive

Maestro di Varlungo: biografia e dipinti

Ci sarà sicuramente capitato, sopratutto se siamo degli amanti dell'arte, di voler cercare ulteriori informazioni sulla vita e le opere di alcuni particolari artisti che più ci piacciono. Con l'utilizzo di internet, reperire tutte le informazioni che...
Arti Visive

Margaritone d'Arezzo: biografia e dipinti

Margaritone d'Arezzo, nasce nel 1240 e muore nel 1290 all'età di cinquanta anni. Fu un personaggio illustre e attivo della pittura italiana divenendo uno dei maggiori esponenti del periodo. Le sue opere, furono ritrovate per la maggior parte ad Arezzo...
Arti Visive

Buonamico Buffalmacco: biografia e dipinti

" E certamente chi ciò fa, s’assicura benissimo per la vecchiaia e vive con minor sospetto e con maggior contentezza. Questo non seppe fare Buonamico detto Buffalmacco, pittor fiorentino, celebrato dalla lingua di messer Giovanni Boccaccio nel suo...
Arti Visive

Giovanni Baronzio: biografia e dipinti

Le origini ed anche la produzione artistica di Giovanni Baronzio, pittore italiano del XIV secolo, non sono ancora oggi del tutto chiare. Sicuramente appartenne alla scuola pittorica riminese e romagnola che aveva raccolto l'esempio pittorico giottesco,...
Arti Visive

Giunta Pisano: biografia e dipinti

Ci sono artisti che hanno fatto storia lasciandoci opere di altissimo valore. Ma, la biografia e i dipinti di alcuni rimane comunque un mistero. Questo è successo anche per il pittore Giunta Pisano. Nonostante tutto, il pittore viene riconosciuto come...
Arti Visive

Cimabue: biografia e dipinti

Cenni di Pepo, sicuramente più conosciuto con lo pseudonimo Giovanni Cimabue, è nato a Firenze attorno al 1240 ed è morto a Pisa nel 1302. Il pittore si è collocato in una scia artistica legata ancora al classicismo bizantino, pur elaborando un proprio...
Arti Visive

Montano d'Arezzo: biografia e dipinti

Se siamo degli amanti dell'arte, ci sarà sicuramente capitato di voler ottenere maggiori informazioni sulla vita e le opere di alcuni particolari artisti che più preferiamo. Grazie ad internet potremo facilmente reperire tutte le informazioni di cui...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.